La Segatrice

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

La Segatrice

Spread the love

Sul finire degli anni ’90, eravamo una coppia birichina, io Carlo quarantenne ruspante, mia moglie Marina trentenne, bella donna, con due tette sode quarta misura e curve accentuate da un paio di chili di troppo, molto sexi nel vestire, amava le minigonne vertiginose come vertiginose erano le sue scollature.
Frequentavamo un club privé di Milano con una certa assiduità, avevamo instaurato un rapporto di amicizia con molte coppie e qualche singolo.
Con uno in particolare che chiameremo Giorgio, ci ritrovavamo tutti i sabati, lui era assiduo frequentatore che approfittava delle serate per contattare le coppie e invitarle a fornirsi dell’abbigliamento erotico presso il suo sexi shop, insomma univa il dilettevole all’utile.
Mia moglie in particolare si trovava molto bene a scopare con lui, quando poi andavamo a trovarlo nel suo negozio, lui con lei era molto brillante e molti capi di abbigliamento da troia che sceglieva, glieli scontava o addirittura…. regalava, lei dal canto suo, aspettava l’ora di chiusura e ricambiava in natura, io mi limitavo ad aspettare che esaurissero le loro voglie guardando qualche videocasseta porno.
Una sera di giugno arrivò con una novità all’avanguardia per quei tempi, ci disse di aver acquistato alcune videocabine, alle nostre domande ci spiegò che si trattava di cabine con vetri opachi, all’interno di ognuna era installato un monitor, ed un sedile a due posti imbottito per eventuali coppie, il cliente sceglieva la videocassetta, pagava la visione (circa diecimila lire) il gestore, dalla sua postazione la inseriva in un videoregistratore, e l’utente chiuso nell’intimità di questa cabina, poteva godersi lo spettacolo in tutta tranquillità e masturbarsi a piacere, completava la dotazione un rotolone di carta asciugatutto e il cestino gettacarta (per lo sfogo finale).
Era la soluzione ideale per quelle persone che non potevano guardare i porno da casa, vuoi per la mancanza del videoregistratore o per i falsi pudori di certe famiglie.
Avevamo riso ma avevamo promesso che saremmo passati a sperimentarle e l’indomani sera eravamo al sexi shop, io in particolare ero molto curioso della novità, con mia moglie ci eravamo ritirati in una cabina, poi lei mi aveva masturbato, io ero eccitatissimo, ero venuto in pochi minuti ed eravamo usciti ridendo.
Giorgio però quella sera aveva una proposta di lavoro per mia moglie, dopo la chiusura ci eravamo fatti portare delle pizze e lui aveva esordito:
“Nei prossimi tre mesi, per promuovere le videocabine, farò pubblicità con volantini nei vari clubs privè e alla fiera dell’erotismo, darò buoni sconto che permetteranno di vedere due film al prezzo di uno e poi….. vorrei incentivare la visione dei film per i più esigenti con la presenza di una assistente di cabina che darà una mano a quegli utenti che possono spendere di più….. cioè a dire….. segare il cliente pornofilo.
Ci vorrebbe una bella donna…. con la mano fatata….. vestita in modo provocante…. si insomma…. come te, Marina….. tu Carlo che hai provato poco fa, cosa ne pensi ?”
Avevo risposto ridendo:
“Sicuro, mia moglie quando è vestita da troia appena glielo tocca a qualche singolo lo fa venire, certamente i tempi di utilizzo delle cabine si accorcerebbero, sarebbe un incentivo per ammortizzare l’investimento.”
Giorgio, abbracciando mia moglie aveva ripreso:
“Marina, che ne pensi se per tre mesi ti assumo e dai una mano a quei poveri segaioli ? I vestiti che dovresti indossare sarebbero del negozio… potrebbe essere una esperienza nuova….. dimmi di si Marina….”
Mia moglie che a quei tempi era insegnante e per l’estate sarebbe rimasta in vacanza, aveva accettato, l’esperimento sarebbe partito da metà giugno fino a metà settembre, il mattino l’avrei accompagnata io che ero di strada per lavoro, la sera sarei andato a prenderla, tutto sembrava combaciare.
Giorgio sapeva promuovere la novità con discrezione e tatto, le videocabine erano per la maggior parte del giorno occupate con la presenza all’interno di mia moglie, la sera quando passavo a prenderla lei era quasi sempre all’opera, i regali in vestiti che Giorgio le faceva erano numerosi e lo stipendio era decisamente interessante, è stata l’estate più remunerativa per lei.
Alla sera a casa, mi confidava tutte le sue sensazioni e la giornata lavorativa, compresa la pausa pranzo che durava dalle tredici alle quindici, durante la quale spesso alcuni clienti chiedevano un appuntamento per una visione, quei pochi giorni che non c’erano clienti, lei e Giorgio scopavano sul divano e lei acconsentiva perchè mi spiegava:
“Sai amore, oggi un signore mi ha chiesto di salire sopra di lui, io non me la sono sentita di negarmi….. mi sembreva di fare la difficile e allora l’ho fatto scopare, lui mi ha regalato un vestito che ha pagato a Giorgio….. un ragazzo mi ha chiesto se le facevo un pompino, io entro sempre con i preservativi, allora gliene ho messo uno e l’ho spompinato…. sai amore, oggi nella pausa pranzo Giorgio mi ha baciato e masturbato….. mi ha eccitata e mi ha chiesto di spogliarmi….. lui è come se fosse il mio titolare, non posso deluderlo e rifiutarmi o lasciarlo eccitato…… dopo aver masturbato tutti…. anche lui ha le sue esigenze… poi mi è sempre piaciuto scopare con lui, mi fa godere tanto….. mi fa bagnare tanto e mi fa venire tante volte, sai amore, oggi ne ho masturbati 8 sai amore, oggi ne ho fatti venire 12.”
Ogni sera mi raccontava con dovizia di particolari il suo lavoro, poi mi trascinava a letto e a seconda della sua eccitazione si metteva sopra scopandomi oppure si limitava a segarmi se era sazia.
A settembre l’esperienza di masturbatrice per mia moglie era terminata, nei mesi seguenti poi, erano cambiati i sistemi audiovisivi e finita la novità, i clienti cominciavano a scarseggiare quindi Giorgio chiedeva aiuto a mia moglie solo per alcuni clienti affezionati in alcuni pomeriggi, infine dopo pochi anni le cabine erano state smantellate perchè nel frattempo il modo di fruire della pornografia è cambiato e oggi le videocabine sono solo un lontano ricordo un ricordo.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

4 thoughts on “La Segatrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.