Roberta e la sorpresa in webcam

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Roberta e la sorpresa in webcam

Spread the love

Suo padre questa volta aveva esagerato. Roberta era pensierosa. La situazione l’aveva messa parecchio a disagio. Non sapeva se piangere, ridere o lasciarsi tutto alle spalle.Il giorno prima avevano la solita adunanza in streaming del sabato. Si erano vestiti eleganti come prevedono le disposizioni e nel tardo pomeriggio si erano collegati con zoom all’account della congregazione per assistere tutti insieme l’adunanza. Lo schermo del PC cominciò a riempirsi dei volti dei fratelli e delle sorelle che iniziavano a collegarsi con la Webcam. Roberta odiava farsi riprendere in Webcam ma le ferree disposizioni prevedevano questo. Dovevano farsi vedere, gli altri dovevano sapere che erano in linea e che stavano seguendo. Sua madre e suo padre erano fianco a lei sul divano, Salvatore su una sedia. Tutti e quattro avevano in mano il cellulare per seguire lo svolgimento della rivista.L’anziano, dal suo quadratino di pixel faceva le domande di riepilogo dei paragrafi e faceva rispondere alle domande e i quadratini si illuminavano.
Al paragrafo 10 si era prenotato Giovanni. Suo padre voleva commentare.
L’anziano diede parola a Giovanni.
Dopo qualche secondo di attesa Giovanni dalla webcam aprì bocca:
“Io mi scopo mia figlia Roberta”
Ci fu un brusio generale di schifo ed imbarazzo, non tutti avevano capito la frase di Giovanni ma quelli che avevano capito erano turbati all’inverosimile. Le reazioni di shock dai quadranti sul PC erano palpabili.
Qualcuno si metteva le mani in testa sconvolto, altri si erano alzati dalla sedia e passeggiavano nervosi per il soggiorno, ripresi dalla webcam.Roberta, Enrica e Salvatore erano rimasti senza parole, non avevano nemmeno la forza di reagire. Roberta guardava suo padre con odio, non riusciva a comprendere perché li avesse tutti ridicolizzati in quella maniera. L’eco dello scandalo avrebbe travolto la famiglia, nulla sarebbe stato come prima. Roberta desiderava andarsene dai testimoni di geova in modi normali non venendo cacciati come dei pervertiti incestuosi.
L’adunanza si era interrotta anche se lo streaming continuava imperterrito a trasmettere le singole vite da ogni singolo quadrante collegato.Salvatore cercò di recuperare la situazione aggiungendo ulteriore benzina sul fuoco dell’inevitabile danno che era stato creato. Se lo scandalo era ormai sulla bocca di tutti perché non imprimerlo anche negli occhi di fratelli e sorelle? Il ragazzo si avvicinò alla webcam e annunciò a tutti i collegati : “E adesso vedrete dal vivo come mio padre si fotte mia sorella!”
Fece poi gesto al padre e a Roberta di scopare. Enrica sconvolta e imbarazzata si era precipitata in bagno a piangere, non era quello il modo per confessare i rapporti incestuosi familiari. Suo marito era stato grezzo e inopportuno. Roberta bianca di imbarazzo non muoveva un dito, suo padre cercava di afferrarle la mano ma lei puntualmente si ritraeva.Allora Salvatore prese il controllo della situazione e si avvicinò a sua sorella, seduta sul divano. L’occhio della webcam stava riprendendo tutta la scena.
Il ragazzo tirò fuori il cazzo e lo mise tra le mani di Roberta.
“Su Roberta, fai vedere a questi bigotti come sei brava…”
Roberta sapeva di non aver più nulla da perdere.
Si alzò e guardando dritta in faccia in webcam in modo che tutti guardassero disse solo: “Comincia lo spettacolo. Masturbatevi a distanza”
I fratelli e le sorelle rimasero ulteriormente scioccati ma nessuno aveva il coraggio di spegnere la diretta, erano morbosamente curiosi di vedere cosa sarebbe accaduto.
Salvatore era lì col suo bel pisello fuori dalla patta dei pantaloni. Roberta con le manine non più così sante lo stava masrurbando. Il brusio in ogni quadrante si ammutolì. Qualcuno si avvicinava ancor più allo schermo per veder meglio la scena.
Giovanni si era alzato dal divano e senza farsi vedere dalla webcam si era slacciato i calzoni e aveva tirato fuori l’uccello. Rientrò nel campo della webcam posizionandosi dietro Roberta. Eccitato dal pubblico in streaming aveva il cazzo ancora più grosso del solito. Pian piano carezzava le spalle della figlia, la schiena, arrivò alle curve del culo e proseguì con la mano sulla sottana della ragazza fino ad arrivare ai bordi inferiori. Sollevò la gonna di quel tanto per raggiungere le mutandine. Con sua somma sorpresa Roberta non si era messa le mutandine. Con le dita allora cercò l’estremità inferiore della figa di Roberta e cominciò a palparla. Roberta era sempre intenta a masturbare Salvatore.Enrica era uscita dal bagno ed era tornata in soggiorno ad osservare la scena, abbastanza distante dalla visuale della webcam. Dallo schermo solo un paio di quadranti si erano spenti, tutti gli altri continuavano a guardare la diretta senza scomporsi. Uno degli anziani si era levato i pantaloni e si faceva masturbare dalla moglie, quello streaming teocratico era diventato un porno in diretta. Un giovane della congregazione, da poco nominato Servitore di Ministero era già venuto sulla tastiera del PC e aspettava il resto dello streaming per accrescere l’eccitazione.
Giovanni continuava a percorrere Co le dita quel lembo di terra segreta che era la figa di Roberta. Alla ragazza piacevano queste carezze, si stava bagnando, il padre la toccava con delicatezza e infilava le grosse dita tozze nella sua carnosa fighetta che stava diventando bordeaux dal fuoco del piacere.
“Ora fratelli e sorelle ” annunciò Giovanni “Vi facciamo vedere un esempio pratico di Sodoma. Lo metto nel culo a mia figlia”
Giovanni fece il gesto con violenza, abbandonando la romantica delicatezza con cui aveva cominciato. Abbassò la schiena di Roberta di quasi 90 gradi e dopo aver inumidito l’uccello con uno sputo infilò il cazzo tra le chiappe della figlia che aveva divaricato le gambe per favorire il rapporto anale. Un “oooh” perplesso ed eccitato percorse tutti i quadranti collegati in streaming. Per molti le informazioni erano nuove, non sapevano cosa fosse esattamente il sesso anale. Giovanni penetrava il culo della figlia con passione. La pressione del suo cazzo enorme in quel buco stretto faceva godere la figlia. Giovanni la cingeva per i fianchi spingendo forte il suo bacino peloso sul culo bianco e rotondo della ragazza.
La Webcam riprendeva tutto ovviamente. Salvatore per non essere da meno aveva infilato il cazzo nella bocca di sua sorella e in contemporanea al padre spingeva il proprio cazzo fino alla gola della ragazza. Roberta era presa tra due fuochi, anzi tra due cazzi. Sia il padre che il fratello la stavano penetrando con forza dai buchi opposti del suo corpo. Lei si era lasciata andare completamente, era come un oggetto. Passivamente subita la brutale penetrazione del padre, che aumentava il ritmo della scopata con violenza. Il suo pube peloso e sciatto sbatteva come un Tir sul suo culo, da quel buchino una volta vergine e candido rimanevano fuori solo le palle pelose di Giovanni. Il padre non aveva intenzione di smettere, il cazzo ingrossato a dismisura aveva trovato la sua dimensione ideale in quel bel culetto. A Roberta piaceva prenderlo in culo, sentiva il doppio delle sensazioni mentre il grosso cazzo del padre sfregava le pareti minute del suo didietro. Nella figa era più facile farsi scopare, la natura permetteva al cazzo di allargarsi più comodamente, da dietro invece il piacere sta nel dolore di essere violati, la sensazione di un corpo estraneo che deve farsi largo a fatica in un luogo segreto e meno disponibile ad accogliere oggetti di grosse dimensioni. Questa sensazione di trasgressione e dolore piaceva a Roberta questo rumore nel corpo di un cazzo che sembra penetrare la roccia…
Roberta non voleva ammetterlo, il cazzo nel culo era la cosa più piacevole che avesse fatto in vita propria. E così in diretta streaming, l’adunanza era stata sostituita da questa brutale doppia penetrazione incestuosa. Salvatore usava la bocca della sorella come una figa. Le stava scopando la boccuccia con la stessa foga con cui il padre stava inculando Roberta. Più Roberta teneva la bocca aperta, più Salvatore spingeva a fondo. Il volto di Roberta era un accumulo schiumante di saliva e trucco che andava a sciogliersi , il cazzo del fratello entrava senza posa, ormai era in apnea da diversi minuti e i conati di vomito si intervallavano al bisogno di respirare.
Sua madre da lontano osservava la scena, masturbandosi di nascosto.”E ora” disse Giovanni in favore di Webcam “Io e mio sborreremo su Roberta, siete pronti a venire anche voi nei fazzoletti?”
Il primo a sborrare fu proprio il padre. Il culo di Roberta era diventato una fontana zampillante di sperma. Lo sperma caldo si era attaccato al culo e colava per terra. Dal collegamento streaming partirono qualche applauso compiaciuto, alcuni gesti di disgusto, uno schizzo solitario di un fratello che aveva sborrato sul proprio schermo.
Salvatore andò avanti ancora qualche secondo poi tenendo i capelli della ragazza stretti a sé svuotó una sontuosa sborrata nella bocca della ragazza obbligandola di fatto ad ingoiare tutto.
Roberta si liberò dalla presa del fratello, era sporca, bagnata, sudata, sconvolta e stropicciata.
In sala adesso tutti conoscevano che famiglia porca e incestuosa erano. La quarantena, il caldo delle proprie abitazioni, una Webcam, una adunanza in streaming trasformata in un video porno in diretta. Roberta si avvicinò alla Webcam e aprendo la bocca mostrò con soddisfazione ai fratelli e alle sorelle collegate la sborra fraterna rimasta sulla sua lingua. Schiumava ancora la porca. L’unica a rimanere distante era Enrica.
Ci voleva un ultimo atto, bisognava sconvolgere definitivamente la congregazione ed Enrica da brava madre di famiglia voleva porre il segno definitivo a questa scopata incestuosa.
Entrò nel raggio d’azione della Webcam e fece solo un cenno alle persone collegate. Prese la figlia per i capelli e la obbligò a sdraiarsi per terra. Si accovacció sulla faccia della ragazza e pisció. La faccia ed il bel vestitino di Roberta erano ora fradici della pisciata materna.
Si staccò il collegamento, l’adunanza era finita.
C’era materiale a sufficienza per passare direttamente allo stroncamento eterno.
 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

2 thoughts on “Roberta e la sorpresa in webcam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.