LINGUE DI SCHIAVE=PADRONA IN PARADISO

LINGUE DI SCHIAVE=PADRONA IN PARADISO

Spread the love

ESSENDO LA MIA PRIMA VOLTA MI PRESENTO: SONO MASTERDINO E VI SOTTOPONGO
QUESTO MIO RACCONTO DI DOMINAZIONE/SOTTOMISSIONE SOFT E VI CONSIGLIO DI
LEGGERLO FINO IN FONDO: NON VI DELUDERA’. SE INTERESSA POSSO PRODURRE ALTRI
RACCONTI DELLO STESSO GENERE, CAMBIANDO IL GENERE DEI PROTAGONISTI E/O IL
TIPO DI AZIONE. BUONA LETTURA! E MI RACCOMANDO: SE VI MASTURBATE PENSATE
UN PO’ ANCHE A ME (NON MI CONOSCETE MA MAGARI CON PIU’ FANTASIA E’ PIU’ BELLO).LEI E’ UNA DONNA DI MEZZA ETA’ NON PARTICOLARMENTE ATTRAENTE, CHE COL TEMPO HA SCOPERTO DENTRO DI SE’ NOTEVOLI PULSIONI LESBICHE E DA DOMINA-
TRICE E, DECISA A SODDISFARE QUESTE SPINTE EROTICHE NOTEVOLMENTE ACCEN-
TUATE, E’ RIUSCITA UN PO’ ALLA VOLTA AD OTTENERE, APPROFITTANDO DELLA SUA
ESPERIENZA E NOTEVOLE CAPACITA’ DI CONVINCIMENTO, MASSIMA DEDIZIONE E TOTALE ASSERVIMENTO DA PARTE DI 2 BELLE VENTENNI CON FORTI PROPENSIONI ALLA SOTTOMISSIONE, CHE IN PRATICA ADESSO SONO DELLE SCHIAVE, LE SUE SCHIAVE. UNA E’ UNA BRUNA FORMOSA, PASSIONALE E GENEROSA, MENTRE L” AL-
TRA E’ UNA BIONDINA UN PO’ PIU’ GIOVANE, MINUTA MA CARINA E RAFFINATA, CON
UNA CARATTERISTICA PARTICOLARMENTE APPREZZATA IN UNA SCHIAVA: USA BOCCA E LINGUA IN MANIERA FANTASTICA.
QUANDO VUOLE ECCITARSI, LA PADRONA SI TRASTULLA CON LE SUE SCHIAVE ORGANIZZANDO SITUAZIONI DI DOMINAZIONE, SOTTOMISSIONE E PUNIZIONI,
CONDITI DA SCHIAFFI E SCUDISCIATE CHE LE SCHIAVE ACCETTANO SENZA RISERVE
ED ANZI RINGRAZIANDOLA IN CONTINUAZIONE PER TUTTO CIO’ CHE SUBISCONO
DA LEI, CHE OVVIAMENTE NE APPROFITTA. QUESTE SITUAZIONI CHE LA PADRONA
CREA, COSI’ COME I CEFFONI E LE FRUSTATE, RAPPRESENTANO PERO’ PER LEI SOLO
DEI PRELIMINARI: UNA VOLTA RAGGIUNTA UNA FORTE ECCITAZIONE, PREFERISCE DE-
DICARSI IN MODO ESCLUSIVO ALLE DELIZIE EROTICHE CHE PRETENDE, ED IMMEDIA-
TAMENTE OTTIENE, DALLE SUE PUTTANELLE, CHE DIVENTANO SOLO STRUMENTI DI
PIACERE.NON LE TOCCA NEANCHE, NON VUOLE CHE PARLINO PERCHE’ NON DEVONO
DISTOGLIERE LA BOCCA DA QUELLO CHE DEVONO FARE, CIOE’ FARLA GODERE, E
L’UNICO ALTRO RAPPORTO CHE INTRATTIENE CON LORO, CIOE’, OGNI TANTO DI RI-
VOLGER LORO LA PAROLA, HA PER OBBIETTIVO SEMPRE LO STESSO E CIOE’ IL SUO
PIACERE: IMPARTIRE ORDINI PER ORGANIZZARE POSIZIONI ED AZIONI CHE LA FAC-
CIANO GODERE AL MEGLIO, MOTIVARLE AFFINCHE’ IL LORO ”RENDIMENTO” SIA
SEMPRE AL TOP E DIR LORO COSE CHE LA ECCITANO PARTICOLARMENTE.
QUINDI, RAGGIUNTO LO STATO DI GRANDE ECCITAZIONE, LA PADRONA LA INCANALA
(E’ LA PAROLA PERFETTA, VEDREMO PERCHE’ ANCHE SE FORSE AVRETE GIA’ CAPITO)
DANDO INIZIO AL SUO GIOCO PREFERITO: COMPLETAMENTE NUDA, SI INGINOCCHIA
CARPONI SUL LETTO ED ORDINA ALLA BRUNONA DI STENDERSI SOTTO DI LEI, CON
LA FACCIA IN CORRISPONDENZA DELLA SUA FICA, E DI LECCARGLIELA INTERAMENTE
E, CONTEMPORANEAMENTE, DI PALPARLE ED ACCAREZZARLE IL SENO CON DELICA-
TEZZA, SENZA DIMENTICARE DI TITILLARLE DOLCEMENTE CON LE DITA I CAPEZZOLI.
tUTTO QUESTO LAVORIO ALLE TETTE, ALZANDOSI E MOMENTANEAMENTE DISTO-
GLIENDOLA DALLA FICA, DOVRA’ FARGLIELO CON LA BOCCA, PER POI RIPRENDERE
DOPO UN PO’ IL DELIZIOSO LECCAGGIO TRA LE GAMBE E LE CAREZZE AL SENO.
QUESTA ALTERNANZA PIACE MOLTO ALLA PADRONA, ED INFATTI LA RITROVIAMO
ANCHE PER L’ALTRA SCHIAVA: ALLA BIONDINA VIENE INFATTI ORDINATO DI INGINOC-
CHIARSI SUL PAVIMENTO DIETRO DI LEI, DOVE C’E’ UN COMODO CUSCINO ADATTO ALLA BISOGNA E DI LECCARLI I PIEDI, ASTUTAMENTE POSTI FUORI DAL LETTO IN
MODO DA POTER ESSERE SLINGUAZZATI NELLA LORO INTEREZZA, SPECIE SULLA
PIANTA E TRA LE DITA, CHE VENGONO SUCCHIATE UNA PER UNA A MO’ DI POMPINO.
LA PADRONA LE IMPONE INOLTRE DI ALTERNARE LE LECCATE AI PIEDI, DOPO AVERLE
DILIGENTEMENTE E DELICATAMENTE DILATATO IL BUCHETTO, CON QUELLE AL CULO,
GIA’ OSCENAMENTE PROTESO AD ESIGERE, PREGUSTANDOLO, L’INEGUAGLIABILE GODIMENTO REGALATO DA QUELLA LINGUETTA COSI’ GIOVANE MA GIA’ STRAORDI-
NARIAMENTE ESPERTA NELL’ ARTE DI SOLLAZZARE.
ORGANIZZATE COSI’ LE COSE A SUO PIACIMENTO, CON LE SCHIAVE CHE LAVORANO ALACREMENTE DI LINGUA COME DA LEI ORDINATO, LA PADRONA COMINCIA A GEME-
RE DI PIACERE PER LE DELIZIOSE FRUSTATINE CHE LE DONaNO LE LINGUE DELLE
SUE DEVOTE, E SI RIVOLGE LORO IN UN MISTO DI ORDINI, INSULTI E INCORAGGIA-
MENTI CHE LA ECCITANO ANCORA DI PIU’. ALLA BRUNA:”SI, SCHIAVA, COSI’, NON FERMARTI MAI, TROIONA LECCAFICA”, ED ALLA BIONDINA: ”MA CHE BRAVA SEI, PUT-
TANELLA, CONTINUA COSI’, SEI LA MIA SCHIAVETTA LECCAPIEDI E LECCAC
 

One thought on “LINGUE DI SCHIAVE=PADRONA IN PARADISO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.