Un regalo per Elena

Un regalo per Elena

Spread the love

Si stava avvicinando il compleanno della mia compagna Elena e non sapevo cosa regalarle. Io ho 39 anni, lei 35, siamo insieme da 10 anni e tra compleanni, Natali e ricorrenze varie ci siamo regalati di tutto.
Poi navigando su un sito vedo un banner di uno sexy shop che recitava “un meraviglioso regalo per lei!”. Ho fatto click e sono arrivato ad una pagina di un sexy shop online piena di vibratori.
Elena ed io non abbiamo mai utilizzato dei sex toys e non sapevo quale reazione avrebbe avuto se gliene avessi regalato uno.
Era da un po’ di tempo che tentavo di fare opera di convincimento a provare il sesso anale. Le piaceva quando le leccavo il buchetto ed anche quando le infilavo un dito ma aveva paura a prendere il mio cazzo che era ben più grosso di un dito, temeva di sentire male. Così optai per un vibratore anale che di dimensioni fosse a metà tra il mio dito ed il mio cazzo.
Non sapendo come l’avrebbe presa ricevendo un regalo così decisi di regalarle anche un paio di pantaloni.
Arrivò il giorno del compleanno e dopo averle fatto gli auguri le diedi il pacchetto con i pantaloni. Era contenta. Poi le dissi che avevo anche un altro regalino ma gliel’avrei dato la sera dopo cena. Poco dopo ci salutammo per andare rispettivamente ai propri lavori, ci saremmo rivisti per l’ora di cena.
Verso l’ora di pranzo ricevo un sms “amore, dai dimmi che altro regalo mi hai preso…”
Le ho risposto “è una sorpresa, qualcosa che useremo a letto, penso ti piacerà!”
Elena “ma che cavolo hai comprato?”
Non le risposi, arrivò l’ora di cena e rincasammo entrambi. Doccia, cenetta e… lei che reclamava la sorpresa.
Le dissi di attendere che prima avevo altri progetti. Iniziai a baciarla ed a baciarle il collo. Ad uno ad uno gli spargemmo gli indumenti tutt’intorno al divano e rimanemmo nudi.
Era eccitata, era il momento di prendere il regalo. Mi allungai verso il cassetto del mobiletto vicino al divano ed estrassi la scatola del vibratore ed un flacone di gel lubrificante.
Lei mi guardò con aria interrogativa, non vedendo dalla sua posizione bene l’immagine della scatola non capiva cos’era. Aprii ed estrassi il vibratore. Lei aveva ancora l’aria interrogativa e mi chiese “ma cos’hai comprato? A me basta il tuo, non ho bisogno di altro e tra l’altro è più piccolo del tuo…”
Le ho chiesto “ti fidi di me?”
Elena “si…”
Io “ok, stasera voglio farti godere come non mai, difati e vedrai che ti piacerà! Ora stenditi a pancià in giù.
Ho iniziato a leccarle tutta la schiena scendendo sempre più fino ad arrivare con la lingua sul solco delle natiche. Lei iniziava a mugolare dal desiderio ed alzando il bacino mi veniva incontro col culo. Non aspettava altro che la mia lingua si poggiasse sul suo buchetto.
Con le mani le ho allargato le natiche ed ho iniziato a leccarglielo, lei si stava eccitando sempre più. Quando ha iniziato a gemere più forte l’ho fatta mettere a pecorina ed ho continuato a leccarglielo un po’, poi ho preso il gel, me ne sono messo un po’ sull’indice ed ho iniziato a spalmarglielo sul buchetto del culo. Ha iniziato a dirmi “non voglio che me lo metti nel culo” ma fin che lo diceva ho inserito il dito medio e lei “oohhh che bello, mi piace quando lo fai…”
Ho fatto scorrere un po’ avanti e indietro il dito, sentivo che si era abituata bene e che il gel funzionava alla grande, così ho inserito un secondo dito, cosa che non avevo mai fatto.
Elena “ooooohhhhh sssiiiiiiiii, mi piace!!”
Bene! L’ho fatta adattare un po’, poi ho estratto le dita e le ho spalmato un altro po’ di gel sul buco. Ho preso il vibratore e l’ho appoggiato delicatamente sul buchetto, una leggera spinta ed era già dentro per metà senza la minima resistenza.
Elena “oohh mmm… siii, spingilo ancor di più mi piace!!”
L’ho spinto fino in fondo e lo muovevo un po’ avanti e indietro, senza accenderlo però.
Le ho messo una mano sulla figa, era completamente fradicia. Mi sono messo dietro di lei e le ho infilato il mio cazzo in figa.
Elena si sentiva piena, aveva il vibratore nel culo ed il mio cazzo in figa, ansimava e mi incitava a scoparla dicendomi che le piaceva e stava godendo come una matta.
Continuando a scoparla ho premuto l’interruttore del vibratore che ha iniziato subito a vibrare nel suo culo.
Elena “ooohhh!! Siii!!! Siii!!! Daii!! Muovilo e scopami!!”
Le vibrazione passavano quel sottile strato di carne che divide i due buchi ed arrivava anche al mio cazzo e piaceva un casino anche a me che iniziavo a sbatterla con sempre più foga.
Elena “aahhh ohhh siii vengoooooooooo!!!”
Un orgasmo potentissimo come non avevo mai visto e contemporaneamente sono venuto anch’io.