l’auto in panne

l’auto in panne

La mia amica Giovanna era ricoverata in Ospedale e quella domenica di luglio avevo deciso di andarla a trovare, anche se l’Ospedale si trova a 200 km di distanza.
Quel weekend sarei stata sola ( mio marito era fuori per lavoro) e e la sarei presa comoda, guidando per l’Aurelia con i finestrini aperti e il sole in faccia.
Parto con calma la mattina.
Fa caldo, indosso un vestitino leggero e sneackers.
Ho 40 anni , sono bela e molto formosa, diciamo che la mia sesta naturale e ancora soda non passa inosservata.
Inizio il viaggio e passo in mezzo alla campagna, canto e guido.
Ad un certo punto si accende la spia dei freni.
Memore di un incidente avuto anni prima mi accosto e cerco l’autofficina più vicina.
Google mi indica 10 km.
Mi rimetto in auto e cautamente arrivo all’ autofficina.
Scendo e non vedo anima viva.
Penso che siano in pausa pranzo e mi aggiro nei dintorni.
Vicino c’è una casa in costruzione e vedo degli uomini che lavorano.
Mi avvicino e chiedo: Scusate, sapete a che ora tornano quelli dell’offcina?
Uno si gira e mi risponde: eh bella Signora, non tornano, sono in ferie.
Io mi mostro disperata al che un altro dice ridacchiando e squadrandomi: beh signora, se sarai carina con noi, te l aggiustiamo noi l auto…
Io sorrido con un misto di spavento e divertimento e faccio per andare via quando uno dei muratori mi afferra per le spalle e mi dice:allora non ci siamo capiti…ora tu fai la carina e noi ti aggiustiamo l auto…
Cerco di urlare ma mi rendo conto che intorno non c’è nessuno…
Il più robusto mi prende di peso e mi porta all’interno dell’edificio in costruzione…
Dentro non ci sono ne mobili ne niente….solo alcuni giacigli dove forse dormono gli operai..
Sono in piedi in mezzo alla stanza…
loro sono 5….giovani e robusti..
Io tremo e loro ridono.
Uno si avvicina e dice…dai facci divertire e non ti faremo niente…
Io sorrido e sento le mani di tutti che mi spogliano…
in men che non si dica sono nuda in mezzo alla stanza polverosa…con le mani dei ragazzi ovunque….ne ho due attaccati alle tettone come due neonati, uno
che mi fruga fica e culo…due che si masturbano e guardano
Intanto i commenti si sprecano….
Avete visto che mucca da latte…che fortuna oggi….con questa ci divertiamo.
Il più grosso mi solleva letteralmente di peso e mi porta su uno dei giacigli…
Si sdraia e mi fa segno di mettermi sopra di lui
Io, impaurita ed anche eccitata, ubbidisco e inizio a cavalcarlo.
Ha un membro enorme..lo sento fino in pancia….ho un cazzo in bocca..due nelle mani e sento il quinto che mi lubrifica il buchino….
Sono impaurita …ma mi lascio andare.
Il gigante sotto di me stantuffa come un pazzo….e intanto sento un altro cazzo che mi sta per inculare….
Urlo ma nessuna pietà…zaaac…eccomi ripiena davanti e dietro….
sento i cazzi duri dentro ..sono come in trance….mentre i due attaccati alle tette iniziano a mordere e a scalpitare, vogliono il loro turno…
Solo il quinto, probabilmente il capo, osserva paziente.
I primi due escono e mi sborrano addosso…e i due che erano attaccati alle tette prendono il loro posto.
Ho le tette viola, gonfie…
I due che hanno preso il posto sono infoiati e ci danno più degli altri che ora mi ciucciano le tette….
anche loro escono e mi sborrano addosso…
A questo punto il quinto dice….oh bene ora che l avete scaldata tocca a me…
Si avvicina …ha il cazzo enorme….mi prende e mi porta in un altra stanza…
lì c’è un letto vero e proprio..mi fa mettere a pecora e mi ammanetta alla testiera del letto….
applica ai miei capezzoli dei pesetti…che me li tengano sempre in tensione e mentre io urlo dal male inizia a lubrificarmi il buchino….
Prende un dildo enorme e me lo mette in figa….
e poi …una volta ben lubrificato…mi penetra dietro con una forza inaudita…tanto che credo di svenire…
ora ho i capezzoli in fiamme…le braccia bloccate….il dildo in figa e il tizio che mi sta spaccando il culo….
Urlo come una pazza….ma lui continua senza pietà…
lo fa fino a che mi viene nel culo…
Sento i fiotti caldi…….
Si leva e dice: brava…ti sei meritata la riparazione dell’auto..
Mi alzo…mi portano acqua, asciugamani e mi fanno un caffeèèè…
Vado via distrutta ma goduta da morire…

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.