Riccioli d’oro & la piccola guerrigliera

Riccioli d’oro & la piccola guerrigliera

Spread the love
Caro diario ho peccato ancora. Mio marito comincia a sospettare qualcosa. Pure oggi pomeriggio son tornata troppo contenta dal servizio e ha iniziato a sospettare. Riccioli d’oro è più di una amica, piu di una compagna di predicazione. Forse la amo. Amo i suoi capelli biondi quando scivolano delicatamente tra le mie mani, amo quando mi bacia sul collo e poi diventa tutta rossa in viso. Amo follemente quando si inginocchia, mi alza la gonna, mi tira giù le mutandine e inizia a leccarmela. È così dolce, così brava, così passionale. Massimo non lo è, non lo è mai stato. A lui l interessa solo il suo cazzo di lavoro, guadagnare soldi, far la bella vita e mostrare agli altri quanto sia bravo. E poi ama più far carriera nella nostra religione che me. Ormai ci tocchiamo sempre meno. Non facciamo né l’amore né sesso. Lui si addormenta leggendo la bibbia, io vado in bagno di nascosto per messaggiare con riccioli d’oro e mi masturbo. Ogni bacio, anche solo mandato per iscritto mi fa bagnare la vagina. Eppure una volta mi piaceva il cazzo, ho sempre avuto tanti maschietti intorno. Enrico veniva dal mondo, aveva charme ed esperienza. Una volta, di nascosto mi chiese di fargli un pompino in macchina, avevo si e no 22anni,lui qualcuno in più. Era la prima volta, rimasi scioccata quando decise di venirmi in bocca, senza chiedermi permesso. Massimo prima del matrimonio non mi ha mai toccata, è sempre rimasto ligio alle regole. Io avrei voluto scopare, almeno masturbarci a vicenda o fargli un bel pompino. Ma lui non ha mai voluto, aveva troppa paura di perdere la sua posizione in congregazione. È stato circa due anni fa che ho scoperto la mia vera natura, che mi piacciono più le donne degli uomini. Esattamente da quando sono arrivati in sala riccioli d’oro e suo marito. Lei ha pochi anni piu di me, ha quell’aspetto cosi pudico e timido. Sembra una bambolina di porcellana. E ha quei capelli ricci, biondi, lunghi che mi fanno impazzire. Abbiamo cominciato quasi per caso, per gioco.
Eravamo a casa sua a bere un caffè dopo il servizio, si è avvicinata e mi ha baciata sulla bocca. All’inizio non capivo, non mi piaceva, ma non riuscivo a respingerla. Eravamo imbarazzate. In sala stavamo sempre sedute vicine, io le toccavo i capelli, lei mi stringeva la mano. Suo marito credo voglia fare una cosa a tre perché è chiaro che conosce le tendenze della moglie, non credo si scandalizzo. Anche a lui piacerebbe provare il proibito, anche lui ha una mente bella perversa. Riccioli d’oro di più, non ho mai conosciuto tanta diavoleria in un corpo che appare così santo. Abbiamo fatto l’amore tante volte, sempre attente a non farci scoprire. Lei ha una tecnica passionale nel leccarmi la figa, entra proprio con grande veemenza e godo come una porca. Io le tengo giù la testa e le stringo forte i capelli ricci dorati. Anche io le lecco la figa ma sono meno brava di lei, ma so che le piace. Le piace che io le baci i capezzoli, che le soffi sul collo, che le carezzi il culo. Vorrei stare con lei ma non è possibile, non capirebbero nel nostro mondo. Anche oggi pomeriggio abbiamo fatto l’amore. A casa sua. Con la pioggia che carezzava le finestre. Lei mi ha spogliata sul tavolo della cucina e mi ha levato le mutandine. Mi son bagnata subito. Avrei voluto gridare DIO PERDONAMI, e invece ho gridato a lei di non fermarsi. Mi ha infilato tre dita e ha cominciato a masturbarmi, poi di nuovo a continuato a leccarmi la figa tutta bagnata. Non ho mai goduto tanto come oggi.
Ci siamo abbracciate e gettate sul letto,soffiandoci alito d’amore nelle nostre fighe. Un 69 pazzesco, più lei gemeva piu io godevo. La mia bocca era tutta grondante dei suoi liquidi, i miei capelli sudati, i miei occhi colmi di desiderio. Le ho leccato la figa fino a restare senza forze, lei lo stesso. Dal godimento quasi piangeva. Poi ci siamo rivestite, ci siamo baciate, la sua lingua ancora sapeva della mia figa, e son scappata a casa, ancora eccitata. A casa massimo non mi ha toccata nemmeno stasera. Avesse il coraggio di mettermi in ginocchio e ficcarmelo in bocca per farmi bere il suo sperma forse lo considererei un vero uomo. Invece sta lì, sospettoso, a leggersi la bibbia.
Caro diario, io amo riccioli d’oro e lei ama me.RISPOSTA:Ciao piccola guerrigliera del mio cuore. Anche oggi è stato bellissimo, emozionante, non ho mai provato tanta intensità nel mio cuore e sulla mia pelle. Quando sto interi pomeriggi abbracciata al tuo caldo giovane corpo mediterraneo mi sento veramente realizzata. Oggi ho goduto mentre me la leccavi, amore mio, voglio che tu sappia che ogni scopata con te mi rinnova la voglia che ho di stare con te. Amo profondamente i tuoi baci sul mio collo, amo allo sfinimento quando accarezzi con le tue dita affusolate i miei pallidi piccoli seno e li fai diventare duri e diritti come una in una fredda giornata di inverno.
Amo i tuoi capelli castani, lunghi quanto basta per poterti tenere stretta la testa tra le mie mani, amo quando i tuoi sorrisi maliziosi passano dal baciarmi le labbra al baciarmi sotto le mutandine.
Mi sono rasata i peli della figa dopo che sei andata via oggi pomeriggio, so che ti piace poter leccare la nuda pelle, la prossima volta potrai farlo. Con la dolcezza che ti accompagna. Oh, mia guerrigliera, non hai idea di quanto già mi manchi. Mi manca il tuo respiro caldo che inonda di piacere la mia bocca. Mi mancano quelle manine tenere che mi accarezzano le cosce per poi infilarsi tra le mie gambe e masturbarmi. Ho ancora il tuo profumo tra le mie narici, ho ancora il tuo sapore sulle labbra, sulla lingua.
Mi piace stringerti a me, leccarti il buco del culo, mi piace leccarti la figa e riempirmi la bocca dei tuoi umori. Mi piacciono i tuoi mugolii da gatta in calore mentre stai per venire . Amo tutto di te, amo tutto di te anche se mi rendo conto che nel nostro mondo di Tdg il nostro amore non può essere reso pubblico. Vorrei poterti amare alla luce del sole senza dovermene vergognare, senza dover aspettare che i nostri mariti siano lontani da casa per poterci vedere, per poterci toccare, per poter far l’amore. Lui lo sa. Lui lo sa anche se fa finta di non sapere. Maurizio non è stupido. Lo amavo mio marito, ora amo te. Maurizio fa finta di non sapere perché gli conviene così, anche io ho coperto le sue scappatelle. Credi sia un santo e noi delle perverse? Almeno io e te, piccola guerrigliera lo facciamo per amore. Non solo per sesso. A me non piace farmi leccare la figa da chiunque, a me piace che sia tu a leccarla. Maurizio è un bravo marito, non mi fa mai mancare nulla. Ma non lo amo più, non mi da stimoli, per questo ho scelto te. Un po’ come il tuo di marito pensa più alla carriera teocratica che alla propria moglie. Scopava fuori dal matrimonio anche prima che io e te iniziassimo questa relazione. Si Scopava pure tua sorella, ma so che lo sai. E anche tuo marito ne era al corrente ma si coprivano a vicenda. Se la cose fosse diventata di pubblico dominio sai che scandalo in congregazione. Lui ci tiene a rimanere un pastore, gli piace comandare sugli altri. Lo fa per orgoglio, per questo tace con gli altri anziani riguardo la nostra relazione. Con che faccia potrebbe presentarsi poi in pubblico se si venisse a sapere che la sua brava moglie, zelante pioniera regolare lo tradisce. E lo tradisce con una donna, neanche con un uomo. Lui sa di noi, lo leggo nei suoi occhi. Secondo me vorrebbe provare il brivido di vedere me e te che scopriamo. E vorrebbe unirsi pure lui, me lo sento, lo sento da come a volte gli palpita il cuore quando gli dico che siamo uscite insieme. Secondo me amore mio, ci immagina nude mentre ci tocchiamo, mentre scopiamo. Guarda che pure lui è un bel maialino non credere. La sera, quando torna da un comitato giudiziario è sempre su di giri. Chissà cosa succede dietro quelle stanze quando giudicano un peccatore o una peccatrice. Tre anziani che stanno lì a voler sapere cosa hai fatto e come l’hai fatto. E si sa, son quasi sempre casi sessuali quelli in cui si trovano poi a disassociare qualcuno. Ricordi Rachele, che è stata disassociata due mesi fa per aver fatto sesso prima del matrimonio? Chissà come ha raccontato agli anziani quello che faceva con quei ragazzi del lavoro. Noi a confronto forse siamo delle santarelline. Una amica mi ha raccontato che si faceva sbattere anche da tre quattro ragazzi contemporaneamente. Le entravano col cazzo in tutti i buchi. Aveva più sperma in corpo lei di una pornostar. Per noi è diverso amore. Noi ci amiamo. Non siamo puttanelle. È che piccola, siamo nate nella religione sbagliata, non possiamo scegliere la nostra vita, non possiamo studiare altrimenti ci sgridano, non dobbiamo prender sangue altrimenti ci disassociano, non possiamo scopare o amare chi vogliamo perché la mentalità è chiusa.
Io non voglio passare la mia esistenza a negare chi sono, a negare chi siamo. Io voglio poter essere fiera di essere una donna che ama un’altra donna. Non voglio più nascondere a mio marito che preferisco leccarti la figa e farmela leccare piuttosto che farmi Penetrare dal suo cazzo.
Ogni tanto mi sento in colpa e gli faccio un pompino, ma non dirlo in giro, sai che pure questo non lo si potrebbe fare. Però mi sento in colpa perché è un brav’uomo. Allora per pagar pegno, mentre siamo a letto, metto la testolina sotto le lenzuola, gli tiro giu le mutande e glielo prendo in bocca, lo succhio fino a farlo venire e mi piace raccogliere ogni goccia di sperma che esce dal suo cazzo e ingoiare.
Guarda che Maurizio non è ingenuo. Con tua sorella faceva lo stesso. E gli piace da matti farselo succhiare, quello è il paradiso.
Quando è tornato a casa dal comitato giudiziario di Rachele è andato subito in bagno, secondo me è andato a farsi una sega, con quello che lei avrà raccontato avrà avuto necessità di sfogarsi. Voglio pensare da porcellina, secondo me tutti e tre hanno chiesto a Rachele di fare pure a loro un bel pompino. Te la immagini Rachele uscire dalla sala ricoperta di sborra?
Se vuoi la prossima volta che ci vediamo ne parliamo, potremmo chiedere a mio marito se vuole unirsi a noi, potrebbe essere eccitante ogni tanto. Se non hai mai provato amore, potresti pure chiedergli di infilartelo nel culo. È doloroso ma piacevole. E insieme potremmo farci sborrare sulla faccia, immagina che sensazione, io e te che scopiamo e poi lui che ci spruzza addosso il suo liquido ancora caldo. Amore, voglio che tu goda di ogni momento insieme. Nessuno potrà mai portarci via ciò che è nostro. A costo di sbagliare e pagare, lo difenderemo con la vita.
Scusa per la lunghissima mail, tanto so che la leggerai in bagno masturbandoti.
È grazie ancora per come mi hai fatta venire oggi. Lecchi la figa da paura guerrigliera.
Tua Riccioli d’oro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.