La pallavolo…che passione – Ritorno alla vita “normale”

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

La pallavolo…che passione – Ritorno alla vita “normale”

Spread the love

Dopo il ritorno dal Cimino, con la consapevolezza che tutto stava cambiando e che ormai le carte erano in tavola, si doveva riprendere la vita “normale”. Sicuramente aver avuto la confessione di Stef sulla sua naturale voglia di essere desiderata e non solo dagli altri, aveva tranquillizzato la mia donna e in parte anche me che ancora mantenevo il segreto del mio accordo con Saverio, e non le avevo ancora detto che prima della sua confessione già l’avevo vista darsi da fare nell’alberghetto desolato della riviera adriatica. La vita riprende con il lavoro che si prendeva gran parte del mio tempo, il lavoro di Stef come cameriera in un pub e i soliti allenamenti di pallavolo con le solite persone. Nonostante l’esperienza del Cimino, Stef non sembrava affatto sentirsi in colpa per avermi cornificato…anzi. Le sue uscite post allenamenti si facevano sempre più frequenti e notavo che stava perdendo anche l’ultimo barlume di rispetto verso i miei sentimenti. Spesso mi chiamava dopo gli allenamenti dicendomi apertamente che avrebbe fatto tardi perchè Saverio doveva ringraziarla per qualsivoglia cosa, e altrettanto spesso mi scriveva di non aspettarla sveglia che la festa era appena iniziata. Dopo un paio di mesi di questa situazione piuttosto pesante le chiesi apertamente:

Io: ma hai una relazione stabile con Saverio ormai?

Stef: ma no assolutamente. Lo sai ormai che mi piace come mi desidera e…

Io: e cosa?

Stef: senza che dai di matto? Mi piace che mi coinvolge sempre in qualche nuovo giochetto con alla fine la mia bocca piena di sperma.

Io: non ti sembra di esagerare? Ormai sei diventata una puttana a tutti gli effetti.

Stef: NON TI PERMETTERE DI TRATTARMI COSI’!

Io: da quando ho iniziato a vederti fare la vacca sull’adriatico…(avevo fatto la cazzata)

Stef: cosa? come fai a sapere dell’Adriatico? mi hai spiato?

Iniziai a raccontarle tutto avendo perso ormai il polso della situazione e nonostante la ragione l’avessi io almeno per le menzogne raccontatemi (vedasi il fatto che sbocchinava Saverio con me al telefono), si incazzò per non averle detto nulla. A quel punto disse:

Stef: allora dato che mi hai mentito e hai preso anche accordi con Saverio per farmi scopare da lui in cambio di informazioni, da ora in poi le cose saranno ancora più chiare e plateali. O ti sta bene così o te ne puoi anche andare via. Stasera vieni al pub e fai finta di non conoscermi (non ero mai andato al suo pub quindi nessuno conosceva me), così vedi che succede al lavoro da me…tutte le sere…

Alle 22:00 vado al pub e chiedo un tavolo che sta in un angolino ed è fortunatamente uno degli unici per una persona sola. Il pub è molto particolare e con luci molto soffuse. Vedo la mia Stef lavorare duramente e i tavolini pieni di giovani ragazzi se la mangiano con gli occhi cercando anche di fare battutine alle quali lei ride e risponde in maniera provocatoria. Si sono fatte le 00:30 ed il pub si trasforma in discopub (questo non lo sapevo). Siamo circa una 50ina di persone, i tavoli prontamente sparecchiati diventano preda delle giovani ragazze che si mettono in piedi e ballano sensualmente…fino ad ora la mia Stef continua a lavorare senza sosta. Verso le 1:30, complici i cocktail alcolici, la situazione si riscalda con ragazzi che iniziano a pomiciare in ogni dove. Le cameriere Stef, Manuela e Daniela si possono finalmente liberare delle divise da lavoro ed iniziare a ballare. Manuela è una ragazza di 23 anni che all’apparenza sembra piuttosto timida, fisico stupendo e proporzionatissimo con una seconda di seno ed un culetto da fotografare. Daniela (40 anni) è un pò più in carne e decisamente più spigliata, 5 di seno ed un sedere rotondo ma non enorme…l’altezza non l’aiuta. Ogni tanto Stef guarda al mio angolo, non mi aveva considerato tutta la sera visto che la mia cameriera era Manuela, e mi sorride. Iniziano a parlare tra di loro le 3 cameriere e alcune ragazzi le circondano sperando che la serata possa svoltare. Fino ad ora qualche tastatina rubata ma nulla di più. Intorno alle 3:15 di mattina la situazione si fa più incandescente (alle 4 si chiudeva). Daniela era andata via con un ragazzo che avrà avuto almeno 10 anni se non di più meno di lei…Manuela aveva iniziato a ballare in una maniera eccitantissima con un ragazzo che le tastava il seno e dopo qualche tentativo poco più che accennato di scansare le avanche del ragazzo, si era lasciata andare e Stef come lei con un altro tizio anche piuttosto brutto…forse solo per farmi venire il veleno in corpo. Si avvicina a Stef un signore sui 55 anni e le sussurra qualcosa all’orecchio con enorme dissenso del ragazzo che aveva già in mente la fine della serata, Stef fa un cenno con la testa per dire di si, saluta il ragazzo e segue l’uomo che altri non era che il suo capo. Li seguo cercando di non farmi vedere, entrano in una sorta di magazzino dietro al bar, riesco a trovare un paio di scatoloni dietro ai quali riesco a nascondermi. L’uomo che davvero bello non è oltre che appare anche piuttosto sudicio e sporco, si sbottona i pantaloni e tira fuori il cazzo dicendo a Stef di inginocchiarsi. Nemmeno a chiederlo e lei si inginocchia iniziando a seguire il ritmo imposto dalla mano del suo capo che le tiene la testa. Dopo poco di questo lavoro, la fa mettere a 4 zampe con la faccia verso di me, le inumidisce il buchino e la penetra da dietro facendola urlare e iniziando a pomparla come un matto. Lei si accorge della mia presenza e mi fa un sorriso malizioso, il suo capo glielo toglie dal culo e la rimette in ginocchio per venirle in faccia. Appena finito prende i pantaloni, sfila 50 euro dalla tasca e glieli da a mia moglie che nel frattempo si ripulisce. Si fanno le 4 ed io aspetto in macchina mia moglie che appena entra dice:

Stef: hai visto che sono costretta a fare per un pò di mancia? Ora capisci perchè mi scopo quelli della pallavolo? Ci ha messo 5 minuti il mio capo compresi i preliminari…Saverio invece!!! Anche se ci sono sere che se riesco a fare ubriacare Manuela ci si diverte molto di più…ci sono clienti ormai affezionati. Comunque ora hai visto che succede tutte le sere a lavoro e non cambia mai. Domani invece ti faccio vedere che succede nello spogliatoio nel post allenamento però ti mando il video che non so dove puoi guardarci sennò…

Io mantengo il silenzio…

Il giorno dopo finiti gli allenamenti e le doccie, mi presento al campo di allenamento preso dall’ansia, dalla curiosità, dalla gelosia e dalla voglia di capire fino a dove poteva spingersi la mia ormai puttana moglie. Saluto tutti e l’allenatore viene da me dicendomi che avrebbero avuto da fare un’altra oretta per l’analisi dei video dell’altra squadra e a partecipare alla riunione tattica c’erano Stef, Saverio, Valentina, Elisabetta, Ilenia e Stefano. Io dico che non c’è problema e se potevo partecipare anche io e, a sorpresa, l’allenatore mi disse che se fossi stato in disparte senza interferire nella riunione il problema non si sarebbe presentato. Inizia la riunione ed io mi metto in una sedia ai margini della sala. Le ragazze hanno tutte un vestitino chi chiaro e chi scuro ma molto attillato, i maschi sono tutti in calzoncini. La riunione prosegue finchè l’allenatore, un ragazzo di 35 anni molto muscoloso ed ancora in attività, disse ad Elisabetta di alzarsi, le si mise dietro facendole mimare il bagher. Si vedeva come si era appoggiato alle natiche di Elisabetta che muovendo il sedere disse: così va bene?

Allenat: Certo che va bene e suggerisco adesso un allenamento per le ragazze per rinforzare i polsi

Tutte le ragazze tirarono fuori i cazzi dai pantaloni dei loro compagni e iniziarono a masturbarli, poi l’allenatore rivolgendosi a me: è tutto allenamento tranquillo. I maschi a loro volta spostano le mutandine delle fanciulle e iniziano a sditalinarle. La prima a cedere è Valentina che leva il vestito facendo vedere le sue enormi tette e si inginocchia sul cazzo di Saverio. Elisabetta ferma la masturbazione del mister e va verso Stefano e Stef si leva anche lei il vestitino e si inginocchia davanti all’allenatore.

Proprio l’allenatore continua a deridermi vedendomi fermo sulla sedia con il cazzo ormai in mano: “queste riunioni sono utilissime, vedi come si danno da fare le ragazze per imparare? Stef poi è bravissima…parla poco e beve tanto…

Nel mentre finiva la frase scarica un enorme quantità di liquido in bocca a mia moglie che non riesce a mandare giù tutto. Continua poi a sbocchinarlo…la bocca non si stacca e lui: “vedi che tua moglie è una professionista, se una sera volete venire a casa da me ho un paio di amici che apprezzerebbero”…Stef si stacca per riprendere fiato.

Stef: magari se mi scopi facciamo prima che poi ne ho altri due da soddisfare

Allenat: ammazza che puttana che sei, girati va…

Inizia anche l’inculata tra ricche risate e scambi di coppia. Stef appena finito di farsi inculare dal mister, si scambia con Elisabetta e successivamente con Saverio.

Stef: amore se ti avvicini capisci di che parlo quando ti dico che Saverio non smetterò mai di farmelo…

Saverio: zitta puttana e inizia col solito lavoretto.

Io come un cane bastonato mi avvicino a Stef che mi guarda mentre sbocchina, mentre viene inculata o scopata. Saverio addirittura mi chiede di fare un video ed io ormai in trance prendo il cellulare ed inizio le riprese con lui che continua ad offenderla mentre la scopa e lei che continua a godere come una matta. Finito la scopata la fa inginocchiare e le riempie la bocca con l’ultima derisione: “Mi ha detto Stef che il tuo non lo beve perchè preferisce il mio, quello del mister, di Stefano, del fidanzato di Vale…te lo ha detto che la sto facendo scopare anche dai miei nipoti di 18 anni per farli crescere…beve da tutti perchè è una cagna bocchinara.”

Stef: Saverio la fai finita!!!

Saverio le prende la testa e le chiede se può fargliene un altro…lei come un’automa si inginocchia, lo lecca per farlo crescere nuovamente e ricomincia a sbocchinare…

Finito tutto saliamo in macchina e le chiedo anche io un pompino ma lei mi dice che è stanca ma, per farsi perdonare, ha chiesto a Valentina di mettere a disposizione per il fine settimana la figlia Giudyth per sollevarmi un pò il morale e lei si è proposta per aiutarla. Rimango di stucco e lei: “ho deciso che anche tu hai diritto di scoparti qualcuna e chi meglio di quelle che conosco? Poi Giudyth l’hai già provata e con la mamma fanno certe cose bellissime. Io nel frattempo oltre a loro ho invitato a casa Saverio e 2 suoi nipoti per farmene 3 insieme…Poi stasera ho veramente goduto esageratamente…il suo sperma è buonissimo…”

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.