Massaggio hot dalla cinese

Massaggio hot dalla cinese

Mi chiamo Mario, ho 39 anni e sono un manager di una importante azienda informatica che opera in tutto il mondo. Al mio lavoro dedico molto del mio tempo, è dura ma è esattamente ciò che volevo fare nella mia vita! Le numerose responsabilità mi portano a viaggiare molto. Quasi due volte al mese compio viaggi in diverse località per concludere affari per l’azienda e a causa dei miei continui spostamenti non sono mai riuscito a legarmi sentimentalmente con qualcuna che condividesse il mio lavoro duro e stressante e per questo la maggior parte dei viaggi li compio da solo. L’ultimo viaggio che ho compiuto è stato in Cina. Un paese straordinario dove non ero mai stato e dalla quale sono rimasto profondamente affascinato dagli ideali e soprattutto dalle persone. Viaggiando avevo avuto modo di toccare per mano le varie etnie presenti nel mondo, ma ad essere sincero quella asiatica mi ha completamente stregato. Ma passiamo alla storia. Era il secondo giorno di permanenza a Shangai e dopo aver concluso brillantemente un importante affare per l’azienda decisi che quella sera mi sarei dedicato a me stesso e al relax puro. Ero a conoscenza che le asiatiche erano molto brave a fare massaggi e così spinto dalla curiosità decisi di provare. Inizia a ricercare su internet annunci di ragazze che offrivano massaggi a pagamento e mi colpì una certa Ines. Il suo indirizzo era anche poco distante dall’albergo dove alloggiavo e così decisi di prenotare un massaggio rilassante. Presi appuntamento per la sera prima di cena. Non vedevo l’ora di andare, ero molto curioso di constatare come massaggiavano le cinesi e le donne asiatiche in generale. Giunta l’ora mi avviai verso lo studio di questa ragazza. Dopo 5 minuti di cammino arrivai all’indirizzo prefissato. Era una casa semi-indipendente con un solo piano. C’era solo un citofono così bussai. Mi venne ad aprire una ragazza asiatica dai lineamenti perfetti. Era davvero bella, piccolina, gentile e con un bel fisico snello e definito. Siccome non sapevo ancora parlare molto bene la lingua mandarino gesticolavo molto per farmi capire e poco dopo mi invitò a scendere al piano di sotto. Scendemmo delle scale e mi ritrovai in uno stanzino ben curato con un lettino, simile a quello dei medici e di fianco su un mobiletto diversi oli profumati per corpo. Mi invitò a spogliarmi e a mettermi comodo sul lettino mentre lei andò via per ritornare poco dopo con un camice da lavoro molto sexy e scollato. Mi fece distendere a pancia sotto e cominciò a massaggiarmi il corpo partendo dai piedi fino ad arrivare al collo. Mi rilassai completamente mentre mi godevo la performance di questa giovane cinesina. Devo essere sincero, sapeva usare le mani molto bene, accarezzava il corpo con delicatezza provocando una sensazione di rilassamento totale. Era molto piacevole e il panico sopraggiunse quando invitò a mettermi a pancia sopra. Le mie parti basse erano coperte soltanto da un piccolo asciugamano che purtroppo non erano in grado di nascondere la mia evidente eccitazione dovuta a quel momento e alle mani fatate di Ines. Ero abbastanza imbarazzato vedendo che lei toccava sempre più insistentemente punti vicini al mio membro. Pensai che forse voleva capire le mie reali intenzioni; avevo sentito dire che parecchie cinesi oltre ad offrire massaggi, per pochi spicci in più si sarebbero fatte anche scopare, così la lasciai fare. Poco dopo fu lei a farmi capire che il massaggio era finito e che se desideravo andare oltre bisognava pagare qual cosina in più. Ormai ero eccitato da morire e non potevo andarmene da lì senza averla sfondata e così accettai il compromesso. Allora lei si sbottonò il camice e rimase con un intimo di pizzo nero da far venire il capogiro a tutti. Aveva un culetto piccolo che andava soltanto sfondato e delle tettine con dei capezzoli molto turgidi e gonfi. Mi tolse l’asciugamano dalle parti basse prese un goccio di olio profumato ed iniziò a segarmi. Era la più bella sega che avevo mai ricevuto, quell’olio non creava attrito e la mano scivolava su e giù benissimo e tutto a vantaggio del mio godimento. Poi iniziò a baciarmi piano piano partendo dal collo sino a scendere sulla mia asta ormai dritta e dura che di lì a poco prese in bocca. Iniziò a succhiare sempre più veloce, su e giù per quelle labbra e la mia espressione era sempre più soddisfatta da quel lavoro di bocca. Poi si spogliò tutta nuda e salì sul lettino, si girò di culo e mi mise la sua patata umida in faccia mentre mi spompinava. La sua fica non aveva neanche un pelo, era ben curata e piccolina. Non vedevo l’ora di sfondarla, così la pregai di sedersi sul mio cazzo e di iniziare a cavalcarmi. Non se lo fece ripetere due volte: dopo avermi infilato il preservativo, salì sulla mia asta e cominciò a saltellare energicamente. Godeva da matti, voleva il mio cazzo sempre più in profondità e la sua agilità faceva in modo che si muovesse con grande esperienza sul mio membro. Dopo un po’ mi alzai in piedi, la stesi sul lettino, le aprì le gambe e glielo infilai dentro la vagina ormai semi-dilatata dal mio enorme cazzo. Alternavo spinte profonde a spinte meno profonde e questo giochetto la fece completamente andare in visibilio. La sua figa stretta era un toccasana per il mio cazzo e per il mio godimento. Stavo quasi per arrivare ma facendo forza del mio self-control , decisi di metterla a pecorina e di usare uno di quei oli per lubrificargli l’ano e spingerlo dentro. Così feci, lubrificai per bene quel buchino piccolo e depilato e glielo infilai dentro con forza. I suoi buchi stretti erano troppo eccitanti per me e dopo una decina di spinte arrivai al massimo piacere. Mi rivestiì, e dopo averla ringraziata stavo per pagarla quando mi fece capire che non voleva sovraprezzi per la scopata ma soltanto la tariffa del massaggio. Evidentemente l’avevo fatta godere come non mai. Decisi comunque di lasciargli una mancia e andai via. E’ stato in quel momento che ho capito che le asiatiche hanno una marcia in più e una figa davvero stretta che fa godere il triplo!!

Offerta: www.itaporn.com

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.