Libertà in famiglia

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Libertà in famiglia

Spread the love

Da quando siamo nati io e mia sorella siamo stati abituati a casa stare sempre nudi e anche i nostri i genitori abbiamo assistito quando facevano sesso davanti a noi era una cosa normale ma non potevamo dirlo a nessuno se no passavamo dei guai , Alla festa del mio compleanno 15 anni la sera abbiamo cenato nudi mia sorella 14 anni aveva messo due belle tettine sode dritte ho spento le candeline e ci siamo abbracciati e per noi è normale ho ricevuto i regali , abbiamo brindato ridevamo mi sentivo euforico poi mio padre abbassato le luci ha messo una musica dolce e in piedi io da un lato e mia sorella dall’ altra ci ha detto che era venuto il tempo dovevamo diventare adulti io con Mamma e mio padre con mia sorella ,in tv film porno con gente faceva sesso mia madre mi ha abbracciato e mi insegnato a baciare muovere le lingue la sua mano sul mio cazzo lo accarezzava e mi poggiava le mie mani sui suoi seni dicendomi di accarezzarli e far diventare duri i capezzoli e di leccarli e succhiarli e morderli e io strusciavo su di lei sentivo il cazzo diventare duro quando lo ha visto ha fatto un urlo e mi ha girato verso mio padre che stava leccando tra le gambe mia sorella che reclinata indietro ansimava e mio padre alzandosi mostrando il suo mi ha detto avevo superato il maestro complimenti mia madre lo ha succhiato e facendomi avere fremiti di piacere poi mi ha fatto vedere come toccare una donna e perché farlo in quel modo e mi ha fatto vedere come una donna ha orgasmo e come si bagnava dentro e era pronta per essere presa il cazzo mi faceva male si è sdraiata e aprendo le gambe mi ha tirato su di lei guardavo mio sorella tra le braccia di Papà si baciavano e il cazzo duro strusciava sulla coscia poi mia madre ha afferrato il mio e lo ha poggiato sulle labbra e mi ha detto spingilo e mettilo dentro e diventa uomo sverginati con Tua madre e sono entrato mi ha stretto con le sue gambe sui reni e le mani che mi davano il ritmo e ho iniziato a muovermi con solo il culo e mi piaceva sentivo un calore forte Aspetta non avere fretta goditi il momento quando stai per scoppiare fermati e cosi durerai di più e guardando altri due che si muovevano e mia sorella che ansimava gemeva e mugolava e mio padre che dava colpi secchi e decisi e cosi ho imparato poi cambiavamo le posizioni poi ho sentito Serenella urlare e agitarsi e tremare e mia madre sopra che strusciava sulla mia pancia il clitoride anche lei ha iniziato a tremare e sentivo i nervi contrarsi e ho spinto da sotto e sono scoppiato insieme a mio padre che ha urlato .siamo rimasti fermi si sentivano i cuori battere , ci siamo rinfrescati e dissetati abbiamo parlato tranquillamente delle emozioni che abbiamo avuto e le sensazioni e piacere Mio padre ci ha detto che anche tra lo stesso sesso si può fare sesso e ricevere piacere ma deve essere solo Sesso e senza Tabù si è seduto accanto a me e abbracciandomi e baciandomi il collo dimmi dove quale punto del tuo corpo toccandolo ti da brividi di piacere ? passandomi la lingua sul collo e solleticando i capezzoli mi procurava dei brividi mi ha steso e venuto sopra mi ha guardato e sono fiero di te amore mio e ci siamo baciati in bocca e sentivo salire il piacere lo stringevo mi strusciavo il cazzo diventava duro e anche il suo sceso leccandomi e mi ha succhiato il cazzo e poi si è girato sopra di me mettendomi il suo cazzo davanti alla faccia e mi ha detto dai scambiamoci il piacere e lo leccato e succhiato era cosi normale avevo un caldo il piacere aumentava mi muovevo le sue mani tra il solco e infilato la lingua mi giro e Mia Madre e mia sorella anche loro a 69 che si leccavano la fica mmmmmmm la lingua nel culo mi dava scosse e anche io lo fatto ho infilato due dita e mi muovevo e sentivo mugolare mio padre gli ho bloccato la testa perché mi stava facendo sborrare si alzato e ha preso una crema passandola nello spacco e dentro e mi ha detto adesso proverai un piacere forte allargato le gambe e appoggiato la cappella e spinto piano la crema aiutava a farlo entrare poi ho sentito una fitta e si è fermato e mi ha baciato in bocca e lo ha spinto tutto dentro e fermato io tremavo il cazzo era diventato moscio poi lo ha mosso dentro e fuori e mi leccava i capezzoli e ho iniziato a sentire piacere era una senzione bella mi piaceva e ansimavo e lo tiravo verso di me e lo baciavo e volevo che spingeva e lui lo ha fatto cazzo era bello poi lui sotto io sopra e cavalcavo e abbiamo goduto lui se leccato la sborra che gli avevo scaricato sulla pancia a flotti sul petto e mi ha baciato passandomela e lo ingoiata . Stavo provando delle emozioni sempre più forti I nostri genitori stanchi sono andati a dormire e noi abbiamo dato una sistemata , ci siamo fatti un caffè erano le due di notte e gli ho detto sei bellissima hai un corpo favoloso ti ho vista sotto papà come godevi volevo esserci io mi ha sorriso mi ha tolto la tazzina e mi ha preso per la mano e siamo andati in camera sua ci siamo stesi sul letto e abbiamo iniziatoa baciarci con foga e voglia e anche lei mi ha detto che si eccitava vedendo fare sesso e ci siamo girati a leccarci e poi mi ha afferrato per i capelli e mi ha detto adesso fammi godere tu vieni aprendosi e ho insalaviato la cappella e lo appoggiato e sono scivolato dentro e lei ha fatto un urletto e ha inarcato i reni e poi sempre con voglia e foga del piacere più lo sbattevo e più godeva e mi incitava e mi ha detto dobbiamo godere nello stesso momento e sono partito sudavo e spingevo ero pronto amore ci s ono sono pronto e lei da sotto a spinto verso di me e poi mi ha stretto e urlato adessoooooo eccomiiiiiii vengoooooooo e ci siamo baciati e le sono venuto sulla pancia Siamo liberi di farlo quando vogliamo e come e con chi e stiamo imparando nuove emozioni e peccato che un nostro segreto

 

4 thoughts on “Libertà in famiglia

  1. TeoRock

    ho una cugina di 22 anni bella come una fotomodella, fin da piccola da 14 anni mi piaceva e ho provato per lei attrazione e molto affetto che le dimostravo senza esagerare, le volevo troppo bene per rovinare tutto, ma poi ecco a 22 anni mentre sie era ad un festa mi disse e dai adesso sono più che maggiorenne puoi anche corteggiarmi con più audacia! Porca miseria rimasi impietrito, pensavo fossi brilla, ma no dai lo so che ti piaccio da quando ero piccolina, ma ora dopo tutto l’affetto che mia hai dato che nessun altro mi ha fatto sentire mi piacerebbe che tu mi parlassi con amore, perchè mi vuoi ancora bene vero? Ma non vorrai mica esser corteggiata da me? Beh! se non ti dispiace e continui a rispettarmi te lo consento, sai nessun ragazzo mia ha dedicato attenzioni particolari e delicate come hai fatto tu, vorrei che tu continuassi a farmi sentire bella come se fossi unica! Sbigottito non sapevo cosa dire, lei mi guardava aspettando una risposta, che io le diedi in questo modo: mi inviti a giocare il gioco più bello al mondo, ma anche il più pericoloso perchè animiamo sentimenti complessi… nemmeno il tempo di finire che mi disse: di te mi fido, hai avuto diverse occasioni per infastidirmi sessualmente, ma mi hai dato prova di rispettarmi e volermi bene, un altro al posto tuo mi avrebbe ingannata usata traviata, tu no! Significa che mi vuoi bene veramente, non ci sono dubbi dissi, ma sai sono maschio anch’io e debole per certi aspetti, ma lei seppe essere convincente, correrò il rischio, ma voglio che la tua esperienza possa diventare la mia esperienza, fummo interrotti dall’avvicinarsi di amici e finimmo la conversazione, che riprendemmo poi dopo la serata con messaggi, la cosa mi stuzzicava e eccitava parecchio, e così piano piano una parola tira l’altre una foto un messaggio una poesia e boommm avvenne quel che nel mio più profondo intimo pensiero si potesse avverare, finire in mezzo alle sue cosce per capire e carpirne ogni goccia di quella rugiada che mi faceva sognare ad occhi aperti.

     
  2. dot.inch

    la prima leccata di fica l’ho data a mia sorella che non reagì, incredulo continua a leccare quella bellezza di carne calda umida e particolarmente odorante dal sapore indescrivibile, forse simile al lievito per fare il pane, non saprei ma secondo me è la natura a farla appetitosa per attirare noi maschi, poi la volevo scopare ma si rifiutò, mi incazzai perchè lei aveva goduto io no, allora mi segò con i suoi piedi belli lisci e dalle unghie smaltate, venni poco dopo con fiotti di sperma, il cagnolina che stava li a guardare si alzò e leccò lo sperma sui piedi di mia sorella che provò una sensazione piacevole, le dissi vedi che il mio succo piace anche a lei, la prossima volta non ti perdere il gusto, come io non voglio perdermi il tuo.

     
  3. giove

    in vacanza un fine settimana io e mia sorella ospitati da nostri parenti dormimmo nello stesso letto, quando gli zii ci dissero che doveva dormire insieme ci guardammo negli occhi come per dirci e adesso? Adesso veniva il bello o il brutto lo sapevamo entrambi che la cosa non poteva essere per la mia propensione fin da piccolo a cercare di toccare e baciare mia sorella più grande, io sta stavo in eccitazione lei appena chiusi in camera mi disse di ascoltare bene quel che mi ordinava oppure avrei dormito sul pavimento al freddo, annuii per non creare casini che avevo già creato a casa ma che per amore verso di me non fece sapere ai nostri genitori, più di una volta le palpai le tette e accarezzai la figa, una volta poi mentre riposava le passai un dito nelle mutande proprio sulla fessura caldissima e umida, fu la mia prima figa in assoluto, ma quella sera a casa degli zii promettevo di non toccarla per non fare casino, invece porca troia ad un certo punto di notte si gira verso di me e mi cinge con un braccio, mi sveglio e in un attimo avevo il cazzo dritto, nn ho resistito e le ho accarezzato la figa infilando una mano nel pigiama e nelle mutandine, che meraviglia porcaluridamaledetta ma meravigliosa figa, non si muoveva però mi sentiva allora lo voleva pure lei, continua delicatamente l’esplorazione e d’un tratto allargo le gambe, porcalurida mi infilo sotto le coperte e la bacio e lecco fin dove posso, si sveglia e mi dice che fai maiale? Io imperterrito continuo il mio lecca lecca a gambe allargate… e se non le chiude lo vuole anche lei… maiale sei un sporco maiale sussurrando, la supplicai quasi implorando, mi disse: dai finisci quello stai facendo in silenzio! E finii con un scopata silenziata ma avrei voluto urlare di godimento, cazzo mi stavo scopando mia sorella comodamente a letto ma dovevo stare zitto nemmeno mugolare o gli zii al piano di sotto avrebbero sentito tutto, meglio che niente dopo tutto era anni che sognavo questo momento che pensavo irrealizzabile, la mattina dopo ero preoccupatissimo, ma lei mi chiede cosa avessi, mi preoccupo di te e ci me che non ho usato il preservativo, lei risponde stai tranquillo uso la pillola da quando sono con P…. (il suo ragazzo) uhaooo! esclamai grazie sorellona morivo di paura sicuro di aver rovinato la mia e la tua vita! Ma stai zitto stupido ti pare che ti avrei lasciato fare i tuoi porci comodi? Incredulo e soddisfatto chiesi quasi scusa, ma lei disse, quale scusa e scusa aohoo innanzitutto sta zitto non ne fare parola con nessuno o veramente rovini la vita di tutti compresi i nostri genitori, e poi quando torniamo a casa bello mio devi almeno un paio di orgasmi!

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.