Sotto ricatto 2

Sotto ricatto 2

Spread the love


Sono sei mesi che facciamo sesso con mia madre, e mi ha insegnato tante cose , come bloccare e ritardare il coito ,senza ammosciare il cazzo , abbiamo provato tutte le posizioni , e ragazzi non avevo mai goduto cosi tanto . ha comprato un vibratore della misura di Rocco Siffredi e prima ci serve nei preliminari ci giochiamo e la faccio venire subito , lei era gia nuda a letto che sono entrato e facendo meno rumore mi sono infilato sotto le lenzuola , ero tranquillo e mi stavo rilassando , che la sua manina tachetè che mi afferra il cazzo , salto e lei ride , ma sei matta , avvisami mi fai prendere uno spavento , mi viene sopra e strusciandomi mi dice , ho un desiderio sessuale che a tuo padre non ho potuto mai chiedere , perché era bigotto ,e quando facevamo sesso immaginavo un altro insieme a lui mi prendevano da tutti i buchi e mi trattavano da troia , e solo cosi godevo , uno dietro e uno davanti o tutti e due sotto , mi bagnavo e sentirmi una cagna toccata da 4 mani rozze mi eccitava e bastava che mi toccavo sotto e godevo alla grande e lui era contento che era opera sua . Tu mi vuoi bene ? e cosa ne pensi ti ecciterebbe che io in mezzo a due cazzoni dotati , mi sbattono e mi fanno godere senza che mi tocco ..’? E mentre parlava leccava il cazzo e mi guardava con gli occhi pieni di sesso .Pero’ andiamo fuori dalla nostra città e io devo essere sempre presente e te li trovo io , voglio gente pulita senza malattie .e talmente la cosa ci aveva eccitato che lo girata e scopata ala grande . infilandole il cazzo finto e dicendole dai troia fammi vedere come lo succhi .. dai cagna facci godere due bei cazzoni tutti per te e li siamo partiti che abbiamo sbrodolato insieme , Dando un occhiata su internet e cercando club privè che mi davano una certa sicurezza e non per strada da camionisti , poi parlandone con amici , mi ero fatto una certa esperienza , che sono andato di pomeriggio , era fuori mano vicino la super strada ,potevamo indossare le maschere , mi ha spiegato le cose che si possono fare e quelle che non si possono fare .ho fatto le tessere dando nomi estranei ,e saremmo venuti la sera dopo ci stava una festa stile africano ,avremmo indossato dei gonnellini di paglia e sotto nudi . eccoci pronti lavati sbarbati e profumati , arriviamo do le tessere e ci hanno dato per la nuova coppia gratis o il salotto privato e potevamo portare 3 persone o solo maschi o solo donne , oppure sciegliere tra ospiti chi portarsi portarsi nella sala blu. dove ci stava un letto circolare che toccava le pareti e ci stavano tanti buchi ognuno da fuori poteva allungare toccare e infilare i cazzi . Ci siamo fatti un giro per vedere il locale ,avevamo una maschera sul viso di cuoio e aperti solo gli occhi e la bocca ,i buchi del naso .un mantello leggero e sotto nudi , qualcuno si era appartato nei camerini , poi nella sala video tre maschi guardavano i film segandosi la tenevo per mano e lei tremava era eccitata ,arriviamo in fondo al corridoio e entriamo luci soffuse colorate che inquadrano una slang un amaca appesa al soffitto dove una donna sdraiata a gambe aperte poteva farsi scopare da tutti e ai lati succhiare i cazzi che poi avrebbe preso e tutti sborravano dentro o fica o in culo o in bocca , torniamo al bar e si stava affollando mi capita un bel ragazzo muscoloso e aveva una bestia di cazzo , che moscio sembrava il mio da dritto , ci guardiamo poi allunga la mano e si presenta Giulio 32 anni , poi apre il mantello a mia madre e fissandole il corpo le fa un complimento si porta il dito alla bocca e poi la saliva sui capezzoli ,mi chiede siete una coppia ? Dico si e la prima volta che veniamo , ci prende per mano lui al centro e ci porta nel corridoio e apre una porta e entriamo chiude e accende la lucetta c, è un letto al centro tondo e prende mia madre le toglie il mantello si spoglia e mi dice anche tu , tranquillo la faccio godere io , lasciami fare ti dirò io quando puoi partecipare si abbracciano la bacia la tocca da per tutto , lei prende il suo cazzone e lo stringe , lui la fa stendere e le apre le gambe , infila la testa sulla fica e lecca morde infila tre o quattro dita dentro la fa bagnare , lei che mugola e geme si agita , urla e lui spinge strusciando il bordo sul clitoride , lei sbatte a destra e sinistra haaaaaa siiiiii mmmmmmmmmmm godoooooooo eccomiiiiiii sussulta il bacino e vedo squirtare mia madre come se avesse schizzato lo sperma , il cazzo dell’ amico era diventato un braccio . si è alzato e appoggiato la cappella ha iniziato a spingere , faceva fatica , mia madre diceva no ti pregoooooo ma lui si eccitava e la schiaffeggiava sulle chiappe e ha spinto dentrooooooooo hahhhhhhhhhhhh la baciata per non farla urlare io avevo il cazzo duro che mi scoppiava e vedevo la bestia entrare e uscire mia madre urlava e lo incitava lui la chiamava cagna fottuta , ti faccio scopare da tutti i cazzoni qui dentro , dirai basta , vedrai stasera srà infuocat la fregna , e colpi di cazzo che venuta per la seconda volta . e anche lui .ci siamo asciugati con i fazzoletti e usciti al bar a rinfrescarci , Amico stava parlando con due suoi amici , facendo segno verso di noi , si è avvicinato un tipo alto muscoloso , e guardandoci ci ha chiesto se eravamo nuovi , ci ha informati per quanto riguardava la festa 5 ragazzi di colore stile africa con la musica dei tamburi , entravano e facevano una danza ,poi scieglievano una donna e la portavano nella sala della tortura , la legavamo per le mani e completamente nuda a turno prima la possedevano loro a turno , poi la offrivano a tutti ,potevamo rinunciare visto che era la prima volta , e ci ha portato allo scannatoio , una stanza dentro ci stava al centro un ghigliottina dove andava infilata la testa chiusa stando alla pecorina e doveva succhiare e prendere i cazzi da dietro da chi la voleva scopare . e sono entrati 4 maschi di varie età . hanno chiuso la porta e prendendo mia madre , nuda e piegata chiusa nella morsa , hanno iniziato a passarle i cazzi in bocca e poi la leccavano da dietro e a turno la scopavano in culo e in fica sborrandole sulla schiena i cazzi erano tutti dotati , siamo rimasti quasi tre quarti d ora a soddisfarli poi ci hanno liberato , mia madre aveva goduto sei volte era stanca e mi ha detto credo per stasera abbiamo fatto il pieno , e da allora andiamo a cercare le cose trasgressive che ci fanno godere

 

16 thoughts on “Sotto ricatto 2

  1. Ariell

    mio nipote mi ha beccata con un uomo che non era mio marito, da quel giorno ha preteso da me sesso in cambio del silenzio, mi alterai molto, dissi che era uno stronzo a ricattarmi in quel modo, ma di li in poi avemmo un dialogo più pacato e confidenziale, io confessai che con mio marito le cose non andavano più bene da anni, e lui che aveva per me un cotta da quando era un ragazzino, queste confidenze andarono avanti per molti giorni da quel ricatto odioso e stronzo, si dimostrò educato scusandosi per la richiesta cruda e cinica, ma l’affetto tra noi prese un piega inaspettata, mi stava corteggiando palesemente e con pazienza, mi piacque e acconsentii che continuasse a farlo senza mezzi termini, arrivò quel giorno in cui mi chiese si fare sesso, sapevo e me lo aspettavo che lo facesse, infatti non fu difficile dire di no, fu difficile farlo la prima volta con lui, appena ventenne io ultra quarantenne, ma fu la svolta della mia vita, da anni mi concedevo della scopate occasionali con estranei, che mi incasinavano di più della situazione famigliare già critica con mio marito, mio nipote mi risolse il problema, niente più estranei, niente più ricerca di intimità fuori casa ma direttamente a casa mia con un giovane maschio virile e pazzo di me! Ho una fortuna sfacciata, lo ammetto spudoratamente, ma non pensavo di poter istruire un giovane maschio alla sessualità secondo le mie esigenze, quando mi ha confidato che sono stata la prima femmina nella sua a incuriosirlo eroticamente e sessualmente mi ha inorgoglito a tal punto che gli ho lasciato fare tutto ciò che aveva immaginato fare con me, si è dimostrato più maschio di mio marito, sopratutto nell’arte del cunnilingus, è curioso, attento, ardimentoso, virile e divinamente porco da farmi ingelosire, pensando che un giorno non sarà più mio.

     
    1. Chicco

      ma sai in famiglia succede di tutto, l’importante essere consenzienti e tutto è lecito, non so chi dei due è più fortunato, tuo nipote o te, comunque per quanto mi riguarda le prime turbe erotiche me le ha fatte nascere mia zia di 34 anni io all’epoca ne avevo 13, fino allora le femmine manco le guardavo, giocavo poi una volta mia zia mi chiese di aiutarla a togliere gli stivali in pelle, ero titubante anche se bella mi faceva un schifo toccare le scarpe pensavo anche alla puzza, invece quel giorno credo mia zia abbia voluto che io maturassi e entrassi nel mondo degli adulti, si sedette sul divano e alzando un gamba vidi le sue mutandine bianche semitrasparenti che lasciavano intravedere un peluria scura, le tirai via uno stivale e mi trovai il suo piede a pochi centimetri dal naso, fu come una scoperta impossibile ma emanava un odore niente affatto spiacevole, anzi mi sorprese perchè tutto sommato piacevole, alzò l’altra gamba le tolsi l’altro stivale mentre guardavo quel mistero tra le cosce, ne ero attratto non capivo ma non mi era mai venuto in mente di guardare in mezzo alle gambe di femmina, ma quel momento fu un cambiamento straordinario per me, ne fui ammaliato, incuriosito ed eccitato, da quel giorno non ho fatto altro che cercarla spiarla e impazzire d’eccitazione al solo pensiero di quel mistero, incominciò quasi un tormento non pensavo altro che a lei, a quell’odore particolare che mi faceva eccitare nei pantaloni sentendo fastidio e obbligato a cercare pace segandomi come un porco.
      Mi aveva bruciato le mente, mi induceva a cercarla in ogni modo anche feticisticamente, quando potevo annusavo le sue cose perfino le scarpe, c’era da impazzire e giù di mano come un forsennato per placare la mia smania ma indotta da lei, crescendo il desiderio non svaniva, andava a periodi, mi accorsi che lei sapeva della mia curiosità e mi teneva a distanza di sicurezza, pensavo ma perchè mi stimola e poi “fugge” da me? Le donne sono incomprensibili, sapeva che mi piaceva e mi chiedeva comunque di aiutarla a toglierle le scarpe, io lo facevo con il cazzo duro nei pantaloni, anni e anni a eccitarmi per lei, ce ne vollero quasi 10 per avere da lei la possibilità di approcciarla definitivamente, ricordo quel momento da infarto, le potei toccare il pube e inumidirmi i polpastrelli tra quella carne tenere e calda appena umida, d’istinto mi annusai le dita, mi arrivò al cervello una scossa elettrica di intenso piacere, come fosse un comando imposto da lei, mi inginocchia le alzai la gonna e la baciai sul pube quasi a strapparle le mutande, non avevo mai baciato una femmina così intimamente, le mie amiche mi facevano un po senso, ma mia zia no cazzo come era possibile non so, mi arrivava quel odore intimo di femmina al cervello da non riuscire a staccarmene, fu un’esperienza difficile da descrivere, lei non aspettava altro da un maschio che essere baciata, leccata e mangiata fin dentro la figa! Pazzesco come una donna riesca a attrarre un maschio e fargli fare quel che lei desidera, io non desideravo altro che scoprire quel mistero, ma da quel giorno mi impose le sue volontà, se avessi voluto lei dovevo comportarmi secondo regole precise impartite da lei, non era difficile capire perché, donna adulta sposata che tradiva il marito con suo nipote consanguineo, quindi la relazione era molto pericolosa, ma funziona tutt’ora, nessuno sospetta nulla, io mi godo lei e lei me, io devo solo fare il mio dovere di maschio, soddisfare le sue esigenze sessuali che il marito non fa.

       
  2. ginevra

    anch’io sono stata ricattata da mio cugino ma poi mi è piaciuto come mi ha amata e continua a scoparmi, adesso sono che gli ho messo il “collare”.

     
  3. doremifasollasi

    non credo ci sia nulla di male o sbagliato fare sesso con una cugina/o l’importante che siano consenzienti e maggiorenni, poi cosa ci potrà mai essere di così scandaloso? Potrebbe esserlo se volessero concepire altra vita, allora sussisterebbero degli ostacoli naturali e biologici.
    Ma due adulti consanguinei si desiderano si piacciono e vogliono scambiarsi piacere sessuale reciproco perchè non dovrebbero farlo?

     
    1. Amalia50

      puoi scriverlo a lettere cubitali che non esiste nulla di male, dopo anni di matrimonio mio marito diventò molto pigro nei mie confronti, io invece desideravo ancora attenzioni sessuali forti e passionali, ero insoddisfatta e nervosa, vedevo sfuggire la mia giovinezza con la paura della vecchiaia e finire la mia vita sessuale prima del tempo, successe qualcosa di inaspettato e nemmeno mai pensato, fui accompagnata da mio nipote il figlio di mio fratello ad un festa di matrimonio, mio marito non ne voleva sapere era stanco e preferiva andare con gli amici a pescare, io che figura ci facevo da sola senza un accompagnatore, allora mi disse vacci con tuo nipote che è stato invitato! Lo presi in parola, quella serata fu meravigliosa, mi venne a prendere con la sua macchina, vestito con giacca e cravatta bello come un modello, io non da meno sfoggiavo un vestitino scollatissimo calzavo delle scarpe di Manolo nuove per l’occasione, quando mi vide mi sorrise dicendomi: non viene tua madre.. chiamandomi con il nome di mia figlia cioè sua cugina coetanea, Ma dai non sono così giovane da…. no no mi disse: zia sei uno schianto che ne dici se stasera ti corteggio un pò? Mi feci una risata e dissi: dai che per te sono una vecchia no? Ma quale vecchia sei come un bocciolo di rosa! Insomma per farla breve quella serata mi corteggiò per davvero, non sapevo se facesse sul serio o solo per giocare, ma durante un ballo ebbi la prova che gli piacevo, sentivo la sua erezione sulla mia coscia, si scusò arrossendo, no no risposi se ti faccio questo effetto mi stai gratificando molto sai? E così rompemmo il ghiaccio tra abbracci più forti e baci dati di nascosto, carezze e palpatine in penombra l’eccitazione è salita alle stelle, non mi sentivo così emotivamente ed eroticamente felice da anni, a fine serata prima di rientrare a casa ci fermammo nel mio studio e facemmo sesso sfrenato, avevo trovato ciò che cercavo per di più “in casa” non era un estraneo già era “in famiglia” quindi tutto gratis e godimento con un ragazzo con la metà dei miei anni che da allora mi ama come fossi una donna speciale, non credevo di poter ancora piacere ad un giovane uomo, invece sono presa da lui mi concede tempo e godimento che mio marito non fa più, con questa relazione la mia vita è cambiata in meglio, mi sento bene fisicamente e emotivamente, sono serena e sorridente, avevo necessità di un maschio che mi facesse sentire bella desiderabile e soddisfatta sessualmente, l’ho trovato e me lo tengo stretto al punto di concedergli di farmi sodomizzare cosa che a mio marito non ho concesso mai, mi dimostra passione incontenibile, rispetto e pazienza per le mie smanie erotiche, se non mi volesse bene si sarebbe già staccato da me, invece mi cerca e desidera come mio marito non ha mai fatto, le prime volte mi faceva sentire in imbarazzo mi baciava e gustava come fossi una ragazzina di 16anni, avevo timore di non piacergli di essere sgradevole a 50 anni non si più perfette come a 16, eppure non ce parte del mio corpo della mia pelle che non abbia baciato o leccato come fosse cibo per sopravvivere. Il legame ormai è forte talmente intimo anche nel dialogo che farebbe impallidire mio marito.
      Proprio l’altro giorno mi ha detto; a che servono i nipoti quando si hanno zie belle come te? A soddisfarle per avere un angolo di paradiso in Terra!
      Non è adorabile?

       
  4. Frank

    posso confermare che la migliore relazione sessuale della mia vita l’ho avuta con mia cugina di primo grado, a distanza di anni ancora ci vediamo saltuariamente per condividere il piacere reciproco che il sesso ci permette di godere.
    Iniziammo da giovanissimo a esplorarci con grande curiosità e gioia, tutto tra noi era incredibilmente naturale, perfino spogliarci e vederci nudi, curiosi da impazzire delle nostre diversità fisiche, man mano che si cresceva tutto si scopriva come una nuova avventura meravigliosa, dai primi baci alle prime carezze intime, le prime masturbazioni reciproche, la prima peluria, le prime gocce di sperma arrivate come un mistero per me, ma gradite da lei, al mistero delle sue primo mestruo, tutto era incredibilmente attraente e meravigliosamente eccitante, fui il primo a chiederle di poterla baciare intimamente, non voleva si vergognava ma le spiegavo se l’istinto mi portava a volerla baciare era naturale farlo, mi ricordo il rossore sulle sue guance mentre mi accingevo a baciarle la pancia poi il pube, fu una scoperta extrasensoriale, mi attraeva come nessuna altra cosa, sentivo il suo tremolio di piacere e poi i suoi gemiti di godimento, quel momento rimarrà impresso nelle mia mente come fosse una seconda nascita ma consapevole di ogni istante di vita! Sono trascorsi decenni abbiamo due famiglie ma quando possiamo riviviamo quei momenti intensi della reciproca scoperta del piacere come se il tempo non fosse passato.
    Lo so mi direte che siamo fedifraghi, ma non ci sentiamo colpevoli di nulla, tra noi si è instaurato un rapporto particolarissimo che va oltre ogni umana considerazione morale.

     
  5. fragolina

    ma guarda dico che è tutto relativo, cioè secondo la propria educazione e carattere si pò intendere ricatto o soluzione del problema, io per esempio sono stata ricattata da mio cugino perchè mi ha vista con un uomo dell’età di mio padre, mi piaceva e volevo provare cosa significava farlo con un uomo maturo esperto, allora mi propose di condividere con lui del sesso, sono una ragazza libera abbastanza da non scandalizzarmi per delle richieste sessuali, anche quando è stata una mia amica lesbica a chiedermi di farlo per una volta perchè le piacevo molto, mi incuriosì e lo facemmo, non mi dispiacque ma nemmeno piacque, preferisco i maschi, allora accettai con ritrosia le proposta di mio cugino perchè era un vero e proprio ricatto, ma successe una cosa strana, pensavo di rimanere passiva durante, ma sentivo che mi stava piacendo parecchio, era gentile soffice ma vorace con la bocca mi stava portando all’eccitazione come nessun altro ragazzo aveva fatto, nemmeno quell’uomo maturo, capperi pensai che sorpresa mi piace e così trassi da quel ricatto una utilità piacevolissima, ma che presto però presi a comandare io, io decidevo quando, dove e cosa potevamo fare e non fare.
    Quindi in certi casi non tutto viene per nuocere, basta saper cogliere gli aspetti positivi e in questo caso molto piacevoli, da quando mi regala molte cose necessarie alla mia bellezza.

     
  6. mariella

    io invece non sono stata ricattata, diciamo agevolata da mio cugino che mi corteggiò per lungo tempo, la cosa non mi dispiaceva ma la trovavo fuori luogo visto che siamo di primo grado, ma con il passare del tempo la sua smania di “amarmi” anche nel promettermi che mi avrebbe fatto solo sesso orale mi dava sensazioni piacevolissime, nessuno ragazzo mi aveva mai riservato costantemente attenzioni erotiche e sessuale così esplicite senza infastidirmi o molestare, forse perchè mio cugino mi rispettava ancor di più di una qualunque, infatti mi disse proprio così, mi voleva bene e si porgeva nei mie confronti con molta attenzione e pazienza pur di ottenere una parte di paradiso terrestre, così mi disse che rappresentavo per lui il paradiso terrestre! Quelle parole mi diedero una scossa di piacere alla pancia, chiesi cosa e come potesse pensare che io fossi il paradiso, descrisse a modo suo della mia sensualità di alcuni aspetti erotici che io emanavo con generoso invito ad essere amata, cavoletti che cugino e maschio ardimentoso, nessuno mi aveva parlato e confessato amorevolmente i sui impulsi che io secondo lui gli instillavo con naturalezza come se lo volessi invitare ad un banchetto! Capperina che cugino! Stranamente non mi sentivo offesa né preoccupata ma al centro delle attenzioni di un maschio disposto a procurarmi piacere anche limitandosi a praticarmi del sesso orale per assaggiarmi, senza ricevere in cambio la stesso cosa! Pazzesco pensai e nell’ascoltare la sua confessione-corteggiamento non mi vergogno a confessare anch’io che in quei frangenti mi sono eccitata fino a bagnare le mutandine, mi fu naturale invitarlo allargando le gambe, ma prima mi diede un bacio sulle guance e sulla bocca dicendomi grazie splendida creatura, ormai mi ero letteralmente squagliata, si sistemò tra le mia cosce dopo avermi dato un bacio su un piede poi sulle ginocchia e infine sulla mia patatina che nn aspettava altro che essere mangiata di baci da quel maschio che mia aveva paragonata al paradiso in Terra.
    Poi dopo quel caleidoscopio di piacere e orgasmi che mi procurò, non lo ricambiai alla stessa maniera, non avevo coraggio né desiderio, ma per rispettarlo lo masturbai con una mano fino al suo soddisfacimento.
    Tra noi non più la stessa cosa, abbiamo superato il reciproco affetto tra cugino sostituendolo con molto di più intrigante e forte cioè il sesso totale.

     
  7. hermes

    ma fare sesso con un cugino/a non è incesto, forse per la nostra educazione morale non è comprensibile per ragioni biologiche in caso di matrimoni e prole, ma per il sesso solo per il gusto di farlo non ci sono controindicazioni ne reati, basta non farlo sapere e tutto il resto è normale o relativo, io lo faccio con mia cugina da oltre vent’anni, abbiamo iniziato da ragazzini e continueremo per tutta la vita, abbiamo avuto amicizie e giri di interessi diversi, amori diversi e matrimoni reciproci, abbiamo due splendide famiglie, ma alle nostre scopate non ci rinunciamo, ci danno energia e gioia che poi trasmettiamo nelle nostre reciproche famiglie, infatti i nostri matrimoni vanno benissimo, abbiamo necessità di uno dell’altra.

     
    1. navy

      ma infatti non è amorale neppure reato, io per un certo periodo della mia vita da single ho scopato mia cugina felicissima di esserlo, era troppo bona per non farlo, non so cosa scattò nella mia testa mi attizzava più di ogni altra ragazza anche più belle di lei, era un po perplessa e ritrosa ma poi ha ceduto al corteggiamento e per circa tre anni ci siamo visti di nascosto per consumare sesso a volontà, furono anni meravigliosi niente ci fermava e tutto si faceva per procurarci piacere reciproco, purtroppo come tutte le cose belle finiscono, ma con lei ho fatto cose che sognavo di fare con una femmina e sopratutto maialate che non credevo fossi in grado di fare.

       
  8. ERT

    credo che tra cugini sia diverso quando ci sono i giusti presupposti, cioè si instaura una relazione molto particolare, dato l’affetto per la parentela si crea un rispetto e un attenzione che con gli estranei non si riesce, io provavo desiderio verso mia cugina bella ragazza paffutella ma bella dai lineamenti molto sensuali, palesavo il mio interesse erotico e sessuale e lei non disdegnava affatto al punto che lo facemmo tre volte, per tre volte mi volò il mondo del piacere intorno, per tre volte prima di penetrarla le baciavo e leccavo la figa, me la concesse solo tre volte ma la assaporai così affondo che la sentivo gemere dal piacere inarcando la schiena, poi più nulla non volle più farlo per motivi morali si sentiva la coscienza sporca, non la presi male appunto come dicevo tra cugini il rispetto è diverso più accentuato al meno nel mio caso, passarono anni quasi 15 da quella volta, lei ormai sposata io anche, e accade ciò che pensavo potesse riaccadere, mi desiderava e quella sera praticamente me la poggiò sul viso, quell’odore e quel sapore non li avevo dimenticati, da quella sera non abbiamo ancora smesso come 15 anni prima, è un nostro segreto che tiene in vita sentimenti particolari, ci carica di gioia che poi rifondiamo nelle nostre rispettive famiglie.
    So benissimo che ci giudicherete dei fedifraghi amorali ecc… ma è diffcile spiegare se non si hanno quelle giuste condizioni per condividere una parte essenziale della nostra esistenza con una persona speciale.

     
  9. gunner

    la vita è strana e veramente il detto mai dire mai è reale!!!!!!!!!!!!! Ho una zia acquisita di anni 65 non brutta nemmeno bella ma si mantiene bene, non so quando e come ma mi attizzava parecchio, la mia curiosità mi portava a parlare molto con lei e da cosa nasce cosa, mio zia non c’era mai sempre in giro per il mondo per affari… ma quali affari se scopava ragazzine che per l’età potevano essere sue nipoti, mia zia lo sapeva ma taceva e sopportava perchè grazie a lui faceva una vita molto agiata, ma dialogando mi feve capire che non la scopava da più di un anno!!!!!!!!!! Cazzo pensai, capisco le ragazzine ma non toccare la moglie che tutto sommato non era malaccio, a me faceva drizzare il cazzo quando di dialogava anche intimamente, e così accadde l’impensabile mi sono trovata la zia in mezzo alle gambe che mi tirava giù la cerniera dei pantaloni e senza abbassarmeli mi spompinava come una idrovora!!!!!!!! Venni in 3 forse 5 minuti sul suo volto, mi sembrava di morire, invece la goduria alle stelle nel volto di mia zia era più marcata della mia!!!!!!! Porcazia ma da santificare!!!!!!!!! Da quella volta mi solo spompinato non mi ha mai permesso di scoparla, mi ha detto che si vergogna perchè non più giovane e soffre di secchezza, ma a me non importa le dissi, ti procuro un lubrificante e… ho insistito più volte ma niente non vuole, quando l’altro ieri mi ha chiesto perchè con lei che vecchia e secca!!!! Le dissi che non mi pareva vecchia che era in ottimo stato estetico e per quell’inconveniente si poteva superare con poco! Ma insistette perchè ci tenevo così tanto, le dissi che era il sogno della mia vita farlo naturalmente senza protezioni per godere liberamente dentro un donna senza rischi di fecondarla, mi guirdò con occhi sgranati e titubante, pensai adesso mi riempe di schiaffi… invece sorridendo mi disse non insistere che ci avrebbe riflettuto.
    Sto aspettando la sua risposta, nel mentre mi lascio succhiare l’uccello fino al midollo.

     
  10. Rossella

    ho appreso che nel sesso tutto è relativo come dice quel detto mai dire mai, ho un cugino di primo grado che mi ha corteggiata per mesi attratto dai miei piedi, basita ma incuriosita senza avere coraggio di fare la prima mossa, ho solo lasciato che continuasse con modi educati e mai volgari, forse per questo non mi infastidiva ma mi piaceva essere la sua musa ispiratrice, e pensare che il mio ragazzo non mi degnava uno sguardo a piedi eppure li curavo e curo maniacalmente, bè insomma mio cugino ne rimaneva attratto a volta me li guardava come se intorno non ci fosse nulla tranne che i miei piedi, ammetto che era una strana sensazione vederlo sorridere o avere quello sguardo di piacere, un paio di volte straparlò perchè calzavo perfettamente sandali in cuoio nuovi comprati in presenza del mio ragazzo che non mi ha nemmeno degnato di un complimento, invece mio cugino quando me li ha visto è come andato in trans passionale, si complimentava e straparlava scusandosi per l’eccesso di sensualità che gli trasmettevo, in quel momento ho realizzato quanto mi potesse piacere la sua fissa per i miei piedi, cavolo me li curo come fossero le mie mani, per sentirmi bella e piacere e grazie a lui mi sono sentita più femminile del solito, così mi son fatta coraggio è gli ho concesso di accarezzarli, non vi dico il mio imbarazzo, ma il piacere delle sua mani che mi accarezzavano e massaggiavano mi dava un senso di grandezza e potere mai provato prima, lui prese coraggio e mi baciò, li tirai indietro per vergogna, lui mi disse scusami non volevo infastidirti ne approfittare, ma il cuore mi batteva e dentro di me dissi ma dai non stai facendo nulla di male, merito un uomo a miei piedi! E così glieli riposi scoprendo che era una parte di me molto delicata e fonte di piacere particolarissimo, lasciai che facesse tutto ciò che voleva, non avevo più vergogna, mi baciò mi succhiò alcune dita non credevo al piacere che mi procurava, peccato suonò il campanello e dovemmo smettere, ma poi giorni dopo ci demmo appuntamento per continuare, ho scoperto un nuovo modo per provare piacere psicofisico, ora mi trovo a essere divisa tra il mio ragazzo e mio cugino con cui ho una relazione sessuale intensa e completa, non ne posso fare a meno di come mi stimola e ama.
    Perchè il mio ragazzo non mi ama allo stesso modo? Non capisco, non voglio che diventi un feticista, ma mio cugino mi ha fatto scoprire qualcosa che non immaginavo ma che ora desidero fortemente perchè mi conduce al piacere totale fino al culmine di orgasmi pieni mai provati prima, sento mio cugino più virile del mio ragazzo, mi fa sentire una principessa, o una dominatrice ma senza che perda la sua mascolinità che si manifesta in questa pratica che mi sembrava strana ma poi l’ho trovata quasi essenziale per portarmi al piacere sessuale, ora quando devo comprare nuove scarpe o smalti per le unghie coinvolgo mio cugino, lo rendo partecipe della mia bellezza che lui adora, giorni fa l’ho chiamato per farmi dipingere le unghie con il nuovo smalto, ho passato dieci minuti di raffinatissimo piacere.
    Come farò a staccarmi da lui non lo so, ma solo al pensiero sto male.

     
    1. attesa

      tuo cugino è fortunato io invece ho dovuto aspettare che si separasse dal marito per avere rapporti sessuali con lei, l’ho corteggiata per anni educatamente, e lei educatamente mi diceva di no, amava il marito non voleva tradirlo e sapeva delle sue scappatelle, ma le donne chi le capisce è bravo! Poi così all’istante disse basta e divorziarono, come nelle classiche separazioni a lei rimase la casa i figli la macchina e un cospicuo mensile per vivere, a quel punto pensai ecco è fatta potrò soddisfare un desiderio che mi porto da quando eravamo adolescenti, invece niente, passò quasi un anno per avere i primi approcci sentimentali, come mi resi più disponibile nei suo confronti a prendermi cura della casa della sua auto ecc… si sciolse e così ottenni quel paradiso che solo le donne sanno custodire e consentono a noi uomini di goderne appieno, avevo passato parte della mia vita a desiderare mia cugina più di ogni altra donna, così dopo una lunga attesa l’avevo a mia disposizione o meglio mi accorsi che io ero a sua disposizione, come tutte le donne che sanno amare vogliono essere ricambiate con lo stesso amore, quella sera da soli io e lei a confidarci come non mai le nostre titubanze i desideri erotici nascosti da parte mia, che lei sapeva bene come se mi avesse letto nella mente, quegli anni di corteggiamento erano espliciti ma non nei dettagli che per rispetto non avevo mai definito o dichiarato, ma lei sapeva tutto come e cosa volessi farle, quella sera mi agevolò l’approccio erotico e poi sessuale mi prese per i capelli e mi spinse la testa tra le sue cosce, mi pareva di impazzire sentendo quel particolare odore che avevo solo sentito per caso una volta giocando con lei, a desso ero li per fare d’avvero sesso, bacia il pube sopra le mutandine bianche, si si bianche come fosse un giglio o ragazzina verginella, quell’odore mi inebriava volevo mangiarla, cercavo di strapparle con la bocca ma lei inarcò il bacino e se le tolse, l’avevo d’avanti a me nuda e cruda ma succulenta, mi sospirò: so che è questo che volevi da ragazzino… non pensai a molto solo a quel soffice monticello di peli neri lisci e morbidi come la seta, a quella carne tenera e umidiccia di piacere da farmi perdere ogni razionalità, bacia e leccai quel mistero dallo strano sapore che per non so come ma venne in un orgasmo sulla mia faccia infradiciandomi, non desideravo altro da almeno 20 anni, un delirio di onnipotenza era tutta mia dalla testa ai piedi, non sapevo più cosa accarezzare baciare o leccare avidamente, assaporai ogni centimetro della sua pelle perfino le ascelle facendola ridere, le dicevo ripetutamente t’amo t’amo ti adoro, ma lei rispose si si dite tutti così quando siete eccitati come maiali ma poi a gioco fermo ve ne fregate delle nostre esigenze! Rimasi a guardarla per capire cosa volesse dire, ma mi riprese per i capelli e mi riportò tra le sua cosce a continuare quel che avevo lasciato per un istante, da ragazzo avevo visto giusto che quella femmina se pur mia cugina era una femmina particolare per la bellezza fisica per il profumo che emanava non poteva che avere un sapore intimo e succulento come poche creature possono vantare.

       
  11. Elise

    quando non si trovano maschi va benissimo anche un cugino per fare sesso, senza particolari compromissioni sentimentali meglio di un cugino non c’è niente altro, addirittura meglio di un trombamico, io lo sto facendo da alcuni anni scoprendo vantaggi che nessun altro tipo di relazione sessuale può dare, tra noi ci sono tutti gli ingredienti giusti per goderci la vita, giuste e corrette porzioni di passione, gelosia, amore, erotismo e sensualità, attenzioni particolari e accondiscendenze che rendono la nostra esistenza leggera e vitale.
    Forse siamo due fortunati, ma il solo pensare a quanto tempo ho perso per cercare maschi-uomini per essere corteggiata e scopata come si deve mi innervosisco, quando avevo la soluzione a portata di mano, soluzione ottimale che noi tutte desideriamo fin dalla adolescenza, un ragazzo che che ci corteggi per farci sentire belle come principesse, mio cugino ci riesce benissimo, anzi a volte penso d’essere in debito con lui per le attenzioni che mi dedica e la passione che mi fa trasmette, quando sono sola con lui mi sento protetta, coccolata e sopratutto riesce a farmi sentire la sua preda preferita in questo inspiegabile gioco per adulti che si chiama sesso.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.