Come mia moglie mi ha reso cuckold

Come mia moglie mi ha reso cuckold

Spread the love
Sono passati ormai dieci anni da quella avventura che ha determinato un cambiamento nei rapporti di coppia tra me e mia moglie.
Era un sabato mattina, mia moglie si era alzata presto, aveva fatto la doccia e si stava depilando i polpacci, ero entrato in bagno e la situazione mi aveva risvegliato i sensi, lei ridendo mi aveva cacciato ed aveva continuato la sua attività.
A quei tempi abitavamo in una cittadina nell’hinterland di Milano, lei aveva quarant’anni, era carina con capelli a caschetto nerissimi, un metro e sessantacinque con delle belle curve, seno quarta misura ed un corpo pienotto che la rendeva molto erotica e appetitosa, io avevo undici anni più di lei ma il divario pareva maggiore.
I rapporti coniugali erano ravvivati da qualche filmino porno che spesso guardavamo insieme, in particolare eravamo attratti da quelli con una donna e più uomini, in quei momenti mi eccitavo molto a pensare lei con più uomini e le chiedevo se le sarebbe piaciuto essere in quella situazione, lei partiva letteralmente con un orgasmo e squirtava in abbondanza.
Quella mattina, le sue tette e le cosce mi avevano dato la carica, le avevo proposto indossare la minigonna e di andare al sexi shop ad acquistare un vestito sexi, lei in quei casi non diceva mai no, si era vestita con una mini di jeans molto corta, una camicetta rossa molto leggera generosamente aperta sul seno spinto oscenamente in su da un push up, scarpe rosse con tacco alto, pareva una troia e la cosa anzichè ingelosirmi mi eccitava.
Ci eravamo diretti in un negozio in una via periferica che avevamo già frequentato, era gestito da un giovane sui ventotto anni molto discreto e educato, alle undici eravamo entrati con l’intenzione di attardarci nella misurazione di qualche vestitino per lei.
Io ero rimasto un po’ a disagio quando avevo notato che erano presenti due ragazzi amici del giovane titolare, sottovoce lo avevo detto a mia moglie e lei ridendo aveva risposto:
” Embeh ?…… Che ci frega….. mi misuro qualche indumento osceno e poi chiedo il loro parere ahahah così si lustrano un po’ gli occhi ahahahah….. però se ti vergogni usciamo”
Avevo riso anch’io ed avevo accettato la sua sfida, il titolare ci aveva chiesto:
“Signori, stiamo per ordinare un aperitivo al bar, posso offrirlo anche a voi ?”
Stavo per declinare ma mia moglie mi anticipò:
“Grazie, molto volentieri, lei è molto gentile….. poi vorrei misurare qualche vestitino.”
Lui ci aveva invitati ad accomodarci nel salottino dove loro erano seduti e si era presentato:
“Anche se ci siamo già visti qualche volta, mi presento sono Alex, loro sono due amici Giulio e Luca, ogni tanto mi vengono a trovare.”
Mia moglie era particolarmente frizzante quella mattina, con un sorriso smagliante aveva porto la mano a tutti presentandosi e presentando anche me:
“Io sono Lucia, lui è mio marito Franco, allora approfittiamo della vostra gentilezza….. poi dovrò misurare un vestitino e se siete ancora quì tra un po’ Luca e Giulio, vi chiederò un parere…… e già che ci siamo…. propongo di darci tutti del tu.”
I due ospiti parevano non aspettare altro che un invito del genere e Luca aveva detto:
“Anche se avessimo un impegno lo lasceremmo da parte, io ho sempre sognato di dare consigli ad una donna….. oh Franco…. spero che tu non sia geloso….”
Avevo riso, la situazione mi eccitava in un modo paradossale, immaginavo mia moglie in balia dei tre mentre io li guardavo, era una situazione che difficilmente si sarebbe ripresentata, volevo provarla ma pensavo che oltre all’esibizione mia moglie non sarebbe andata quindi tranquillamente avevo risposto:
“Ahahah ci mancherebbe, sono un marito aperto, anzi sono lusingato quando mia moglie riceve dei complimenti da dei giovanotti, ma in questa situazione con così tanti maschi e una sola donna…… mi sa che si possono fare solo parole e niente fatti…. in fondo le situazioni eccitanti nei film sono quelle con una donna e più uomini, ma poi nella realtà……. non so chi di noi l’ha già provata….. mia moglie ed io no, e voi ?”
Alex aveva sorriso e con un lungo giro di parole aveva detto che una volta andando a consegnare un oggetto a casa di una coppia, era stato coinvolto dalla lei mentre il marito guardava, le era piaciuto molto.
Gli altri due non avevano mai provato ma era una loro fantasia.
Mia moglie era in silenzio con un sorriso strano, le gambe accavallate che esponevano le cosce alla vista di tutti e le tette che parevano voler uscire dalla camicetta, improvvisamente si era alzata ed aveva detto:
“Ora Alex mi da alcuni capi da misurare, voi rimanete seduti.”
Lui solerte si era alzato e con mia moglie si era diretto allo stendino dei vestiti, aveva scelto quelli che riteneva più carini e aveva accompagnato mia moglie alla cabina prova, di gelosia non ne sentivo, ma immaginavo lui che la toccava mentre mia moglie si svestiva, infine arrivò davanti a noi con un vestito leopardato cortissimo ed una scollatura che arrivava all’ombelico, il reggiseno non c’era più, i ragazzi erano allupati, Alex disse rivolto a noi tre:
“Provate a sentire la morbidezza della stoffa, provate a sentire le coppe del seno come sono aderenti, ovviamente questo vestito va portato senza mutandine, infatti come potete vedere Lucia ha dovuto toglierle.”
Io le avevo accarezzato il sedere mentre i due avevano scostato l’apertura del seno facendo uscire le tette e alzato il vestito per vedere se non c’erano le mutandine, uno dei due aveva approfittato per intrufolare il dito nella figa di mia moglie, lei aveva lasciato fare.
La situazione era bollente, eravamo tutti eccitati, Alex aveva abbassato la serranda dicendo che era ora di chiusura poi aveva portato mia moglie nel camerino per il secondo vestito, mi ero alzato per seguirli e Giulio e Luca avevano fatto altrettanto, ora la tenda del camerino era aperta, Alex aiutava mia moglie a sfilare il vestitino poi non so come fu mia moglie nuda mi guardò negli occhi le cinse le braccia al collo e lo limonò a lungo.
Lui cominciò a svestirsi e quando fu completamente nudo, la prese tra le braccia e la adagiò sul divano, lei mi fissò negli occhi e mi disse:
“Adesso guardami….. voglio provare quello che mi dici sempre….. voglio vedervi tutti nudi…. vi voglio tutti per me…..”
Alex prese dei preservativi e li mise sul tavolino, ora eravamo tutti quattro nudi e con il cazzo dritto, Luca e Giulio si avvicinarono accarezzando mia moglie, lei li masturbava e li limonava a turno, infine Luca indossò un preservativo ed entrò tra le cosce aperte di lei.
Io seduto sulla poltroncina mi masturbavo e mi meravigliavo per come mia moglie riuscisse a godere così oscenamente davanti a tutti, Alex toccò le spalle di Luca e lui si alzò lasciandogli il posto nella figa viscida di piacere, la pompò con energia per un po’ e lasciò campo libero a Giulio.
Lucia continuava a squirtare e gridare di piacere ad ogni orgasmo, ogni tanto mi guardava negli occhi e mi diceva:
“Guardami amore…. guarda come mi fanno godere…. dai godi anche tu….”
Quando Giulio mugulando eiaculò in lei, Luca quasi contemporaneamente sborrò nella bocca, Alex prese il posto di Giulio nella figa e per un tempo lunghissimo fece godere mia moglie facendola urlare e squirtare in continuazione.
Per alcune ore, mia moglie venne presa d’assalto dai tre, ma non accennava a dire basta, infine alle tre tutti esausti ci ricomponemmo.
Per più di un anno, ogni settimana ci ritrovavamo nel locale nelle ore di chiusura e mia moglie veniva presa in ogni posizione ed in ogni buco, la mia situazione di cuckold era ormai la regola, quando il negozio chiuse per i pochi affari, la relazione di gruppo continuò alcuni mesi a casa di Alex, poi un po’ alla volta ci perdemmo di vista.
Mia moglie ed io abbiamo fatto svariate esperienze e continuiamo ad incontrare ragazzi giovani nei club privé che la soddisfano e mi consentono di continuare ad avere una vita sessuale molto eccitante con il mio modo di essere…… un cuckold.
 

3 thoughts on “Come mia moglie mi ha reso cuckold

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.