Spidy pizza

Spidy pizza

Spread the love

Mi chiamo Marco ho 19 anni sono studente e per mantenermi lavoro a fare consegne di pizza ,in quartiere bene di Roma , sono vestito con una divisa elegante ,alto 185 moro non ho tatuaggi visivi ma due nascosti uno sul inguine e uno sulle chiappe ,Era ultima consegna poi potevo andare a casa parto con indirizzo e arrivo riesco a trovare il parcheggio e scendo con il borsone cerco il nome sul citofono e si apre chiedo il piano e salgo , la porta semi aperta entro e chiedo permesso mi viene incontro un signore in vestaglia ,elegante e gentile pregoo si accomodi venga e mi fa strada verso una camera in fondo al corridoio e entriamo in una camera da letto grande mi dice di appoggiare la pizza sul tavolo , mi da i soldi gli dico che erano troppi , mi dice , aspetta tira fuori due pezzi di carta da 50 euro e mi dice ecco tieni . guardi che si sbaglia mi dice quanti anni hai ? IO 19 fai sport annuisco e lui mi tasta le braccia e il petto e dice bene hai dei bei pettorali , Amore vieni , e appare da un bagno una bella donna giovane e mi guarda ,sorride si avvicina e anche lei mi accarezza i muscoli ma si strofina ,ha una vestaglia di seta rosa ,e sotto non ha nulla , li guardo e dico Scusate ma è uno scherzo televisivo , mi giro intorno e chiedo dove sono le telecamere , fanno una risata e lei mi accarezza i capelli e mi dice , vedi ci sono delle serate che ci annoiamo e allora cerchiamo qualcosa che ci diverta , mi appoggia la sua mano sul cazzo , faccio un salto , tranquillo non vogliamo farti niente di male , Lui mi dice senti bello ti va di fare sesso con la mia donna ? io guardo ma non partecipo e lei che vuole cambiare e in quel momento la sua mano mi sta sbottonando la chiusura e infila la mano e lo massaggia con altra mano, mi accarezza la nuca e poi mi tira a lei e ci baciamo , m infila la lingua in gola la abbraccio e la stringo , apro la vestaglia e le accarezzo i seni , mi guarda e mi dice non farlo delicato , voglio un vero maschio che mi fa godere e quel momento sculaccio e la spingo sotto le sbatto il cazzo sulla faccia e le dico dai apri la bocca e succhialo e lo spingo verso le labbra fa un po di resistenza odore del sudore la fa eccitare le tiro i capelli e lei urla e gli ficco il cazzo in bocca poi le luci della stanza si abbassano e rimane una luce solo sul letto ,mi spoglio e lei che mi toglie le scarpe mentre lo succhia e rimaniamo nudi , cerco di capire dove sta il maschio di casa ma non vedo nulla ,il mio cazzone sventola , la prendo e la spingo sul letto le apro la gambe e mi piego arrivo con la faccia SULLA FICA , inizio a leccarla e succhiare il clitoride e ficco due dita dentro , lei si muove e si agita al tocco della mia lingua con le mani sotto le strizzo le chiappe e la spingo verso la mia faccia la sento che ci siamo accellero con le dita sempre piu’ forte e mordo il clitoride passandoci sopra il mento con la barba che punge e di colpo mi tira i capelli e mi fa struciare la faccia sulla fica aprendo e chiudendo le gambe urla e mugola e la sento che godeeeeeee le trema tutto il buco del culetto che si apre e si chiude e mi accorgo che orgasmo è vero , continuo a leccare poi mi tira verso di lei , e mi dice prendimi e fammi male . sbatto forte alla missionaria e poi alla pecorina alla fine a smorza candela e li la sento che ha un altro orgasmo aiutandosi con le dita , me lo caccia fuori lo succhia e lo masturba e quando sto per schizzare lo stringe sotto e poi appoggia la bocca aperta e si fa schizzare il denso liquido dentro la gola e succhia e lecca e pulisce asta ,si alza va verso il bagno e mi alzo , e arriva il maschio che mi fa complimenti e mi dice di rivestirmi poi prendo il borsone e torno a casa , sistemando il borsone trovo un biglietto con un numero n di cell e frase con scritto sabato pomeriggio chiama facciamo serata , Giulio …
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.