Lavoro stagionale

Lavoro stagionale

Spread the love

ono un ragazzo Ho 18 anni e lavoro stagionale in albergo al mare , Faccio le pulizie nelle camere del personale e la sera do una mano in cucina per le pulizie ,Avevo fatto già tre camere , quando alla quarta apro e dentro c’è un ragazzo a torso nudo e in slip eccitato che dorme , il suo cazzo è talmente grosso che esce di lato , richiudo la stanza e quella scena mi aveva scombussolato ricordandomi il cazzo di un ragazzo sardo dell’ anno prima che mi aveva inculato tutta la stagione e mi dava goduria e con lui venivo senza toccarmi quando mi scopava alla pecorina, vado avanti e finisco torno indietro , busso e non ricevo risposta e entro , il letto vuoto e sento il rumore della doccia , mi affaccio e lo vedo col cazzo duro che si sta lavando alzo le serrande e mi affaccio lo saluto e gli chiedo se posso fare intanto le pulizie , mi da ok e esce asciugandosi a cazzo dritto , e mi metto davanti a lui piegato , ho un bel culo tondo a mandolino ,porto dei pantaloncini aderenti ,tremo per eccitazione e mi sposto gli sono vicinissimo, che lui fa cadere il pettine , davanti ai suoi piedi e mi abbasso e lo prendo alzo la testa e i miei occhi sono davanti al suo cazzone , lo guardo e allungo la mano porgendogli il pettine e lo afferra e lo spinge verso di me , e altra mano che mi spinge la testa verso il cazzo , e apro la bocca e lo lecco inizia a farlo scorrere dentro la mia bocca ,lo lecco lo bacio e mi faccio trasportare sono affamato di cazzo ,si siede sul letto e mi fa stendere vuole che lo succhio mentre il mio culetto viene trattato dalle sue manone , le sue dita dentro e mi allargava e mi dava delle sculacciate sulle chiappe , il culo è bello bagnato e il suo cazzone è pronto mi spinge verso la parete e piegandomi allargandomi le gambe e ha spinto il cazzone ha fatto un po di resistenza ma poi scivolato dentro e ha iniziato a sbattermi con forza stringendomi i fianchi dolore e piacere mi mordeva il collo ,lo sentito diventare durissimo e mi sono segato e quando inarcato i reni lo sentito dentro il suo liquido caldo e denso ,e sono venuto anche io , sono scappato fuori , la sera nelle cucine lui era li e con due lavapiatti , e mi guardavano e mi facevano dei sorrisini , ammicchevoli gli aveva raccontato quello che era successo , e abbiamo finito che andando verso le camerate , li stavo salutando che mi hanno afferrato e spinto nella loro stanza , mi hanno spogliato e anche loro e inginocchio loro in piedi mi spingevano i cazzi in bocca e me li spingevano fino in gola a turno , poi a 90 uno in bocca e altri che mi infilavano i cazzi grossi e duri nel culo scopavano per un po e poi mi passavano e hanno buttato un materasso per terra uno si sdraiato e gli sono salito sopra a spegnicandela salivo e scendevo altri dietro che si alternavano a metterne due insieme e ha schizzarmi dentro o in bocca ,e per due volte li ho dovuti far godere ,il culo mi faceva male le gambe erano indolenzite per le posizioni , ma anche io ho goduto due volte , mi hanno buttato fuori dalla porta si sono raccomandati che non dovevo dire niente e mi avrebbero cercato loro . Passati due giorni facendo le pulizie , mi chiama il segretario che dovevo passare in cucina e portare la colazione in camera ad un ragazzo che stava male. e cosi busso entro e metto il vassoio sul tavolo chiedo se ha bisogno di qualcosa e mi chiede se posso accompagnarlo al bagno perché gli gira la testa , si alza e ha solo la maglietta sopra e sotto e nudo e semi eccitato ,il cazzone dondolava mi mette il braccio sulle spalle e io al fianco e lo porto al bagno lo lascio li poi mi chiama e entro e sul bidet a lavarsi gli ho passato asciugamano e tirandosi su con il mio aiuto essendogli affianco ,mi ha detto Ho sentito dire che sei una succhiacazzi , guarda sto male , e mi ha spinto giù verso il suo inguine e lo afferrato era caldo e lo fatto scivolare in gola e li tremava e induriva le gambe per il piacere che gli procuravo poi lo portato a letto e mi sono spogliato ho messo una crema sul culo e gli sono salito sopra e lo cavalcato poi di lato mi ha scopato alla grande e a gambe aperte , lo tirato verso di me aprendomi tutto e dicendomi dammelo tutto spaccami il culo lo voglio tutto , senti come ti vuole senti come scivola dentro e mi ha baciato in bocca ,e sbattendomi forte e strusciando sul mio cazzo con la sua pancia sono esploso e anche lui mi ha riempito . Mi ha detto quando avevo voglia basta che gli dicevo anche davanti altri , E’ arrivato un pacco . quello era il segnale io lo aspettavo in lavanderia dopo orario di lavoro .

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.