Sesso al bivacco

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Sesso al bivacco

Spread the love

Diario vero di bordo di un pazzo sfigato:
Tutto ha avuto luogo in questi mesi passati ed e andato oltre ogni immaginazione, sono sempre stato uno che per una vita ha avuto un sacco di fantasie erotiche mai realizzate, come un perfetto sfigato, a causa del mio retaggio fortemente religioso per molti anni fino a questa esperienza non ho mai avuto alcun genere di avventura. Devo dire che non è sempre stato così perché da ragazzino ero una specie di animale in calore, nella piccola borgata di paese raccoglievo giornali porno buttati per strada e questo mi ha spinto a realizzare i miei desideri seducendo le mie cugine e amiche in giochi che via via si fecero sempre più spinti così ben presto ebbi rapporti completi con mia cuginetta e anche con la mia vicina della mia stessa età e di una altra mia cugina e altre due della piccola frazione e un paio di compagne di classe delle medie il tutto condito da rapporti continuativi ho letteralmente avuto due orge vere con le mie due cugine, queste cose hanno lasciato memorie di piaceri negli anni dimenticate, devo dire che con il senno di poi non è proprio il massimo della sanità essere così precoci sopratutto per la pornografia, ma poi all improvviso c’è stato un distacco drastico a causa del riscoprire i miei valori religiosi che mio padre mi impresse di tipo bigotto.Nel frattempo nello stesso periodo iniziai a praticare arti marziali e meditazioni orientali al punto di passare giornate intere dedicate a queste pratiche, a sedici anni cominciai ad arrampicare tra una cosa è l’altra e divenni così un ottima e costosa guida in quanto conosciuto nel ambiente per avere fatto ascensioni difficili in solitaria già a 18 anni. il sesso?.. Finito nel dimenticatoio, così come la mia grande forza seduttiva che avevo da ragazzo un povero sfigato insomma, ma dentro di me nutrivo sempre queste fantasie qualche volta soddisfatti con il porno. Un vero peccato per uno che le ragazze più grandi del paese dove vivevo soprannominavano tigrotto futuro, in quanto dicevano che da grande sarei stato un grande amatore a motivo di un carattere molto seduttivo.Direi che però la realtà è poi diventata un altra per decenni ho vissuto una vita normale e con poche donne concentrato su altro e talvolta un sacco di carica erotica non soddisfatta.Fino a quel giorno che ha scatenato in me la mia natura sopita, stavo andando a fare una scalata solo in zona tre cime di lavaredo niente di che, anche se davano variabile decisi di correre un piccolo rischio brutta idea venne giù un forte temporale e nebbia al punto da dovere interrompere l’arrampicata e ripiegare in un bivacco non ero affatto nel panico in quanto conosco le zone più delle mie tasche, questa fu la fortuna di due turiste americane che trovai per strada e totalmente nel panico una anche con una bella sbucciatura al ginocchio, dopo essermi accertato del loro stato le sgridai dicendo loro che avevo visto fino troppe persone farsi male quando di servizio nel soccorso alpino, le rassicurai e gli dissi di ripiegare con me in un bivacco eravamo letteralmente zuppi. Giunti al rifugio comincio un’avventura che è andata ben oltre i miei sogni, appena arrivate al bivacco Sarah e Caroline si spogliarono davanti a me per appendere i vestiti zuppi rimanendo solo in mutandine e Reggiseno che per di più erano trasparenti, si vedeva tutta la patatina rasata devo dire che non erano affatto imbarazzate mentre io lo ero eccome, cercai di distogliere lo sguardo ma nn ci riuscì avevano due stupendi corpi longilinei e dei glutei mozzafiato, diventai rosso come un peperone in quanto ebbi una erezione che non potei controllare loro se ne accorsero e mi dissero dont’worry dosent’matter. Io ero sempre più eccitato e fradicio, loro mi chiedono ma sei imbarazzato a spogliarti davanti a noi ?..Dissi no no, lo ero eccome, fu così che anche io rimasi in mutande, in mutande in un rifugio con due bellissime ragazze di 23 anni, medicai la ragazza con il kit, ad un certo punto non feci più caso al loro corpo e fu così che la nostra amicizia crebbe ridevamo e scherzavamo come pazzi, e tra un racconto e un altro delle mie spedizioni, non mi sembrava vero di essere in tre in mutande sconosciuti a ridere e scherzare, nel frattempo avevo visto un pacco di candele ne accesi alcune così la temperatura sali un po’ anche se devo dire che il bivacco era bello caldo in tutti i sensi.Ad un certo punto vidi Carol e Sarah che si parlarono nel orecchio e mi guardarono ridendo maliziosamente pensai “ cosa avranno da dirsi”da lì a poco lo scoprii con mio piacere. Devo dire che sono un uomo perfettamente normale fisico molto compatto ma normale e definito da anni di arrampicate estreme, bellezza media, misure medie del pene, niente di che se non per il fatto che ho sempre avuto un travolgente sguardo e una vita da selvaggio, forse l’unica dote insieme al fatto che anni di controllo con tecniche orientali e di studi sul tantra mi hanno portato ad avere una resistenza e letto da sfidare anche chi si bomba con in farmaci più potenti, conosco letteralmente tutto so ciò che riguarda le tecniche orientali del tantra per quello che è l’amore e non il sesso.
Parla che ti parla ridi che ti ridi arrivarono le 22 Loro erano sprovviste di sacco a pelo avevamo solo il mio da spedizione, proposi che l’unica soluzione era stendere i materassini a disposizione , due e mettere il mio sacco a pelo di tipo Himalayano sopra di noi, così accade ma poi la soppressa si tolsero molto sensualmente le mutande e dissero noi dormiamo così adesso erano nude che belle ragazzi, mi dissero non ti vergognerai mica no?..Ridendo mi dissero perché non ti metti anche tu nudo io ero totalmente con gli occhi fuori dalle orbite, acconsentii loro erano già stese ed io in piedi mi scrutarono ridendo dicendo ma che bel pisello che hai sono certo che lo abbiano fatto per imbarazzarmi, mi dissero ma lo usi?.. Ora ero veramente rosso, non sapevo più che fare, risposi loro nel mio inglese con accento di Pittsburgh anytime, dissero we see ,comunque ci mettemmo a dormire mi dissero dai tu stai in mezzo, così mi girai dal fianco di Sarah cercando di non toccarla, ma la porcella arretro per appoggiarsi a me li nn riuscii più a trattenere l’erezione iniziai a sudare come un pazzo per controllarmi, ma lei comincio a strusciarsi sempre di più e lentamente, ad un certo punto non resistei quando comincio a toccarmi con le mani le mie parti intime finché andò con al Bocca a baciarmi e a farmi un pompino stratosferico, godevo come un pazzo era un artista, ad un certo punto mi parlo nel orecchio dicendo do you like it ah?.Dicendo a me:”non fare rumore Carol e puritana non dobbiamo svegliarla, si scandalizza” io ero eccitatissimo una ragazza bellissima che mi leccava il pene come un pennello un artista uau, dove venti minuti mi parlo nel orecchio mi disse che era impressionata perché nessuno aveva mai resistito tanto senza venire quando lei fa pompini, li non ci ho visto più e dissi now is my duty, il vecchio Hans era uscito, cominciai a leccargli la patatina molto delicatamente e con ritmi regolari ad un certo punto la sentii mugugnare gli dissy shut up mettendo una mano bagnata sulla sua bocca, comincia a penetrarla con ritmo delicato quando stava per venire rallentavo o mi fermavo lei ansimava sempre di più era letteralmente un lago di sudore, ma io non molavo giocavo a tenerla sul climax, ormai aveva scatenato quello che era stato tenuto dormiente per anni fu così che per quaranta minuti la penetrai, ad un certo punto lei venne così forte che sentii la vagina che continuava a pulsare per una ventina di secondi, Sarah quando venne continuo a tremare per un po forse un minuto mi sentivo veramente soddisfatto, girandomi per sbaglio verso Caroline mi accorsi che stava penetrando con una candela alla faccia del fatto che dormiva dissi ad alta voce allora loro risero, le dissi dai le us make it, togliendo il sacco, adesso ero ora io a condurre il gioco cominciarono di nuovo a baciarlo e a leccarlo, poi Caroline si mise sopra di me e con il suo ritmo venne Sarah era sopra la mia bocca che se la faceva leccare, dopo un Un paio di ore di amore stratosferico dormimmo. Fu così che l’indomani Sarah e Caroline Andarono al hotel presero le loro cose e vennero a casa mia per una settimana indimenticabile. Così fui invitato come Giuda Alpina ad andare in zona Cerro torre Sud America, con loro e altre quattro amiche che mi volevano far conoscere con una sola tenda poi, vi racconto come sono andate le cose compresa l’ospitalità passata a casa di Sarah e delle amiche della mamma Lauren tutte mezze rifatte, a Jersey City a spiegare pagato nella pratica le tecniche del tantra, ora sono nel Cerro meno 15 gradi con queste ragazze da dieci giorni al base camp da lì non andremo oltre tropo pericoloso per loro, ma è stato fantastico oltre quello che posso immaginare, sono stato introdotto in un giro di amiche uniche e libere mi hanno fatto la proposta di stabilirmi a Jersey per fare parte del loro giro di amicizie molto particolari non credevo che queste cose esistevano davvero e non solo nei film vediamo sono molto indeciso sono legato alle Alpi.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.