Inizio di una relazione che dura ancora adesso

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Inizio di una relazione che dura ancora adesso

Spread the love

Cominciò tutto tre estati fà, ero andato a Milano per sbrigare alcune cose, il cielo non prometteva nulla di buono ma feci in tempo ad arrivare al mio treno e salire, purtroppo era ora di punta er eravamo stretti come sardine, io ero appoggiato ad un tramezzo di ferro, notai che dietro di me si era messo un uomo dalla carnagione olivastra, sembrava un indio, aveva anche capelli neri lisci e piuttosto lunghi.
Il treno partì per fortuna di lì a poco, arrivammo alla prima stazione ma nel nostro scompartimento non scese nessuno quindi non potè salire nessuno, ripartimmo e si sentì una scarica di tuoni e lampi da far rabbrividire, quando passammo sotto ad una galleria la luce se ne andò e il treno si fermò, silenzio, si sentiva solo l’acqua scendere a dirotto poi tuoni e fulmini ancora, sarànno passate circa 10 minuti quando quello dietro mi abbraccia col suo braccio destro, si scusò subito poi ancora dopo 5 minuti anche l’altro braccio mi abbracciò, sentii dietro le mie orecchie l’alito caldo del signore, l’alito nelle orecchie non mi lascia insensibile poco dopo sento una lingua leccarmi il collo dove la nuca poi la lingua andò verso le mie orecchie e il collo laterale
“Ti piace verò? sai ho capito, l’ho percepito che ti sarebbe piaciuto”
Io non dissi nulla ma il signore aveva ragione, il trattamento che mi stava facendo il signore mi piaceva molto, mi toglieva lentamente ogni piccola reazione, si il signore si stava imposessando di me.
“Dai slacciato la cintura, sò che vorresti adesso il mio cazzo nel tuo culo”
Slacciai la cintura e il pantalone scese, sentii subito il cazzo del signore puntarmi l sedere, puntarmi il buco del culo, il signore spinse lentamente ed il cazzo mi penetrò un pochino
“Dai dimmelo che lo vuoi tutto dentro”
Non dissi nulla e il signore entrò ancora un pò di più, e poi ancora di più
“Allora? aspetti che io sia tutto dentro di te? ti accontento subito”
Un’altro colpo e mi fù dentro completamente, mi girò il viso e mi diede un lungo bacio, poi un’altro e la seconda volta la sua lingua penetrò la mia bocca poi cominciò a muoversi dentro di me, entrava rimaneva fermo e poi usciva, entrava fino in fondo rimaneva fermo e poi usciva, io non ce la facevo più e cedetti a lui
“Siiii sii mi scopi signore mi scopi”
“Bravo così ti diverti anche tu”
IL ritmo molto lentamente aumentò sempre di più ed io divenni un burattino nelle sue mani.
“Ohhhhh sii siiiii mmmmmmm”
“Ti piace adesso?”
“Siiii siii mi piace daiiii daiiii”
“Si tesoro ti scopo per bene adesso”
“Ohhhhh mmmmm che bello siii siiii mi piace come mi scopa bene signore”
“Bravo, bravo ti piace essere scopato e sono molto felice, se vuoi ti dò il mio indirizzo e quando verrai da me diventerai la mia femmina”
“Siii daiii daiiii scopami scopami daiiii daiiii ti ptrego ti prego scopami signore”
“Sei una persona dolcissima ma anche molto erotica, se vorrai io ti soddisferò, ti scoperò, sarai la parte femminile di un rapporto omo”
“Ohhhh siii siii verrò da lei ma mi scopi ancora”
“Tesoro adesso ti sborrò nel culo e quando uscirò ti tapperò il buco così avrai dentro di te la mia sborra”
“No mi rimanga dentro ancora la prego”
“Tranquillo che ti soddisferò, guarda il treno stà ripartendo, stai fermo che ti terrò caldo ancora così quando scenderai sarai ancora bello caldo e voglioso di me”
Il signore mi sborrò nel culo poi me lo tappò, poi cominciò a leccarmi ancora collo orecchie mi baciò il viso, quando arrivò la mia stazione ero già pronto ad essere scopato ancora.
Il signore mi diede il suo biglietto da visita e poi mi mandò un bacio.

 




2 thoughts on “Inizio di una relazione che dura ancora adesso

  1. Corrado

    Un giorno nel pomeriggio faceva molto caldo andai al bar mi siedo in un tavolo poco dopo entrò un uomo sui trent’anni molto elegante con una maglietta polo bianca mi chiede se poteva sedersi al mio tavolo poi lui mi disse posso offrirle una birra luì ordina due birre poi mi disse che ha la moglie al mare che ha il cazzo duro mi parlava un po’di luì poi mi disse posso invitarlo a casa mia per una birra fresca le dico di sì allora ci alziamo lui mi disse vienimi diero allora le vado dietro con la mia macchina abitava in una villetta fuori paese entrati in casa mi disse di sedermi nel divano luì andò a prendere le birre prima mi offrì un bicchiere di cognac con ghiaccio con due sorsi ho bevuto il bicchiere di cognac lui sì spogliò restando in boxer con una mano sì tocava il suo cazzo nel frattempo mi spogliò restando nudo lui sì avvicinò a me mi stringe à luì baciandomi il bocca nel frattempo si levò i boxer aveva un bellissimo cazzo sui venticinque cm poi mi disse girati allarga le gambe mi lubrifico’il buco poi mi puntò il suo cazzo poi spinge il suo cazzò entrò la cappella il dolore era grande Poi lo spinge dentro tutto il suo cazzo lo sentivo tutto nella mia pancia mi bruciava molto poi mi disse adesso girati adesso pancia in su alzai le gambe luì infilò il suo cazzo tutto dentro luì cominciò a fare il dentro fuori così andò avanti per tre quarti d’ora poco dopo mi sborava dentro nel mio culo poi lo tirava fuori lui mi disse succhialo le ultime gocce poi ci siamo bevuti una birra fresca lui mi disse domani mattina ti chiamo chiamo

     
  2. Corrado

    L’amico del giorno prima mi chiamo’ erano le ore sette del mattino sé sabato sera andavo da lui perché deve penetrare il mio buco arrivato da lui verso le ore quindici pomeriggio suonò lui mi apre era in accappatoio lui mi abbracciò strettamente baciandomi in bocca luì lasciò cadere l’accappatoio aveva il suo cazzò duro luì mi disse all’orecchio ti voglio penetrare la tua figa nel frattempo mi ha messo un dito nel mio buco del mio culo Poi mi disse sei pulito le dico di sì allora luì mi disse piegati un po’lui cominciò a leccare il mio buco mi disse adesso mi puntò il suo cazzò duro sul buco è spinge dentro tutto il suo cazzò sul mio buco poi cominciò a pompare dppo dieci minuti mi sborava dentro nel mio buco del culo

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.