Un’orgia inaspettata

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Un’orgia inaspettata

Spread the love

Era una domenica d’estate e la noia regnava sovrana. Avevo 16 anni ed ero un ragazzo ancora insesperto nei rapporti con la gente e sopratutto credulone. Fisicamente mi difendevo avendo fatto calcio e nuoto per cui ero alto ben messo e sopratutto peloso al punto giusto. Mostravo più dei miei anni. Godevo spesso nel sentirmi ammirato dalle ragazze ma anche dai ragazzi sopratutto più grandi di me.
Quel pomeriggio afoso che sembrava dovesse restare nell’anonimato invece finì per restare a vita impresso nei miei ricordi. Un amico di mio fratello, Giovanni 25enne atletico e corteggiatissimo dalle ragazze venne a casa cercando il mio fratellone che era fuori per il weekend con la ragazza. Dopo essersi bevuto una bevanda fresca per limitare la calura mi chiese se lo accompagnavo a casa sua perchè voleva un aiuto per sistemare il suo pc ormai lento ed io che ero un esperto accettai ben volentieri. Sempre meglio che morire di caldo a casa, pensai. Arrivati a casa sua dopo alcuni minuti suonò il citofono ed erano uno zio 50enne, Vito, e suo cugino Andrea 27enne che si intrattennero con lui a dir fatti. Mentre loro ridacchiavano io cercavo di sbloccare quel pc malandato. Aprii una cartella dopo l’altra ed ad un certo punto ne trovai uno davvero porno: c’erano le sue foto nudo mentre si masturbava. Rimasi attratto da quelle foto, non pensavo che avesse un cazzo davvero grosso e sopratutto una cappella larga. Ero talmente attratto da quelle foto che non mi resi conto che Andrea dalla finestra del balcone guardava me smanettare quelle foto hot. Piombò in stanza Giovanni rimproverandomi perchè stavo spiando le sue cose ma mi giustificai dicendo che non sapevo cosa contenesse quella cartella. Il prblema per me fu dover giustificare l’erezione che avevo sotto i pantaloncini che era molto evidente; ero imbarazzatissimo sopratutto perchè vedevo Vito e Andrea sorridere di gusto. Giovani che conosceva la mia inesperienza e timidezza capì che forse ero attratto da quelle foto e con rabbia mi fece alzare dal pc notando il mio pacco gonfio. Con decisione mi tirò giù i pantaloncini e gli slip e venne fuori il mio uccellone acerbo ma ben fatto. Capirono che ero attrato dal fisico maschile e che non reagivo alla sua irruenza per cui per loro fu gioco semplice iniziare a divertirsi. Ero nudo sul letto di Giovanni e loro tre che iniziavano a spogliarsi dicendosi come iniziare a scoparmi. Iniziai ad avere una timida reazione perchè capivo cosa volevano farmi e non volevo vista la mia totale inesperienza. Era troppo tardi oramai; Vito e Andrea si spogliarono e guardandomi tutto nudo sul lettose lo masturbavano con avidità e piacere. Giovanni tra un misto di rabbia ed arrapatura si tolse pantaloncini e slip e avvicinandosi a me mi obbligò a toccarglielo. Era duro davvero ed aveva un odore davvero fantastico. Ovviamente anche gli altri due ne approfittarono e in breve tempo avevo tre cazzi grossi da segare. Tra apprezzamenti irripetibili e smorfie di piacere in breve dalla sega si passò al pompino ed a turno iniziai a leccarli quei grossi cazzi scappellati e pelosi con due palle penzolanti e gonfie. Giovanni dal cassetto del comodino tirò fuori un tubetto di vasellina e capii che cosa voleva farne ma ormai non potevo più fermarli. Con decisione mi fece mettere a pecora e mentre spompinavo gli altri due lui mi inumidì il buco e pian piano sentii la sua cappella che mi apriva il culo. Il dolore fu indescrivibile ma ben presto man mano che lo infilava dentro lasciava strada al piacere; mentre mi inculava da sotto lo guardavo mentre mi impalava e vedevo le sue palle pelose che penzolavano a ritmo sempre più veloce. Ovviamente si alternavanoa impalarmi gli altri due e la mia bocca e il mio culo erano sempre ooccupate a soddisfarli. Durarono circa 30 minuti intensi e piacevoli dove mi fecero conoscere i piaceri del sesso in tutte le posizioni. Sborrarono almeno due volte a testa per fortuna non nel mio culo ma mi riempirono il petto e la faccia del loro sperma caldo. Non ero più vergine ma ne ero contento anche se non avrei mai pensato di farlo con tre persone contemporaneamente. I pomeriggi di sesso si son ripetuti anche se non sempre a tre ma comunque sempre piacevoli e ben voluti.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

One thought on “Un’orgia inaspettata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.