1a volta da etero a trav 6a parte

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

1a volta da etero a trav 6a parte

Spread the love

Il Giovedì era da secoli la giornata libera per la nostra tata tuttofare di casa che abitava con noi nei suoi alloggi ed era anche la giornata in cui riceveva il suo compagno;ne approfittavano anche per fare gite nei dintorni e stavano fuori tutto il giorno.
E lo fecero anche quel giovedì rientrando la sera poco dopo cena per permettere ai nonni di andare ad una serata di carte e non lasciarmi solo a casa.
Calcolavo sempre tutti questi movimenti di persone in casa per poter sfruttare l’occasione di andare in taverna e provare tutto ciò che mi interessava per elevare il mio ego femminile in totale serenità;i nonni vanno comunicandomi che “tra poco torna la Rosy…”ed io mi fiondo in taverna,tanto come al solito quando rientra la Rosy mi caccia un urlo “sono arrivata dove sei…”io rispondo e sono a posto.
Quindi inizio : intanto schiero quasi tutto l’abbigliamento intimo ,le scarpe coi tacchi,gli abitini e le gonnelline,le tre parrucche ed i trucchi,tutti accessori ed oggetti che nel frattempo si son moltiplicati grazie ai regali del signorotto e del Vanni.
Scelgo : reggicalze a 4 elastici di stoffa e pizzo nero,calze 20 denari nere perchè con le gambe abbronzate prendono un tono quasi dorato ed inoltre lo stacco con la parte alta della coscia abbronzata è notevole,slip sgambato alto a perizoma di pizzo nero;poi mi infilo un abitino stretch nero aderentissimo che scende a coprire appena appena i gancini del reggicalze e scarpe nere decollete con cinturino alla caviglia e tacco sottilissimo da 11cm.
Abbino la parrucca color nero con frangetta sugli occhi e capelli ricurvi alle spalle…ed inizio il make-up copiando da riviste femminili usate da nonna,Rosy e qualche conoscente di casa che dopo averle guardate tra amiche le lasciava lì.
Applico un bel rossetto rosso cardinale con riga matita di contorno più scura e poi ombretto azzurro uguale ai miei occhi,rimmel e riga nera sulle palpebre.
Sono soddisfattissimo!Inizio a orientarmi col trucco e far pratica coi prodotti.
Ed ho il solito problema : passeggiare così agghindato mi tira il pisello!
E mi esce per più di metà diritto ed in verticale dallo slip e si nota col vestitino attillatissimo…ma finchè son solo va benissimo così…
Mi pavoneggio nei riflessi della vetrata,davanti allo specchio ed ogni tanto mi masturbo il culo sedendomi sulla sedia dove ho fissato il fallone enorme e statico…
Certo,nonostante le sue grandi e goduriose dimensioni non è come stare in compagnia di un cazzo vero ma ogni tanto tutte queste prove,cambiamenti di travestimenti ect ect mi sono utilissime e mi gratificano pure;eppoi oltre a rimirarmi che già mi eccita e crea atmosfera godereccia,il fallone mi fa pure godere di culo.
Infatti a furia di darmi 4 o 5 stantuffate e far due passi vengo di culo!Brividi spasmi contrazioni a tutto il buco del culo intensissimi!
Ma nel frattempo l’orologio avanza e sono quasi le 22…sento l’auto,in giardino e poco dopo l’urlo beluino della Rosy al quale rispondo ridendo come al solito e tutto finisce lì;però ora son meno sereno anche se la tavernetta è chiusa,abbasso le luci usando solamente una abat jour e proseguo i miei esperimenti di camminata,star seduto in mille modi,muovermi con un certo stile,copiare quel che osservo delle signore che partecipano ai tornei qui in casa.
Son le 23 passate,nessun rumore,solo le ondine del lago : Rosy e Luciano son nei loro locali se non addirittura dormono già ed i nonni almeno sino alla una non rientrano ed io ho tanta voglia di esibirmi in un giretto in giardino,prendo coraggio e vado.
Per mè è stupendo passeggiare all’aperto senza timore di incontrare qualcuno che non sa di me e sopratutto mi conosce o addirittura frequenta come maschio,ricavo delle sensazioni ed emozioni intense,vive e reali.
Arrivo in fondo sino alla casupola del Vanni,che la sera non c’è perchè abita appena fuori del paese,poi mi appoggio alla balaustra che da sulla riva del lago…che bello!
Appoggiata a culo in fuori,piedi incrociati e sui tacchi,sfrego le cosce con quel fruscio caratteristico del nylon : che eccitazione!
Ho delle erezioni mai avute e non parliamo del forellino del culo : lo sento rilasciarsi e stringersi di continuo ed ho anche i brividi.
Mi sto godendo quest’aria libera di esser femmina in ogni aspetto,osservo il lago lucido e deserto,mi guardo attorno e…oh noooo!!!
Vedo un ombra spuntare da casa e camminare verso di me : chi cavolo è?!?Quando è circa a 50 mt da me riconosco la camminata e la figura : è Luciano ma,cosa ci fa in giardino a quest’ora?Mai successo prima che io sappia!
Dove vado?Cosa faccio? Che gli dico se arriva qui?
Sono più immobile della balaustra e lui continua ad avvicinarsi:”ciao anche tu qui a prendere fresco?”.Giuro che non mi escono le parole per rispondere finchè balbetto “s…i…s…i”
“stai bene vestito così…complimenti”.
Onestamente immaginavo commenti o considerazioni di rimprovero o di biasimo,invece questo suo modo mi permette almeno di riprendere fiato.
“grazie…grazie mille”dico sottovoce mentre mi pongo mille domande sul suo comportamento.
“ho portato un aranciata per te e io mi son preso una bella gazzosa,dai sediamoci che facciamo quattro chiacchere” ed andiamo vicino alla casupola dove ci sono due panchettine.
“però cammini bene coi tacchi,ti si addicono…”
“grazie…grazie…”
Ma intanto penso a quando saremo seduti,prevedo che inizierà quanto meno un sermone e cara grazia se non toccherà l’argomento di riferirlo a Rosy o peggio alla famiglia;mi siedo più composto che riesco,piedi nei tacchi ben uniti,ginocchia serrate,schiena eretta ben appoggiata allo schienale e mi preparo con due bei sospironi.
“ma è da molto che ti vesti da donna?”
“n..o…no”
“bhe a vederti si direbbe il contrario,sembri molto a tuo agio…e ripeto stai anche molto bene”
Mi sta completamente spiazzando,immaginavo tutt’altro e faccio fatica a comportarmi in maniera quantomeno normale;rispondo a monosillabi ed è sempre lui a gestire la situazione.
“intanto che siam qui fatti vedere meglio,alzati qui davanti a me “
Urca!Questo proprio non credevo…mi alzo rigido come un palo e mi metto di fronte a lui.
Con immensa delicatezza mi mette le sue mani sui fianchi e dolcemente mi gira su me stesso
“mica male veramente!anzi direi veramente figa”…e sorride
“facciamo due passi “
Mi prende sottobraccio e ci dirigiamo verso il fondo del giardino.
“sei molto disinvolto,mi sembra di dare il braccio ad una bella ragazza”.
Con la scoperta che ha fatto mi chiedo come rimanere così calmo,io mi butterei nel lago!
Arriviamo in fondo,oltre le grandi siepi ci sono alberi secolari e poi il giardino è finito!
Mi fissa dalla testa ai piedi,mi sospinge contro l’albero e si appoggia a me…le sue mani scorrono su e giù sull’esterno delle mie cosce,poi passano sul retro coscia fin sotto la curva del culo,salgono sino in cima alle natiche,ridiscendono ed a metà natiche me le divarica al massimo per poi rilasciarle almeno una decina di volte,poi riprende a palpare il tutto;tengo gli occhi socchiusi e lo lascio fare.
Mi bisbiglia ” so che ti piace…lasciati inculare…”.
Certo che mi piace ma non riesco a capacitarmi di cosa accadrà dopo : terrà il mio segreto?mi ricatterà?diventerà un bravo e serio amante come gli altri?troppe incognite per esser sessualmente sciolto e voglioso come mio solito.
Mi gira verso l’albero dove mi appoggio con le mani,piega le sue ginocchia,scende,mi solleva il lembo del vestitino
“cazzo che culo che hai!qui da vicino è davvero un culo notevole…”
Mi lecca tra le natiche poi le divarica ancora e ci ficca nel mezzo la lingua…me lo slingua tutto sino ad infilarmi la lingua su per il buco del culo scostando appena appena il perizoma.
Spaventato del dopo va bene ma,mi sto ugualmente eccitando e non poco.
“lo vedo e sento che ti piace..hai la pelle d’oca ed in brividi…vedo il buco del culo che si contrae…”.
Lo sento anche io di avere il buco del culo che si contrae e non solo : mi è tornato il pisello duro e dritto fuori del perizoma!
Continua a slinguarmi il buco e poi si rialza : si è tirato il cazzo fuori dei calzoni e sento la sua cappella appoggiata al mio buco del culo e con i palmi delle mani aperti mi tiene divaricate le natiche!
Sento la sua cappella pulsare sul mio buco e sono tutta eccitata,inizio ad inarcare in fuori il culo e muoverlo lentamente avanti ed indietro,non faccio apposta,è un movimento che mi viene naturale.
“ehh lo sapevo che ti piaceva prenderlo in culo…lo sapevo” mi bisbiglia all’orecchio…
SSCCCHHHVVVLLOPPP…ho la sua cappella nel culo…
Anche se con lui non ho ancora ben capito come comportarmi mi scappa un “…uuuhhh…”
“finalmente parli troietta…”ed inizia a ritmo serrato dentro fuori dentro fuori…ricominciando a palparmi cosce fianchi e culo…
“come lo pigli bene…non è la prima volta vero?L’hai già preso èh?”
“si…si…” ed intanto sto inziando a godere…ed a lasciarmi andare con le parole…
“allora ti piace?hai anche l’uccello duro….”
E svrong svrong svrong tutto in culo me lo mette
“s…i …s..i mi piace…”e mi eccita da impazzire il fatto che mi stia inculando il compagno di una donna,il compagno della Rosy!
Mai lo avrei immaginato!
Mentre mi incula da dietro impugna il mio pisello per menarmelo
“ma che troia…hai già sborrato da sola mentre ti inculavo…!!!”
“sssi…ssssiii…io godo quasi subitoooo…”
“vedo vedo…ti inculo quando vuoi cara…è incredibile vedere quanto godi…ti piace proprio il cazzo”
“ssiii…è vero…mi piace tanto il cazzo…tanto tanto”
“te ne do fin quando vuoi…continuo?”
” si si…continua continua…io sto per spruzzare ancora…continua continua…è bellissimo!”
Lui rallenta i colpi per non sborrare e durare più a lungo…io comincio a venire di culo,magnifico!!!E come sempre inizio a perdere la trebisonda.
Muovo molto il culo,sfrego le cosce tenendole strette per sentire di più il suo cazzo nel mio culo…
Poi mi stoppa “te scopi cento volte meglio della Rosy…andiamo in casa che voglio incularti tutta notte…!
Toglie il cazzo duro si ricompone,alla bell’e meglio ricompone anche me e ci chiudiamo in taverna.
Prende i cuscini del divano e li mette sul pavimento,mi prende e sdraia a pancia in giù…apre le gambe attorno alle mie chiuse e mi sale sopra,sfrega il cazzo qualche passata tra le mie natiche e
“adesso tesoro te lo metto tutto in culo”
Si sdraia sopra me e SSSSCCCHHHVVVLLOOOOPPP…tutto nel mio culo!
In questa posizione non l’avevo ancora fatto,mi sento schiacciata,sotto un uomo con il suo cazzo tutto nel mio culo ed inizio a ripetere “bellissimo…bellissimo…vai avanti vai avanti…è bello è bello” e sborro nei cuscini!
Sento anche i suoi coglioni comprimersi contro le mie natiche ed il suo ansare pesante sul mio collo,meraviglioso!
“dai bella devo farla…dove la vuoi?”
“mi piace ciucciare…mi piace tanto”
Veloce come un fulmine si alza,mi rialza,si siede a gambe aperte sul divano,mi fa mettere in ginocchio tra le sue gambe ed appoggio le mie sulle sue cosce.
Mi mette una mano sulla nuca e SFLLOOOSSSHHH…tutto in bocca lo piglio,stupendo e lo ciuccio solo con le labbra.
Qualche bella ciucciata sino in gola con la cappella che mi sfiora internamente le guance e mi dice
“guardami…voglio fartela su quel musino da troia”
“ssii…ssiii…adoro veder il cazzo schizzare”
Glielo meno e quasi subito mi sborra in viso,tutto tutto mentre gli guardo cazzo sborrare…
Che goduta…
Mi lascio appoggiare la testa sul suo cazzo e suoi coglioni e resto tra le sue gambe.
Lui mi accarezza la testa
“se avessi saputo che ti piaceva cosi tanto il cazzo ti avrei inculato già da tempo…tu sei nato per il cazzo”.
Mi compiaccio molto di quel che mi dice e stare con la guancia appoggiata al suo cazzo ancora mezzo gonfio mi tiene molto viva l’eccitazione tant’è che continuando a strusciare il viso mi ritrovo volutamente il suo cazzo tra le labbra.
E pian pianino lo ciuccio…
“puttanella…vuoi rifarlo?”
“……….si…………”
Attorno alle 2 e mezza mi stava inculando per la terza volta…mi aveva spogliato di tutto,dalla parrucca agli abiti,ero solamente in tacchi calze e reggicalze,niente altro
“sei viola in viso…stai godendo ancora…sai cosa ti dico?che la prossima volta invento qualche scusa con la Rosy e mi porto un amico così ti facciamo il culo in due…ci stai?”
Era supino ed ero seduto sul suo cazzo…manco gli davo retta…il pisello non mi tirava più ma di culo stavo godendo da impazzire…
“mi hai sentito?”
Mi son chinato e gli ho bisbigliato che “quando vuoi Luciano,quando vuoi”.
Al termine di tutto mi son addormentato con quel bellissimo pensiero in testa.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

One thought on “1a volta da etero a trav 6a parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.