La calda cena di mia moglie

La calda cena di mia moglie

Mia moglie è sempre stata il tipo di persona che ama sperimentare nella vita, soprattutto nel sesso, questa parte di lei mi ha attratto fin da subito e me la sono sposata. Stiamo insieme da venti anni, siamo entrambi quasi cinquantenni, i nostri figli sono grandi e studiano fuori, in casa siamo sempre da soli ed è per questo che abbiamo iniziato a lasciarci andare cose nuove. L’ultima è avvenuta poche sere fa, come ogni giorno, sono rincasato all’ora di cena, solitamente mia moglie mi fa trovare il piatto in tavola ma quella volta notai che quest’ultima era completamente vuota. Entrai nel salottino, al centro c’era una sedia ed una fune, capii che aveva in mente qualcosa, mi avvicinai, finalmente mia moglie uscì, indossava solo un paio di autoreggenti e i tacchi, aveva le tette e la figa scoperte, a quella vista provai subito una forte eccitazione. Mi ordinò di sedermi, prese la corda e mi legò le mani dietro la sedia, poi fece lo stesso coi piedi, non potevo muovermi, ero completamente sottomesso a lei. A quel punto mi aspettavo che iniziasse a torturami e invece dalla porta del bagno uscì un uomo di colore, giovane, aitante e soprattutto ben dotato. Osservai mia moglie avvicinarsi a lui e prendere il suo cazzo in mano, provai a reagire ma ero ben legato, lei si chinò e lo prese in bocca, lo succhiò, giocò con la sua cappella passandoci la lingua più volte, poi scese dedicandosi alle palle. Lo sconosciuto la teneva per la testa e l’accompagnava durante quelle piacevoli attenzioni, ad un certo punto la prese di peso e la mise sul divano posizionati davanti a me, le aprì le gambe, le leccò la figa e poi la penetrò. Mia moglie si lasciò sfuggire un gemito di piacere, il tipo la prese per i fianchi e iniziò a scoparla, affondava con vigore il suo uccello nella sua fessura, sentivo la rabbia e l’eccitazione crescere in me, avevo voglia di liberarmi e far vederle vedere come scopava un vero uomo. Cambiarono posizione, quella troietta di mia moglie venne su di me, si sedette cavalcioni dando il schiena e culo al tipo che la penetrò da dietro nell’ano, lei si aggrappò alla sedia e si mosse su di me, la sua figa sfiorava il mio cazzo, lei armeggiò con la zip e lo tirò fuori, era durissimo e bagnato. Il modo in cui gemeva e in cui si godeva quel cazzo nel culo mi mandò in tilt, mi sentivo esplodere senza che nessuno mi avesse toccato, ma fu lei ad accontentarmi, si sollevò leggermente e fece entrare il cazzo nella sua figa. Lo sconosciuto aumentò il ritmo delle spinte, mia moglie si mosse più forte sopra di me, stavamo provando un piacere indescrivibile, mi lasciai andare e le sborrai dentro la figa, seguito da quell’uomo che gli riempì il culo di sperma calda. Quando mi liberò, lui era già andato via e lei si era rivestita, andò in cucina a preparare la cena, io andai a farmi una doccia pensando già al dopo cena. A

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.