Legittima Difesa

Legittima Difesa

Spread the love

Siamo io e mio marito da soli alla villa al mare , sono le tre del mattino ,sentiamo dei rumori venire dal piano di sotto , mio marito prende la pistola e mi dice di nascondermi dentro il cassone del letto , lo ha alzato e io mi sono infilata tremando di paura e gli ho sussurrato di fare attenzione , sento i suoi passi , poi rumori la voce di mio marito e uno sparo ,rimango zitta e tremante in attesa , poi la voce di Luca mio marito che mi dice di uscire ,e tiene sotto tiro un ragazzo dell’ est avrà avuto 20 anni ,mi ha dato delle fascette e gli ho legato le mani dietro la schiena , poi alle gambe , lo abbiamo messo a sedere , Ero piena di rabbia e di paura , con le lenzuola mio marito lo ha bloccato alla sedia ,siamo scesi e abbiamo guardato se ci fossero altre persone , poi ci siamo versati un brandy per riprenderci dallo spavento , ha inserito allarme che aveva dimenticato e siamo saliti in camera , il ragazzo aveva occhi sbarrati ,mio marito disse , inutile chiamare la polizia tanto domani starebbe fuori di nuovo ,e mi ha detto di aiutarlo a spogliarlo nudo , e cosi abbiamo fatto , Sono rimasta di sasso , quando tolto lo slip ha cacciato uQuando una persona che amiamo se ne va via per sempre, è difficile imparare a vivere con quel vuoto profondo che si spalanca all’improvviso. E non basta semplicemente voltare pagina. Non basta ripetersi che la vita continua e che non serve a nulla piangere. Non basta imporsi di non pensarci… Quel vuoto è lì. Come una ferita profonda. Che pian piano cerchiamo di far cicatrizzare… Anche se alcune ferite non si cicatrizzano mai completamente…Non basta premere sul tasto “cancella” per cancellare veramente tutti i ricordi che ci legano alle persone care, per distaccarsi da chi non c’è più. Elaborare la perdita è un’operazione psichica lunga e complessa. Si tratta non solo di accettare la realtà, ma anche di riconoscere veramente ciò che si è perduto, compresa la promessa di tutto quello che si sarebbe potuto e voluto vivere con chi non c’è più. Fare l’inventario di tutto quello che era stato investito, progettato, auspicato e sperato, e capire che non sarà più possibile realizzarlo.
cazzo grosso e lungo ,che penzolava , Luca mi ha vista fissarlo ,e mi ha detto che c’e’ ? Mamma è enorme ,e Guardandomi con occhi da porco , mi ha detto ti piace ? te lo vuoi fare ? Siiiiiiiiii cosi lo messo sdraiato sul letto le mani legate ai lati ,Il ragazzo aveva capito si era eccitato , mentre io mi spogliavo davanti ai suoi occhi ,vedevo il cazzone che si inalberava duro e dritto ,e scappellato ,mi sono allungata e altezza del cazzone , ho iniziato a slinguarlo tutto di lato sulla cappella e asta si muoveva su e giu’ il ragazzo ansimava chiudendo occhi ,Luca nudo si masturbava ,e poi si è avvicinato al letto e diceva ” E’ brava vero ? ti piace porco schifoso landruccolo . poi mi ha preso la testa e ha avvicinato il suo cazzo alla mia bocca ,e lo ha infilato tutto in gola e tutto davanti alla faccia del tipo , poi mi ha detto di sedermi con la fica sulla faccia del ragazzo e farmi leccare la fica e cosi ho fatto , sentivo la lingua entrare e luca mi accarezzava e mi trastullava il clitoride facendomi sobbalzare , fino a che ho sentito salire il piacere e poi sono venuta gridando e tremando tutta mentre mio marito mi baciava in bocca .Mi ha fatto sedere sul cazzo e mi ha aiutata a farlo entrare facendolo scivolare , e muovendomi su e giu fino a che entrato tutto ero tutta bagnata , AMoreeeeeeee lo sentoooooo che bellooooooo , mi sono calata e lo baciato la sua lingua nella mia bocca , e mio marito gli ha detto , adesso ti sciolgo e tu non farai lo scemo vero ? IL tipo ha Fatto si con la testa e cosi libero mi ha stretto forte e spingeva il cazzone da sotto io lo assecondavo , mio marito dietro che slinguava la fica e il cazzo che entrava e saliva ,poi mi sono sentita stringere e girare sotto di lui . le gambe tutte aperte e lui che mi sbatteva forte , io gridavo , venendo per la seconda volta mi sentivo una troia affamata di cazzo , e cosi mio marito steso mi ha fatto salire su di lui e il ragazzo dietro mi hanno messo uno in fica e uno in bocca ,li giu’ colpi di cazzo mi sentivo piena , hanno accellerato e poi insieme mi hanno svuotato la loro densa sborra dentroooooo , dopo che ci siamo rinfrescati il ragazzo che ci chiedeva scusa e perdono per il fatto che era venuto per rubare , Mio marito gli ha detto deve pagare pegno , cosi a 69 io e il ragazzo io succhiavo cazzone e lui mi leccava la fica ,e mio marito ha preso la crema e la passata sulle natiche del ragazzo e tenedolo fermo per i fianchi ha spinto il cazzo , che scivolato dentro ,senza fare atrito ,e poi muovendosi il ragazzo spingeva il culo dietro ai colpi di Luca che gli ha chiesto , Ma tu lo prendi in culo ? Siiii quando sono venuto in italia facevo le marchette con vecchi e pagando bene ho dato anche il culo ,, cosi mi sono messa davanti a pecorina a fare il trenino , e mi sono masturbata veneno per terza volta e cosi loro uno in me e latro dentro il culetto del ragazzo .IL ragazzo che poi ha detto di chiamarsi Radù è rimasto con noi per tutto il fine settimana , ogni momento era buono , per fare sesso . io e lui poi in tre , poi lui e mio marito , adesso è il nostro amante segreto .. abbiamo voglia di aprire ad altri dotati e porci …
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.