la donna del mio amico, …ancora

la donna del mio amico, …ancora

Spread the love

………Un altro giorno siamo usciti in macchina. Per fare una passeggiata, giusto per stare un poco insieme a questa gran figa di donna mi sono diretto verso un paesino qui a 20 chilometri. Si chiacchiera del più e del meno. Siamo arrivati nel centro abitato e propongo di prendere un gelato. Le chiedo di uscire ma lei preferisce mangiare il gelato in macchina. Alla mia domanda circa il gusto del gelato che preferisce. Lei mi risponde “mi piacciono tutti i gusti, anche il gelato al cazzo”.
Dio! Questa risposta mi eccita. Vado a prendere il gelato, uno solo da consumare in due.
Ci siamo allontanati verso la strada del ritorno ed in un punto isolato ci siamo fermati.
Abbiamo cominciato a mangiare il gelato, a baciarci.
Le ho detto che mi piacerebbe vederla mangiare il gelato al cazzo. Mettere il gelato sul cazzo e lei che lo mangia. Abbiamo cosi, scherzando e parlando, finito il gelato. Devo dire che lei aveva le mestruazioni.
Durante il viaggio prende a toccarmi il cazzo da sopra i pantaloni. Io poggio la mia mano destra sulla sua coscia. Questa cosa per me vale più di una scopata.
Lei tocca sapientemente per tutto il viaggio ed ogni tanto la fermo perché rischia di farmi venire.
Io sono veramente soddisfatto ma lei mi dice che devo far uscire lo sperma per soddisfarmi. Allora ci siamo portati in un punto appartato, lei mi ha tirato fuori il cazzo ed a continuato a toccare con tutta la sua capacità. Poi si abbassa e comincia a spampinare. Le confesso un desiderio che ho. “mi piacerebbe venirti nella bocca e subito dopo baciarti”. Lei ha detto va bene. Fai.
È cominciato un pompino tremendo. Il cozzo pompava in quella bocca da troia che era una meraviglia. Ad un certo punto ho cominciato a spruzzare nella bocca. L’ho presa e l’ho baciata avidamente con la sua bocca di sperma. Mentre la baciavo, le lingue si toccavano ed entrambi sentivamo il sapore dello sperma, io cazzo continuava a buttare fuori il suo succo…
E’ stata una cosa indescrivibile.