Ritorno al passato

Ritorno al passato

Spread the love

RITORNO AL PASSATO
Ritrovo i miei ex ad una festa e scopro il compagno della mia vita

Sono***, ho quaranta anni ben portati, sono single per vocazione, squilla il cellulare…è mia sorella ”ciao” “che fai di bello stasera?” “nulla…” “mi ha chiamato ***… c’è una cena goliardica stasera…ricordi i tempi dell’Università?” “e come posso dimenticare quegli anni?” “io non ci posso andare…ho promesso che ci sarai tu…” “sei sempre la solita…lo sai che io sono una che ama stare da sola…” “certo che lo so…ma so anche che devi uscire di casa…quant’è che non tocchi un uomo?” “guarda che io sto bene così…” (in realtà non è vero…ho tanta voglia…) lei: “ok…non ho voglia di litigare…come non detto…” io: “aspetta…dov’è questa cena?” “in un agriturismo, a***” “il tempo di vestirmi…ciao” “mettiti qualcosa di carino…intendo sexy…” “sarà fatto, sorellina….” mi metto una minigonna jeans, senza mutandine, una camicetta di seta trasparente attillatissima con zip di apertura, reggiseno a balconcino ….penso di essere hard….raggiungo il luogo del raduno… si mangia a buffet…ci sono parecchi ex colleghi di corso….…saluti, abbracci, baci, eccetera, c’è anche un paio di miei ex con cui sono andata a letto a quell’epoca… uno dei due mi fa un occhiolino malizioso e mi sussurra: “ci vediamo in giardino?” io gli sorrido e annuisco…. … mi viene in mente di accendere una sigaretta e di andarmene …… nessuno noterà una che esce per fumare… così mi reco in giardino sforzandomi di essere naturale… mi inoltro tra le piante…mi sento abbracciare da dietro… è lui… io: “quanto tempo è passato…” lui: “ma tu non sei cambiata…sei come allora…anzi sei ancora più figa…” io: “anche tu…appena ti ho visto mi è venuta voglia… ” lui mi apre la camicetta con lo zip, mette le mani sulle tette scostando il reggiseno… io: “si…ancora…” poi infila una mano sotto i jeans e scopre che sono nuda… io: “scopami…” allora mi prende a cavalcioni e mi penetra…..”mmm…dammelo…” lui esce ed entra col pene con maestria…la clitoride impazzisce…ci baciamo con furore….sento lo sperma che mi invade dentro…finalmente vengo anche io…. stiamo in silenzio un po’…poi ci rimettiamo in sesto per rientrare con gli altri….mi è venuta fame…mi metto a mangiare…ma ad un certo punto mi scappa la pipì forte…forse è l’effetto della scopata… o semplicemente del vino ….devo andare al bagno sennò me la faccio addosso… quando esco m’imbatto in *** “ah sei tu?” “ti sto cercando dappertutto…” “sono sempre stata qui…” rispondo mentendo… “perché non torniamo ai vecchi tempi?” io faccio finta di non capire: “andiamo al buffet…così parliamo e mangiamo…” “io intendevo un’altra cosa…” si avvicina…io non ho il coraggio di respingerlo…ero molto innamorata di lui…è magnetico…mi mette una mano sotto i jeans e sente che sono nuda…allora mi prende per mano e mi porta in un WC, chiude, tira fuori il pene e me lo mette dentro con slancio…io: .”mmm…è durissimo…” lui: “si…è tutto tuo…mi hai fatto venire un’erezione gigantesca…” io: “siii” lui: “sei una figa stretta e aperta….non me lo sono dimenticato….” lui viene di botto, è proprio cotto…..ci rivestiamo, lui esce per primo…controlla che non ci sia nessuno…poi sono io ad andarmene facendo attenzione a che nessuno mi veda…proprio un bel figo mi sono scopata… torniamo tranquillamente al buffet dove si scherza e si ride…mi accorgo però che il centro dell’attenzione sono io, un uomo più intraprendente degli altri mi alza i jeans e mi chiede “me la dai?”… evidentemente qualcuno si è accorto che non porto mutandine, forse quando ero sulle scale per andare al secondo piano al bagno, un osservatore che mi teneva d’occhio – essendo l’unica femmina è inevitabile- lo ha notato e la notizia si è sparsa… io non ho scelta…dico a ***, che ha fatto sesso con me al bagno, che non mi sento molto bene e me ne vado… solo che nel frattempo la macchina è stata bloccata…per fortuna c’è un foglietto sul cruscotto col cellulare del proprietario della vettura… chiamo “scusi…la sua auto mi blocca…” lui: “arrivo subito…” poco dopo arriva un uomo, lì per lì non lo riconosco, lui mi fa: “ma che sorpresa…” io lo guardo…”non mi riconosci, sono***… io non credo ai miei occhi: “ah! sei tu?” non l’avevo notato che c’era anche lui, forse è arrivato in ritardo e questo spiega il motivo dell’auto in seconda fila…ora mi si affollano nella mente i ricordi…quando era studente l’ho corteggiato ma lui aveva una fidanzata gelosissima che non lo mollava un momento, per cui non è successo nulla……lui: “proprio non ricordi?” “si…ora si…” “vai via?” “si, non mi sento molto bene…” “mi dispiace…” gli sorrido “anche a me…” “aspetta…non andartene subito…ti devo parlare” lui: “lo sai che ti ho sempre pensato? mi sono pentito moltissimo di non aver fatto sesso con te…” io: “è passato tanto tempo…” “no, per me è come fosse ieri… ti ho cercato ma non ti ho trovato…vuoi vivere con me?” “questa sì che è una sorpresa…” “se vuoi ne parliamo con calma…ti porto in un posticino qui vicino… un altro agriturismo più tranquillo dove saremo soli…” “va bene…” salgo sulla sua auto, facciamo due chilometri ed arriviamo ad un casolare che sembra abbandonato…ci accolgono gli animali da cortile…scendiamo…suoniamo…ci apre un signore anziano… lui: ”ha una camera per noi?” “certo…” ci fa entrare e ci conduce al piano superiore dove c’è una stanza con letto e mobilio d’epoca….”eccola…quanto vi trattenete?” “solo questa notte” “la colazione è alle sette…” entriamo…lui mi bacia “ti amo…” lentamente mi spoglia… poi si accorge che non ho le mutandine e mi penetra con foga…eiacula quasi subito perché aveva una voglia di possedermi arretrata incredibile … io non vengo…sono sazia…è stato proprio bello…ho trovato finalmente il compagno della mia vita!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.