Sara la prostituta di strada ecologica senza preservativo 1 parte

Sara la prostituta di strada ecologica senza preservativo 1 parte

Spread the love
Sara è una ragazza che vive in un paesino nelle Marche bella sensuale erotica aperta di mente, corpo e spirito. Una ragazza ecologica, ambientalista di altri tempi. Una ragazza disinibita che non ha alcun problema a mostrarsi così come mamma l’ha fatta. Mora, magra, con uno sguardo intenso e due tettine a pera, una fighettina aperta lasciatemelo dire strepitosa e un meraviglioso culetto a mandolino che è una bellezza. Il suo sogno più grande è sentirsi desiderata e posseduta da centinaia, migliaia di uomini perché Sara sa che un rapporto di coppia bisogna viverlo in libertà e che gli esseri umani sono esseri poligamici e che la gelosia è il contrario dell’amore e il vero amore è rispettare lo spazio dell’altro ed essere felici della felicità del proprio compagno/a. Se un altro uomo da felicità alla tua donna o un’altra donna dà felicità al tuo uomo te devi essere felice della gioia che il tuo partner ha provato questa è la saggezza degli antichi guru come anche lo stesso Osho predicava. Una persona può essere legata a vita ad un’altra per sua scelta però allo stesso tempo per ravvivare il rapporto è giusto che quella persona possa fare diverse esperienze e godere di diversi piaceri questa è libertà e vero amore. L’amore non è una gabbia non è possessione è libertà e rispetto della mente, del corpo, dello spirito e delle scelte altrui. Un giorno Sara decide di prostituirsi in strada senza preservativo per gioco. Eh si perché a Sara il preservativo gli fa schifo non l’ha mai usato e mai lo userà. Il suo motto è fate l’amore non fate la guerra. Lei sa bene che se gli uomini fossero più impegnati a fare l’amore vero al naturale senza protezioni non ci sarebbero più guerre e violenza. E pensare che è tutto così naturale basterebbe che nel mondo ci fosse più amore non solo verso gli esseri umani ma verso tutti gli esseri viventi rispettandoli. Finalmente in una giornata estiva decide di diffondere un po’ di questo amore; si accorge subito che le mutandine e il reggiseno con questo caldo gli stanno strette e decide di toglierle di indossare un vestito unico trasparente di colore bianco che copre appena le ginocchia e non lascia spazio all’immaginazione. Lei ama stare nuda la fa sentire libera e spensierata. In sella alla sua amata bicicletta per combattere l’inquinamento vola verso nuovi lidi. Pedala, pedala fino ad arrivare ad una spiaggetta, a fianco trova un bosco con una natura incontaminata. Sara non aveva mai visto in vita sua un luogo così incantato e bello e decide di fermarsi. E subito gli viene un idea brillante chiama Giorgio un suo caro amico e gli dice di raggiungerla e portare con se una telecamera e un letto matrimoniale. Giorgio emozionato fa come Sara gli ha detto e in un battibaleno è da lei. La telecamera viene posizionata a distanza sopra un albero mentre il letto viene posto dietro un cespuglio. Sara vuole che Giorgio sia il suo primo cliente. La telecamera serve per registrare e poter rivedere questa esperienza di amore indimenticabile (i volti dei suoi clienti durante la giornata per motivi di privacy saranno coperti). Il suo obbiettivo è dare amore e per farlo è disposta a tutto. Ovviamente per far si che la cosa sia credibile anche se a lei di questo non importa nulla decide di stabilire una cifra simbolica di 20 fiori per chi vuole usufruire dei suoi servizi. Mentre fantastica con la mente a un certo punto i suoi pensieri vengono disturbati, si guarda a terra e orrore la natura incontaminata è rovinata dalla presenza di decine di preservativi abbandonati a terra senza alcuna cura. Subito Sara prima di iniziare il suo lavoro decide da brava ragazza ecologica quale è di prendere una busta e raccogliere tutti i preservativi usati lasciati a terra che rovinano l’ambiente. Una volta raccolti tutti però pensa che è un peccato che tutto quel seme venga sprecato. Con estrema calma e con un accuratezza direi quasi certosina prende un preservativo alla volta e inizia a svuotarli uno alla volta dentro la sua bocca ma a un certo punto si accorge che quel meraviglioso sapore di sperma è rovinato dai lubrificanti contenuti nei condom. Prende una caraffa e versa il contenuto di tutti i preservativi all’interno saranno stati almeno un centinaio. Sara aveva già letto dei benefici della semeterapia sulla mente e sul corpo ma ora è disposta a provarli su di se e non vuole perdersi nemmeno una goccia di quel meraviglioso succo. Una volta riempita la brocca inizia a ingoiare il suo contenuto ahhhh che sapore delizioso è il nettare degli Dei. Svuotata la brocca e una volta bevuto tutto si sente meglio è più felice però subito si rende conto che lei vuole bere direttamente dalla fonte originaria. Prima di farlo prende la busta con tutti i preservativi e li getta nell’apposito contenitore per il riciclo. Chiama a se Giorgio e gli dice il primo giro di giostra offro io è tutto gratis e sarà la mia iniziazione come Sara la prostituta di strada senza preservativo. Mi avvicino a lei che in un attimo si toglie il vestitino e vedo un corpo meraviglioso di una Dea e penso come è possibile che il significato della parola prostituta abbia acquisito nel tempo una connotazione così negativa. Un tempo le prostitute erano le sacerdotesse dell’amore venerate e amate come Dee come regine portatrici di amore fra le genti di tutti i popoli. Rappresentavano la Dea della fertilità Afrodite portavano fortuna, salute, amore e prosperità. Dopo essermi spogliato Sara decide di attaccarsi direttamente alla fonte e prende in bocca il mio meraviglioso cazzo e inizia a succhiarlo e continua finchè dei rivoli di sperma non fuoriescono dalla punta e le sporcano il viso ma lei decisa ad andare fino in fondo raccoglie questo seme con le dite e inizia a leccarlo, ingoiarlo. Subito dopo riprende in bocca il mio uccello e aumenta il movimento della sua bocca fino a quando non resisto più e lascio che il mio sperma entri tutto dentro di lei. Dopo questa bevuta mi dice preparati per il 2 round ora voglio che quel succo entri a fiumi dentro la mia vagina. Dopo Giorgio fa sdraiare sul letto Sara e inizia a massaggiarla prima in tutto il corpo e dopo nelle sue parti intime sui seni e sulla vagina. La fighettina di Sara si apre come un bocciolo di rosa pronta ad accogliere maestosa il frutto del piacere ma prima di farlo le dita della mano di Giorgio si insinuano dentro di lei. Gli umori di Sara bagnano le sue dita. Sara è pronta e vuole ricevere il suo maschio, il pene punta dritto la fessura e si fa largo all’interno del suo clitoride. Sara è tutta bagnata e gode gode come non mai sapendo che le sensazioni che stà provando sono solo l’inizio. Le spinte pelviche di Giorgio pian piano si fanno sempre più forti fino a quando non potendo più resistere riempie la vagina di Sara di caldo sperma. Sara si sente tutta piena è felice perché stà provando su di se gli effetti della semeterapia. Ma non ancora del tutto soddisfatta dice a Giorgio preparati per il terzo e ultimo round dovrai possedermi analmente. Queste sue parole risuonano nella mente di Giorgio con un effetto immediato sul suo cazzo che improvvisamente si rialza pronto di nuovo ad assaporare stavolta il suo splendido culetto. Sara si appoggia con il sedere sul pene di Giorgio e inizia a muoversi come un ossessa fino a quando quasi naturalmente il pene inizia a farsi spazio nel suo buchettino. Ecco che Sara con fare esperto in un attimo se lo pianta tutto dentro e inizia a urlare dal piacere e aumenta il movimento. Giorgio la prende per i fianchi e inizia a stantuffarla sempre più forte finchè a un certo punto l’interno di Sara si contrae dando a Giorgio un piacere indescrivibile; ormai Giorgio non c’è la fa più e scarica tutto il suo carico dentro di lei. Sara questa creatura meravigliosa mi mostra la sua bocca tutta bianca, la sua vagina e il suo culetto piene di piacere. Un piacere che prende forma in un delizioso succo che la riempie tutta dentro e fuori. Oramai non ci sono più dubbi Sara ama il creampie estremo la venuta dentro i suoi meravigliosi buchini dell’amore vuole sentirsi desiderata, amata e riempita da tutti. L’iniziazione di Sara è conclusa ora io mi nascondo lontano nel bosco ad osservare dalla telecamera questa meravigliosa Dea che si accinge a dare felicità a tutti quelli che incontra. Sara ancora piena di sperma una volta rindossato il vestitino bianco simbolo di purezza si mette in strada a fianco del bosco in attesa del suo primo vero cliente.
Fine 1 parte

Commuta il pannello: Meta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.