Ho sposato mia figlia e l’ho messa incita 2

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Ho sposato mia figlia e l’ho messa incita 2

Spread the love

Avevamo sicuramente avremo fatto la frittata, eravamo ancora messi io sopra con il mento floscio ancora dentro sporchi di sborra, lei mi rincuora stai tranquillo vedrai lo infinocchieremo a mio marito, quello appena rientra mi monterà da Totò scatenato mi farò sborrare tutto dentro. Intanto lei si muoveva e con la figa tentava aprendo e chiudendo cercava di risvegliare il cazzo, ci riesce e molto brava le avevo insegnato bene ad usare la sua fregna. Però c’è un altra cosa da fare, ti ho donato il mio culo ora lo devi inaugurare. Andiamo in bagno ci laviamo a turno i nostri sessi poi lei volle farmi un pompino e mi donava alla mia bocca quella fregna spettacolare, che sessantanove stava uscendo. Poi le dico Anna devi lavarti bene lano col doccino lo appoggi allano e cerca di lavarti dentro, infila un guanto e piano piano si lava bene dentro, non escono più scremanti, lo ha bene lavato, io asciugo il suo culo e le spalmo col dito un po’ di vaselina e anche la mia mazza è tornata la bestia bello duro pronto a sverginare l’adorabile sorellina. Prendiamo una tovaglia da mare la stendiamo sul letto, lei si stende allargando le gambe mi dice ti puoi servire fratello fai piano mandami nel mondo della goduria. Monto sul letto le faccio mettere sotto la pancia due cuscini che alzano il culo, che spettacolo, lei con le mani a aperto le chiappe mettendo a bella mostra l’ingresso della caverna. Le punto la cappella roteando con la mano il cazzo cerco di farmi strada, piano piano giro e spingo fino a fare entrare la capocchia, il più era fatto la parte più grossa era entrata, la sentivo lamentarsi, mi fermo per fatta abituare, poi improvvisamente lei spinge il suo culo facendoli entrare tutto fino alle palle, questa volta emise un grido di dolore, amore forse mi hai rotto il culo, infatti ho dato uno sguardo un po’ di sangue stava uscendo. Le dico che lo esco per cercare di tamponare il sangue, no amore non lo uscire ora che mi sta piacendo, al sangue i pensiamo dopo. Lei stesso comincio a muoversi facendolo uscire e poi entrare, lentamente entrai in azione lo uscivo quasi tutto per poi rientrare, aumentando la velocità, la sentivo dire che bello come mi piace mi fai impazzire riempimi tutta innonda il mio culo di sborra. Ero felice, ero il primo ad aprirgli il culo. Stavo godendo a stavo anche venendo, sorellina sto per seminarti il culo sei pronta a ricevere tutto, si amore ho aperto tutto riempi anche L’ intestino. Tengo tengo fino a farmi male i reni, poi scaravento tutto dentro con una potenza inaudita avevo apertole saracinesche della diga, lo riempita tutta era piena, un po’ uscì dal culo con un po’ di sangue, mi dice non toglierò aspettiamo che si ammoscia così non mi fai male. Aspetto contento poi lei si sfila, si alza per andare in bagno mettendo una mano sotto gocciolava tutto quello che conteneva, andò a farsi la doccia col doccino messo in mezzo alle gambe si lavava con il sapone l’ano e lo raffreddava Era in fiamme si lamentava per il dolore. ci mette i un po’ di pomata rinfrescante, ride perché doveva camminare con le gambe aperte, se sapevo che mi distruggevi il culo, col cazzo te lo davo. Poi aggiunge no amore mio è stato bello ora che hai aperto la strada te lo darò tutte le volte che vuoi, mi da un bacio poi scende in cucina sempre con le gambe aperte. Se vi è piaciuto date il vostro giudizio.

 

One thought on “Ho sposato mia figlia e l’ho messa incita 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.