Marco

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Marco

Spread the love

Marco era un bel ragazzo biondo corporatura snella non era un palestrato però aveva i giusti muscoli per un ragazzo di 16 anni che frequenta la seconda ragioneria, il problema è la sua infinita timidezza e proprio per questo nella sua classe rimane sempre ai margini.
Verso la fine della scuola i professori decidono per alleviare un pò gli studi di fare una bella gita di tre giorni in Toscana frà Arezzo e Siena, i ragazzi sono tutti felici pure Marco anche se saprà di essere isolato.
Una volta in Toscana ad Arezzo tutta la classe decide di andare a mangiare in pizzeria e siccome i professori sono rimasti in albergo i ragazzi si lasciano un pò andare e bevono un pò di lattine di birra di troppo, soprattutto le ragazze alla fine sono un pò brille e la più brilla è la più avvenente e procace ragazza Susanna, questa ragazza bionda dai tratti nordici ha un corpo stupendo già alla sua età e tette della 4 misura e una volta riunitisi tutti in una camera propone di guardare chi ha il cazzo più grosso e lungo frà i maschi che naturalmente accettano tutti tranne appunto Marco, Susanna gli sorride e gli dice
“Dai Marco al limite vien fuori che è piccolo ma mica dobbiamo fare un’orgia è giusto per passare il tempo” al che Marco accetta.
Allora le ragazze cominciano a controllare chi più chi meno sorridono, sghignazzano e alla fine tocca a Marco
“Dai Marco abbassa la mutandina più piccolo di Roberto è dura”
Marco allora abbassa la mutandina e….. risulta che il suo cazzo è di gran lunga il più lungo e grosso dei compagni, Susanna lo vuole misurare 22×6
“Marcoooooo sei un fenomeno e stavi li zitto”
Susanna subito lo abbraccia e gli stampa un super bacio sulla bocca er… il cazzo di Marco se è possibile si ingrossa e inturgidisce ancora di più.
“Marco è il vincitore” urla Susanna “e al ritorno mi avrà per un giorno intero”
Era arrivata notte e tutti si mettono a dormire Marco nel suo letto saluta il compagno che non risponde.
Durante la notte Marco sente una presenza nel suo letto, si gira e vede Susanna
“Ma che fai qui sei impazzita?”
“SSSSt Marco non urlare non volevo aspettare il ritorno il tuo cazzo mi ha fatto eccitare e voglio averti questa notte”
Naturalmente il cazzo di Marco si è subito indurito e Susanna è nuda è bella e invitante si infila sul cazzo di Marco e si lascia chiavare senza sosta, il cazzo di Marco entra ed esce dalla figa di Susanna con una facilità estrema e Susanna fà sentire tutto il suo gradimento, geme e manda dei gridolini di piacere, gode 2 3 volte prima che Marco le sborri sulle tette, subito dopo Susanna scappa in camera sua e così Marco si può addormentare.
La mattina dopo Marco si accorge che tutte le ragazze lo guardano con enorme rispetto,
Tornano a casa e Susanna gli si offre ancora e ancora e ancora diventa la ragazza di Marco e Marco non è più timido Susanna l’ha guarito, ma un ostacolo bello grosso si frapponerà frà lei e Marco e lentamente Marco penderà sempre di più verso il personaggio nuovo.
Naturalmente continua
 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

One thought on “Marco

  1. Corrado

    Vicino a casa mia ce un ristorante per camionisti una sera decido di andare a cena in questo ristorante mi siedo in un tavolo con due camionisti avvevano trentacinque anni tutti e due dicevano che i loro cazzi erano molto duri forse volevano dirlo a me io a me alle ore ventuno andiamo a pagare mi offrono un bicchierino di cognac poi mi invitono di andare in un camion per parlare con loro uno di loro si levono i boxer aveva un bellissimo cazzo sui venticinque cm allora uno di loro tirò le tendine poi anche l’altro sì levò i boxer anche lui aveva un cazzo di ventisei cm nel frattempo mi disse adesso prendilo in bocca succhialo mentre l’altro mi dilatava il mio buco del culo poi l’altro mi viene dietro mi infilò il suo cazzo nel culo entrò tutto senza pietà io stringevo i denti dopo cinque minuti mi sborava dentro nel mio culo poi tirava fuori il suo cazzo dal mio culo mi disse adesso prendilo in bocca mentre l’altro prendeva il suo posto anche lui me lo infilò il suo cazzo nel culo entrò come un siluro è cominciò a pompare mentre pulivo il cazzo delle ultime gocce dopo cinque minuti mi disse aprì bene la bocca lo prendo in bocca poi lui mi sborava in bocca mi diede sette grandi spruzzi di sperma mandai giù tutta la sbora poi mi sono vestito è scendo dal camion

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.