Erano tanti giorni che non ci vedevamo

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Erano tanti giorni che non ci vedevamo

Spread the love

Erano tanti giorni che non ci vedevamo ed io ero in ansia perché ci eravamo lasciati freddamente dopo un litigio. Ma poiché conosco meglio di chiunque il mio Uomo anzi il mio Boy, ha trenta anni meno di me, l’ho riempito di telefonate e messaggi amorosi fin quando non si è calmato. Lo stavo aspettando per cena e steso sul letto in pantaloncini e t shirt e senza intimo, guardando la TV ma in realtà pensavo a cosa gli avrei detto appena fosse entrato. Bussò vicino al vetro della porta, era il nostro segnale per aprirgli. Passo dal bagno per lavarsi le mani e lo attesi sopra in camera da letto rimanendo steso sul letto. Mi salutò e sfacciatamente gli chiesi un bacio….castissimo sulle labbra. Incominciammo a parlare del più e meno poi gli chiesi notizie su un corso che stava facendo e si infervorò ed inizio ad innervosirsi. Riuscii con calma e diplomazia a cambiare argomento e cenammo con tranquillità . Completammo la cena con un dolce a base di mandorle, molto buono. Ci alzammo insieme e di istinto gli diedi un bacio, ma questa volta le nostre labbra si spalancarono e le nostre lingua iniziarono un combattimento senza sosta. Un bacio lunghissimo ! le sue grandi caldissime mani erano sui miei morbidi fianchi e mi accarezzavano mentre le mie piccole femminili mani gli accarezzavano la testa . Sentiii la temperatura del corpo salire sempre di più ed il mio mini cazzo iniziare ad indurirsi e iniziai a strusciarmi sul suo inguine che sentivo diventare sempre più duro. Ecco che le sue mani si infilarono nel mio pantaloncino facendolo cadere e la sua grande mano destra inizio a masturbi ferocemente . Ansimavamo sempre di più . Mi sembrava di impazzire sentire la sua lingua dentro la mia bocca e contemporaneamente il mio pisellino in una stretta morsa della sua mano a masturbarmi senza tregua. Non riuscivo più a stare in piedi e mi accasciai sul letto li vicino a noi. Mi tolsi la t shirt e rimasi tutto nudo in balia del mio Boy . Si spogliò di fretta e così potetti sentire il suo caldissimo corpo al mio fianco. Ma soprattutto il suo cazzo grande lungo e di marmo appoggiarsi al mio fianco. La sua mano riprese dove aveva sospeso e continuò a masturbarmi. In quel momento percepii tutto il suo desiderio che era l’esplosione del suo Amore per me. Il suo corpo emanava da ogni poro la sua voglia di farmi godere. Quel Boy giovane bello muscoloso dotato era il MIO Amore ed ogni nuvola era sparita. Improvvisamente sentii una vampata di gran caldo ed un piccolo fiotto sgorgo dal mio pisello. La sua abile mano rallentò il ritmo e sparse la mia sborra sul mio morbido depilato ventre. Era esausto steso vicino a me e poggio la sua testa sul mio torace e sentivo il suo respiro affannoso. Ero felice ma ora volevo farlo godere e volevo unire i nostri corpi di Innamorati. Iniziai a toccarlo e inizia a stringere il suo grosso cazzo nella mia piccola mano. Lo sentivo pulsare sempre di più era una sensazione meravigliosa. Mi girai un poco pe rendermi disponibile ad accoglierlo. Mi si avvicinò ed in un istante era dentro di me. La mia fica anale sempre lubrificata come una vera vagina non oppose alcuna resistenza ed io urlai dal godimento. Lo sentivo muovere lentamente ma sempre più in profondità. Ormai il mio processo di femminilizzazione era completato da tempo e quindi godevo di più di quando venivo masturbato. Solo la presenza anche immobile dentro di me mi faceva godere incredibilmente. Non aumento, come mi sarei aspettato un aumento della velocità della penetrazione, lui era eccitatissimo e fece tutto lentamente e improvvisamente mi inondò completamente. Ero distrutto da tanta goduria ! Il mio Boy come sempre aveva posseduto la sua Femmina ed eravamo felici uno abbracciato ….all’altra ! Riposammo un po’ abbracciati e poi….iniziammo a lavare i piatti !

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

2 thoughts on “Erano tanti giorni che non ci vedevamo

  1. Corrado

    Avevo conosciuto un trentacinquenne in chat aveva un bel cazzo lui mi disse che voleva incontrare alla mattina presto verso le ore sette suonò lui mi apre lui mi abbracciò tenendomi stretto baciandomi in bocca nel frattempo mi sbottòno la pata mi tirò giù le braghe mi levò le mutande mi disse piegati un po’ voglio vedere il buco del culo me lo leccò poi mi disse appoggia le mani sul divano è allargò le gambe lui mi puntò il suo cazzo sul buco del culo mi penetrò con molta dolcezza quando era prossimo a sborare lo tirava fuori mi disse prendilo in bocca è cominciò a sborare sperma lo ingoiata tutta

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.