La mia collega, che sorpresa!

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

La mia collega, che sorpresa!

Spread the love

Arianna non mi ha scritto nemmeno stavolta.
Indizio 2:
Arianna ed io abbiamo 8 anni di differenza

Non si sa chi dei 2 sia più vecchio però

—————————-

Dopo la doccia ci siamo messi comodi entrambi, già vestiti con la tenuta da notte. Io avevo una canotta ed i boxer e basta, Arianna indossava il baby doll dell’altra volta, non portava il reggiseno ma indossava però un perizoma.
La doccia ci aveva stancati un bel po’, abbiamo preparato una cenetta semplice e ci siamo messi a tavola.
Dopo cena ci siamo accomodati sul divano. Tra la doccia che ci ha stancati, la stanchezza accumulata durante la giornata in ufficio ed il vino bevuto a cena, ci siamo addormentati abbracciati sul divano.
Io mi sono svegliato che erano circa le 2 di notte. Ero seduto ed Arianna era stesa con la testa appoggiata tra le mie gambe. Quanto era bella!
Attraverso il baby doll trasparente si vedevano benissimo le sue belle tette. Io non ho resistito ed ho iniziato ad accarezzarle leggermente i capezzoli da sopra la stoffa. Questi hanno iniziato ad indurirsi subito. Ogni carezza erano sempre più turgidi. Io mi stavo eccitando, ormai avevo il cazzo che gonfiandosi premeva dietro la testa di Arianna.
Lei dormiva ancora beata.
Ho spostato la mano più giù, ho alzato un po’ il baby doll, quel tanto che bastava per arrivare all’elastico superiore del perizoma. Ho cercato di fare il più piano possibile per non svegliarla, ho infilato dentro al perizoma la mano e molto lentamente sono arrivato alle labbra della sua fighetta.
Ho iniziato ad accarezzarle lungo la fessura con un dito.
Arianna iniziava a fare espressioni inequivocabili. Evidentemente la situazione le stava provocando un sogno erotico. Le sue labbra iniziavano ad inumidirsi.
Io ho osato un po’ di più ed ho fatto una leggera pressione intrufolando dentro il soldo il mio dito, l’ho fatto scorrere verso su fino ad arrivare al clitoride.
Una volta raggiunto il clitoride ho iniziato una stimolazione molto ma molto leggera.
Arianna ha iniziato a fare smorfie più marcate e ad aumentare l’intensità del suo respiro fin che ad un tratto ha aperto gli occhi. Ci ha messo un momento a realizzare cosa stava succedendo e poi mi ha detto: “cosa stai facendo?”
Io mi sono arrestato credendo di averle dato fastidio perché l’avevo svegliata.
Lei: “ti ho forse detto che ti potevi fermare? Ti prego continua, mi piace tantissimo!”
Io ho continuato, adesso facevo un po’ più di pressione e glielo stimolavo per bene il clitoride. Mi stavo eccitando sempre più, il mio cazzo premeva contro la sua testa e lei se n’era accorta, muoveva dolcemente la testa per massaggiarmelo.
Io stavo dedicando tutto me stesso a quel clitoride che era sempre più bagnato. Arianna ad un certo punto ha iniziato ad incrementare molto il respiro ed a dire: “si mi piace! continua non ti fermare!!”
Io continuavo senza sosta fin che è venuta con un “ah siiiii!!!”
Dopo aver goduto mi ha guardato negli occhi, aveva un sorriso molto dolce e beato. Poi mi ha detto: “ora tocca a te!”
Si è scostata leggermente con la testa e l’ha girata di lato verso il mio cazzo. Con la mano l’ha fatto uscire dai boxer ed ha iniziato a leccarmelo.
Da quella posizione non ce la faceva a metterselo in bocca ma non si spostava, continuava a leccarmelo a volte lungo tutta l’asta, a volte solo la cappella.
Mi piaceva un casino.
Poi ha iniziato a passare la lingua sul frenulo, ma non con la punta della lingua, con la parte centrale. Mi stava mandando via di testa!
Questo trattamento mi ha fatto eccitare talmente tanto che stavo già quasi per venire. Gliel’ho detto, allora lei si è spostata un altro po’ con la testa e se l’è messo in bocca continuando con un meraviglioso pompino. Dopo poco le sono venuto in bocca.
Lei: “adesso credo che possiamo anche andare a letto, cosa dici?”
Io: “si credo proprio che sia meglio andare a letto”

 

Contattatemi all’indirizzo pietro73v [at] gmail.com