Il bagno della stazione

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Il bagno della stazione

Spread the love
Da qualche tempo ho preso l’abitudine di andare urinare nei bagni pubblici, non tanto per fare i bisogni, quanto per guardare i cazzi degli altri uomini.
Ptemetto che non sono un gay, ho una moglie con la quale faccio sesso regolarmente; qualche giorno fa, pero’, non mi sono limitato solo ad osservare ma fattomi coraggio ho preso con la mano il cazzo di quello che mi stava a fianco.
Costui mi ha guardato e ridendo mi ha detto:dai, fammi una sega, fammi sborrare, l’ho accontentato e dopo pochi minuti ha scaricato tutta la sua sborra. mugolando di piacere.
Nel frattempo un altro tizio e’ entrato e vedendo la scena ha tirato fuori il, cazzo anche lui e da sopra i pantaloni me lo ha strusciato sulle chiappe e’ stato un attimo, mi ha calato pantaloni e mutande e mi ha sbattuto il cazzo nel culo con un colpo solo facendomi gemere di dolore, ha iniziato ad incularmi e dopo un po’ il dolore ha lasciato posto al piacere, ho assaporato il cazzo in tutta la lunghezza e spessore facendomi riempire di sborra.
Sono tornato a casa con il culo sfondato ma sazio di piacere.
 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

8 thoughts on “Il bagno della stazione

    1. Giovanni

      Si,ora che l’ho assaporato mi piace veramente il cazzo e vorrei provare anche a fare un pompino magari mentre ne prendo uno nel culo e assaporare che sensazione si prova, farmi inculate mi e’ piaciuto molto, ora vorrei imparare a succhiare per bene il cazzo, inoltre vorrei fare sesso in un letto completamente nudo e con un bel toro che mi sfonda il culo

       
  1. Fulvio

    Ciao, io ho una predilezione per gli uomini molto vecchi, over 80. Solo con loro adoro giocare e farmi toccare, come capitava nei cinema a luce rossa quando ancora erano aperti. Ora e’ difficile trovarli….Mi hanno fatto impazzire con le loro mani esperte e rugose…

     
  2. Fulvio

    Ciao Darrel, non so come spiegare ma da quando ero giovane sui 14 anni, mentre una sera stavo recandomi a piedi da qualche parte mi si e’ affiancata una vecchia fiat 500 con un anziano. Lo stesso dopo avermi salutato, diceva di essere un dottore e mi ha chiesto se volevo farmi visitare o meglio auscultare i battiti cardiaci. Mi pregava di salire sulla sua auto e che mi avrebbe tolto la camicia. Non sono perche’ ma ho rifiutato. Nello stesso momento ero pero’ eccitato. Credo che lui se ne fosse accorto. Faceva molto freddo e avevo dei pantaloni multo stretti . Non so cosa mi avrebbe fatto…. Comunque non l ho piu’ rivisto. Da allora questo ricordo l ho sempre tenuto dentro…..

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.