Lo Zio

Lo Zio

Spread the love

Salve a tutti, mi chiamo Vesna, ho 23 anni e sono di Trieste. Sono una bella ragazza, bionda, occhi verdi, alta 177 cm con una 4a di seno e fin dall’adolescenza mi è sempre piaciuto fare i pompini. Adoro fare i pompini, amo le palle piene, i peni grossi, turgidi. Mi piace prendere le palle in bocca e succhiarle, amo leccare le aste maschili fino alla cappella, ingoiarli fino in gola e adoro la crema calda che esce, a volte dolce, altre salata, ma è buona soprattutto se è tanta. Fin dall’infanzia ho avuto una predilezione per mio zio Riccardo che ora ha 59 anni, ma è un bell’uomo, alto come me, brizzolato, sempre gentile con me. Da piccola mi faceva giocare, mi comprava il gelato, al mare mi faceva nuotare, insomma mi spupazzava ed ero la sua cocca. Un giorno, avevo voglia di un pomodoro e sono andata in orto a vedere se ce ne fosse uno di mio gradimento e come arrivo in orto vedo lo io Riccardo che faceva pipì. Che fosse ben messo lo immaginavo ma non fino a quel punto. Il suo pene moscio era lungo, ne ho visti ma così no. Come si accorse della mia presenza divenne tutto rosso e si scusò dicendomi che i bagni in casa erano tutti occupati. Dissi allo zio che non c’era problema ma mi avvicinai a lui e gli misi una mano sul cazzo. Mio zio rimase interdetto chiedendomi cosa stessi facendo. Gli risposi che era tanto tempo che volevo vederglielo e cominciai a smanettarlo. Sembrava gradire perchè il suo cazzo si indurì quasi immediatamente mostrandomi buoni 20 cm e una cappella che così grossa non avevo mai visto. Mi inginocchiai e cominciai a leccarlo, facevo fatica a prendergli le palle in bocca tanto erano grosse. Il suo cazzo era lungo e largo. Centimetroper centimetro arrivai alla cappella e facevo fatica a ingoiarla tanto era grande. Mio zio gradiva il trattamento ed i suoi mugolii si alternavano a frasi tipo “che bella nipote pompinara che ho” oppure “Vesna sei una pompinara perfetta”…e ti credo, con tutta la pratica che ho fatto! bastarono poche succhiate e leccate che lo zio mi riversò in bocca non so quanta sborra che ingoiai tutta riprendendo anche quella che mi uscì dagli angoli della bocca. Era buona, dolce e tanta. Da quel giorno allo zio ogni tanto un servizietto di bocca lo riservavo spesso ma speravo prima o poi di sentire nel culo quel grosso cazzo. ma questa è un’altra storia

 

One thought on “Lo Zio

  1. A.s74

    Ciao piccola ho letto la tua storia mi fa eccitare tanto. Io da piccolo ho fatto un esperienza simile alla tua con un mio zio e zia. Mi.piacerebbe parlartene a boce. Ho 45 anni e attratto dall incesto.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.