Una amante per sentirmi Vivo

Una amante per sentirmi Vivo

Spread the love

Sono in viaggio da quasi due ore e non sono stanco. È la terza volta che con la scusa di un convegno ho preso la macchina in direzione nord est per andare da Daniela. Questa meravigliosa donna mi ha conquistato fin dalle prime e semplici parole scambiate in chat.
Eppure è nato tutto per gioco, a partire dall’iscrizione al sito di incontri extraconiugali cercoamante.org che un mio amico e collega propose di punto in bianco. Inizialmente non volevo, avevo paura che per una cretinata potesse scoppiare un putiferio con mia moglie ma alla fine ho accettato e ora sono di nuovo in autostrada per incontrare la mia amante. Trovare Daniela ha ridato forza alla mia vita, sangue alle vene.
Il pensiero di perdere mia moglie c’è, inutile negarlo, però poi capita come in questo preciso momento in cui la vedo che mi aspetta al solito posto poggiata alla sua auto. Sexy come nessun’altra donna abbia mai conosciuto, fasciata in quel tubino nero portato con una naturalezza incredibile. Gambe leggermente incrociate e il suo culo perfetto a fare da punto d’appoggio sulla carrozzeria. Parcheggio. Lei mi fissa maliziosa e sorridente. Non ho speranze, nessuna. Ogni pensiero scompare, un bacio per salutarci e poi via dentro l’albergo, giusto il tempo di scambiare un saluto e lasciare i documenti e poi ci ritroviamo nudi, in piedi uno davanti all’altra. Ancora una volta non mi sembra vero di potere trascorrere altre ore con questa meraviglia della natura, l’incarnazione della femminilità. La copro di baci e di carezze lungo tutto il corpo fino a fermarmi all’incrocio delle gambe, dove un piccolissimo ciuffetto di peli sovrasta quella fica il cui inebriante sapore mi è diventato familiare e necessario, come l’aria che respiro.
Trascorro molto tempo con la testa tra le sue gambe, è il luogo in cui mi metto in pace col mondo e durante il quale mi sento pienamente uomo. Solo dopo diversi orgasmi, quando la sento sciogliersi tra le mie mani, riemergo dalle sue profondità per poggiare il mio sesso sulla sua lingua e lasciarmi andare alla sua lunga e sapiente tortura di piacere. Riconquistare la propria libertà passa anche da questi momenti intimi trascorsi nella bocca di una donna che un mese fa nemmeno sapevo che esistesse. Basta, non ne posso più, mi alzo e in un attimo sono completamente dentro di lei. Resto fermo per qualche secondo mentre la bacio come se non l’avessi mai fato in vita mia. Sento il mio uccello pulsarle dentro e se ne accorge anche lei e stringe forte le gambe. Poi le lascia cadere aperte sul letto e così inizio ad affondare i colpi, sempre più veloci prima di fermarmi per godere dei suoi capezzoli. Li torturo con le dita, piccoli morsi si alternano a dolci baci. Lei si contorce sempre di più, mi chiede di scoparla, mi implora. Sento il mio sesso ingrossarsi sempre di più fino a quando perdo totalmente il controllo di me stesso e inizio a darle una serie di colpi che sembra infinita e che solo il crollo fisico dovuto all’orgasmo mi impedisce di continuare all’infinito. Ogni volta è così, le cado addosso sfinito, in pace con me stesso e col mondo. Non penso, sento solo le pareti del suo sesso avvolgere morbidamente il mio. Restiamo così, fermi, finalmente riuniti nello stesso corpo. Trovare un’amante è stato semplice, è bastato un invito ad un gioco e mi sono ritrovato catapultato in un mondo meraviglioso. Riconquistare ogni volta ogni centimetro del suo corpo è un’esperienza meravigliosa che ripeto fino allo sfinimento, fino a quando le forze ce lo permettono. Un rapido pranzo nel ristorante accanto all’albergo e poi di nuovo chiusi in camera a scopare, stavolta senza l’esigenza di prenderci subito. Tutto il tempo e la calma per scavare in ogni angolo dei nostri corpi, prolungando all’infinito il momento in cui ci saremmo dovuti staccare. I chilometri sono tanti, il tempo troppo poco e così dico basta, non posso più continuare così. Ho bisogno di nuovo calore, di altri occhi, di nuove cosce in cui affondare la mia faccia e il mio uccello. L’idea di perdere mia moglie non mi ha mai sfiorato, tanto meno ho voglia di dimenticare quanto ho vissuto con la splendida Daniela ma è ora di cambiare strada. Rientro su Cerco Amante e cerco la porta giusta per entrare in una nuova avventura, la mia nuova amante.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.