Sesso in quarantena in famiglia

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Sesso in quarantena in famiglia

Spread the love

Prima ci vedevamo poco io mi chiamo Stefano 19 anni mia sorella 17 Serena e nostro padre Franco 50 anni e bell’ uomo Nostra madre ci ha lasciati ,Viviamo a Roma in comprensorio di ville Prima ci vedevamo poco adesso da una settimana arresti domiciliari e giriamo per casa come degli zombi e abbiamo cominciato a parlarci visto che prima eravamo sempre sui social Papà in costume sta pulendo la piscina e mi ha chiesto di rasare il prato e mia sorella avrebbe sistemato casa ,la giornata è assolata e fa caldo mi sento chiamare e nostro padre ci dice fatevi la doccia e tuffatevi in piscina e lui per primo resta in mutande e doccia e si butta e cosi anche io lo seguo e mi doccio e mi tuffo ,giochiamo ci schizziamo acqua , lui cerca di spingermi sotto abbracciandomi da dietro e sento il suo cazzo , poi arriva Serena resta in mutanda e senza reggiseno e si butta e giochiamo i suoi seni duri e pieni piccoli ma con il freddo si vedono i capezzoli duri , mi tuffo vado sotto e le asso tra le gambe e le passo una mano tra le gambe urla anche lei fa lo stesso si tuffa va sotto e mi afferra il cazzo e lo strizza e io salto e grido e poi lo facciamo a nostro padre e nel tirargli giu’ il costume vediamo una sberla di cazzo grosso cicciotto e due palle grosse , poi lui lo fa a me e io e lui a Serena vediamo il cespuglio nero curato , ridiamo e continuiamo alla fine restiamo senza vestiti e ci abbracciamo , lei capita al centro tra noi due i nostri cazzi appoggiati e ci muoviamo in circolo Nostro padre ci dice di uscire e di portargli un asciugamano io esco per primo e ho il cazzo semi eccitato e ho un bel cazzo cerco di nasconderlo tra le mani , serena esce e mi raggiunge e si copre i seni , andiamo in bagno e le passo asciugamano e lei mi guarda il cazzo e sorride e mi dice stai messo più che bene Hai visto papà come è dotato e diventa rossa ,le do una sculacciata e la abbraccio da dietro la stringo forte e le dico sei bellissima hai un corpo che risuscita i morti anche se sei mia sorella te la darei una botta volentieri sai come urli di piacere . mi guarda Lo faresti veramente sei un porco guarda come è diventato e le mostro il cazzo duro lungo dritto e rosso , ride mi dice fatti una doccia che ti passa , le prendo la mano e la porto sul cazzo e dico se abbassa solo se una mano calda aiuta lei lo afferra e lo mena ci eravamo scordati di nostro padre le abbraccio le metto il cazzo tra le cosce la bacio sul collo e le stringo i capezzoli ansima e chiude occhi e mi dice che fai ? Fermati cosa vuoi fare ?la spingo verso il divano sono troppo eccitato lei sotto io e io steso su di lei le sue gambe aperte e io mi muovo sfregando il mio cazzone sulla fica ,poi le nostre bocche si cercano e ci baciamo con voglia e poi scendo leccandola tutta facendola tremare e saltare dal piacere , apro le gambe e infilo la faccia la mia lingua succhia e mordo il clitoride e lei mugola e mi stringe la testa sul pube ansima e urla si dibatte e poi fa uno scatto e gode mi alzo e mi giro e vedo nostro padre il cazzo duro che ci guardava e si avvicina e fa inginocchiare serena e le mette i cazzi davanti la faccia e lei li succhia e li ingoia a turno guardandoci io e papà vicini abbracciati la sua mano sul mio culo mi accarezza , mi giro lo guardo ha occhi rossi poi mi prende la testa e spinge verso di lui e apre le labbra e mi infila la lingua e mi bacia con passione e la mano che mi accarezza il solco delle natiche e cerca il buchetto non riesco a dirgli di no , poi andiamo in camera sua e mi dice di prenderla lei a gambe aperte io appoggio la cappella e entro piano è bagnata ma sono troppo grande e faccio fatica ma riesco a metterlo tutto mi muovo su di lei ci baciamo e nostro padre avvicina il suo alle nostre labbra e ci ordina di leccarlo insieme e vuole sentire le lingue sulla cappella e cosi facciamo , poi si stacca e mette lei a pecorina e io dietro e lui sotto che si eccita vedere il cazzo dentro e fuori e lecca tutto cazzo fica palle e il mio solco , mi fermo perché non voglio venire subito e lui prende il mio posto la fa salire sul suo cazzone e lei si muove strusciando il suo pube sulla pancia e ibnizia a mugolare e ansimare e urla dice che sta per avere un orgasmo e lui accellera da sotto e la fa esplodere e ha un orgasmo da sballo urlano e tremando tutta poi si sfila e mio padre mi dice Vieni adesso tocca a te , lo guardo e gli dico ma non sono gay e lui dice no ma devi provare tutto mi tira salgo e mi dice prima lo devi bagnare bene mi spinge sotto e lo tiene fermo duro e grosso e mi dice bacialo e leccalo come se fosse un gelato e non so perché ma lo faccio mi dice questo è solo Sesso ricordatelo me lo spinge in gola faccio fatica ma alla fine riesce a farmelo arrivare in gola e mi spinge tre dita bagnate nel culo allargandomi il buco che si rilassa e poi mi gira mi mette sotto e apre le cosce e le mette sulle sue spalle e appoggia e mentre lo spinge dentro sapendo che mi avrebbe fatto male mi attira la faccia e mi bacia con forza e il cazzone entra con fatica ma lo sento che si fa strada e poi spinge mie sorella a succhiarmi il cazzo , e cosi mi rilasso e inizio a sentire il piacere che sale il bacio si fa piu’ dolce e voglioso e mi faccio trasportare il cazzone che mi sfonda e mia sorella si siede sul mio cazzo duro e va su e giu’ sto impazzendo urlo mi agito gli dico sii dai fatemi tutto voglio godere mi piace non vi fermate e lo faremo tutti i giorni e voglio provare tutto vi amo , e in quel momento schizzo dentro mia sorella e sento due colpi secchi e mio padre mi riempie e mia sorella toccandosi viene anche lei . restiamo cosi ansimanti e tremanti e abbracciati . abbiamo cenato e poi abbiamo bevuto e riso e parlato poi abbiamo fatto il gioco della verità Serena aveva avuto amorini ma aveva solo fatto seghe e pompini ad dei compagni di scuola , io avevo pomiciato una ragazza e venivo sempre sfregandomi nelle mutande e mi segavo con i film porno e nostro padre aveva fatto da ragazzo orge con maschi e femmine poi nostra madre lo ha beccato e lo ha lasciato . e questi racconti ci hanno eccitato e cosi abbiamo fatto di nuovo sesso prima abbiamo fatto godere serena due volte prendendola insieme doppia e poi ci siamo soddisfatti io e lui e mi ha dato il culo ..

 

4 thoughts on “Sesso in quarantena in famiglia

  1. Wlecugine

    non potendo andare a trovare la mia ragazza e lei altrettanto con me, preso dalla smania di sesso non so come il cervello mi abbia diretto da mia cugina divorziata intrattenermi con lei fino a corteggiarla per farci sesso! La sorpresa che lei non indietreggiava anzi incuriosita e poi compiaciuta delle mia avance c’è stata me l’ha data!!!!! Che figata pazzesca mi ha fatto sbavare di baci persino su i suoi piedi, stavo talmente pieno e carico di voglia da giurare che le avrei fatto qualunque cosa. sono stati due mesi da sballo mi ha caricato e scaricato a suo piacimento, ora finito il lockdown non so come fare con la mia ragazza, due femmine sono un impegno complicato.

     
  2. Eros

    Meraviglioso come TUTTI i tuoi racconti. Scusami, lo so che non accetti suggerimenti, ma voglio dirti come mi piacerebbe leggere con le tue parole una scena di questo genere : La mamma si tiene coccolata la sua ” bambina” mentre papà le lecca la figa e le sussurra – Guarda amore come papà è felice, è bravo il tuo paparino vero amore? E’ bello sentire la sua lingua che ti lecca il bottoncino…oh amore piace anche a me baciarti lì sai? Ecco, ecco guarda la sua testa che va su e giù su e giù, hhuuummm…lo fa anche a me sai tesoro? Mi piace tanto che starei delle ore a sentirlo leccarmi. Dimmi tesoruccio ti piace anche le dita della tua mammina che gioca con i tuoi capezzolini vero? Godi amore godi, papà ama moltissimo sentirsi bagnare dal tuo pipì Santo…sei vicina vero… su dai godi, vieni, sììì così così godi godi …hhhuuuummmm –

     
  3. Dhikk

    la prima figa assaggiata nel vero senso della parla perché anche deglutita è stata quella di mia cugina, non pensavo fosse così strana e gustosa. Per noi amici 16enni maschi e arrapati di femmine ci si scambiava info ma nessuno aveva mai provato veramente, chi diceva una cosa chi l’esatto contrario chi immagina e fantasticava, chi aveva letto articoli specifici, avevamo visto 100 film porno ma esperienza zero! Non si pensava ad altro dalla mattina alla sera che alla figa, e quando mi capitò la fortuna di avere mia cugina tra le braccia mi arrapai come una bestia, sentì il mio martello duro mi guardò con un sorriso maliardo dicendomi: ma ti faccio questo effetto meraviglioso? Potete immaginare la mia risposta, non ricordo nemmeno come arrivai in mezzo alle suo cosce e tirar già quelle mutandine striminziate, ma ricordo benissimo l’odore invitante e il sapere succulento, la baciavo e leccavo come se fosse cibo, mi staccò lei tirandomi su per farsi penetrare, fu l’esperienza più bella della mia vita, dopo mi disse di volermi avere a sua disposizione per praticarle il cunnilingus, le chiesi, cunnilingus cosa? Ma dai scemotto mi rispose, mi hai praticato del sesso orale maestoso! I maschi con queste doti amatoriali sono rari capisci? Quindi caro mio da oggi in poi sarai il mio maschi preferito! Esclamai, ma tuo marito? Zitto non dire nulla sia chiaro che dovrà essere un segreto da portare fino alla tomba chiaro? Amo mio marito ma sessualmente non ci sa fare, e la fortuna mi è venuta incontro trovando te, capisci cosa ti sto proponendo? Sai mantenere un segreto? Allora se desideri godere della mia intima bellezza zitto devi stare zitto e vantartene con nessuno, sai meglio di così non poteva succedermi, tu mio cugino con questa dote naturale e mia disposizione senza destare sospetti… fantastico no?

    Carissimi la figa è figa e non si discute, non esiste racconto, descrizione, illustrazione o altro per descrivere la gioia il piacere il godimento di baciare, leccare assaggiare la figa di una bella donna desiderosa di godere.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.