Lo Zingaro

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Lo Zingaro

Spread the love


Terzo anno superiori 17 anni timido e solitario , a metà trimestre una mattina portano un nuovo alunno era alto magro muscoloso e etnia Rom capelli lunghi ricci e occhi verdi , tuta acetata siccome sono all’ ultima fila lo fanno sedere accanto a me dandomi il compito di aiutarlo , arriva la ricreazione e usciamo mi segue parla poco ma parla italiano , facciamo colazione e rientriamo in classe Tutto procede tranquillo per le tre settimane successive , due giorni non viene a scuola la vice preside mi chiama mi da indirizzo e mi chiede di portargli i compiti a casa e se posso farli insieme . esco dalla scuola e con il motorino vado a cercarlo abitano in un caseggiato abusivo e nascondo il motorino e torno a piedi chiedo a due signore Malik e una mi accompagna sotto il portone poi lo chiama urlando , Si affaccia mi vede e mi fa cenno di salire al secondo piano ,entro e gli spiego perché ero li mi fa accomodare e senza la maglia a torso nudo e un box largo da dove si vede una forma pende oscilla mi porta in camera sua vivono alla meglio tutto in disordine , ci sediamo sul letto e gli faccio vedere i compiti che deve fare e li facciamo insieme ,e che deve solo copiare da me , mi ha detto che sta male e resta a casa tutta la settimana vive con due fratelli più grandi e lo zio giovane anche lui , facciamo i compiti e si era messo seduto alla spalliera del letto allargando le gambe e dal box di lato si vedeva il cazzo moscio lungo e la cappella e lui ogni tanto se lo aggiustava , poi mi ha offerto un liquore gipsi forte e mi ha detto dovevo berlo tutto di fiato ,abbiamo riso e scherzato e sono andato via per tornare il giorno dopo e cosi alla stessa ora alle 14,30 ero da lui aveva una tuta senza mutande e mostrava il pendolo , abbiamo fatto i compiti e lui era accanto a me per copiare e allungava la testa sulla mia spalla e mi faceva venire i brividi sentivo i suoi capelli accarezzarmi la pelle e il calore del fiato sul collo diventato rosso ,e tremavo mi ha visto e mi ha chiesto se avevo freddo e mi buttato una coperta abbracciato e mi massaggiava dicendomi che mi avrebbe riscaldato e sono caduto sul letto e lui sopra di me e i nostri visi vicinissimi lo guardavo e tremavo poi guardavo la bocca bella carnosa due labbra grandi e belle e dei denti bianchi e mi sono avvicinato e ho poggiato le mie labbra sulle sue le aperte e la sua lingua entrata nella mia e ci siamo stretti abbracciati e mi ha stesso se allungato su di me e sentivo il suo cazzone sulla mia pancia ,mi leccava il collo mi ha spogliato con una forza e si è messo nudo mostrando il cazzone dritto lo afferrato e mi sono abbassato e leccato piano guardandolo per vedere se procuravo piacere chiudeva occhi e ansimava e lo spingeva nella mia bocca e lo ingoiato piano piano tutto aveva dei brividi e tirava le gambe per il piacere la sua mano sul mio culetto se la bagnava e mi infilava le dita dentro e tremavo dolore e piacere nello stesso momento si è accorto che ero vergine , mi ha chiesto + la tua prima volta ho detto si , ha sorriso e mi ha girato un cuscino sotto la pancia allargato le gambe e sputato sul buco e appoggiato la bestia e poi lo ha spinto piano ma senza fermarsi entrato mi ha fatto poco male , iniziato a muoverlo dentro e fuori , lo sentivo mi stavo bagnando cosi scivolava e gli leccavo la mano davanti alla mia bocca e mi infilava le dita come se fossero cazzi e mi ordinava di leccarle succhiarle e poi mi girava la testa e mi baciava affondando il cazzone strusciando ero eccitato che gli ho detto di spingerlo forte stavo godendo e colpi forti e io ho urlato e sono venuto muovendomi sotto e anche lui mi ha riempito il culo , Mi ha fatto i complimenti perché godevo come una donna vado il giorno dopo mi ha fatto bere il liquore due uno dietro altro e ho sentito calore e la testa mi girava e mi ha portato in camera sua ci siamo spogliati e mi ha legato le mani alla spalliera e una benda sugli occhi poi ha messo della musica e ho aspettato una mezzora poi ha abbassato la musica e mi ha detto di fare tutto quello che mi chiedeva se in futuro volevo essere la sua donna e ho sentito delle mani accarezzarmi il corpo poi una lingua che mi baciava e un cazzo doppio lungo strusciava sul mio corpo caldo poi davanti la bocca e lo ingoiato e facevo fatica a prenderlo e le mani che mi aprivano le chiappe e delle grosse dita dentro , mi ha sciolto le mani e ci siamo abbracciati non era il mio compagno mi ha messo a 69 cosi io succhiavo e lui mi leccava il culo poi altre mani mi toccavano mi strizzavano i capezzoli urlavo e mi dimenavo dal piacere tremavo e mugolavo come una cagna vogliosa che mi ha fatto sedere sul cazzone e lo cavalcato facendolo entrare tutto fino alla radice e mi muovevo sopra facendolo impazzire e scendevo a baciarlo e stringerlo e dirgli di farmi godere davanti un cazzo che mi sbatteva sulla faccia e lo succhiato poi mi ha tolto la benda e ero con tre maschi cazzuti e vogliosi belli li ho guardati ho capito che erano la famiglia e girandomi sulla sedia mi guardava ecciatato e mi diceva di farli godere che poi mi avrebbe scoapto lui e insieme a turno mi hanno scopato e schizzato in culo e in bocca a turno due volte e quando mi hanno lasciato dolorante sul letto è arrivato lui e baciandomi aveva goduto vedendomi prendere due cazzi nel culo mi ha scopato ma mi ha segato per farmi godere insieme e dicendomi che quello che mi avevano fatto lui aveva fatto prima di me quando avevano voglia soli o insieme li doveva soddisfare se no erano botte , gli ho detto che non avevo mai goduto tanto in vita mia e siamo venuti ,,, una volta alla settimana vado a prendermi la razione di cazzo

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.