Il Maestro 4

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Il Maestro 4

Spread the love

Il maestro mi fece accomodare sul divano e mi offrì un calice di vino rosso. Si sedette vicino a me e mi scrutò con i suoi occhi profondi. Rimanemmo in silenzio, a guardarci, per qualche minuto. Poi si alzò, uscì dalla stanza lasciandomi assorta nei miei pensieri erotici più spinti e quando tornò disse “seguimi”. Mi portò in bagno dove trovai una vasca idromassaggio e diverse candele accese: si creò un’atmosfera rilassata e quasi romantica, opposta alla frenesia e alla passione delle ore precedenti.
“Ho pensato che un bagno possa metterti a tuo agio”. Aveva capito tutto di me: una ragazza estremamente aperta alla lussuria ma con una profonda insicurezza verso il proprio corpo, specialmente se messo a nudo. Un corpo che era cambiato negli anni, certo tonico ma anche formoso nei punti giusti: un corpo da donna, da sfoggiare mi avevano detto in molti. Il maestro si mise alle mie spalle e con dolcezza estrema mi baciò il collo, scostandomi i lunghi capelli mossi.
Abbassò la zip ridacchiando e il vestito mi scivolò ai piedi. “Promessa mantenuta” mi disse. Mi girai e lo baciai dolcemente: gli tolsi il papillon e iniziai a sbottonare la camicia. “Cosa dici? Ti va di entrare in acqua?” Mi propose, indossavo ancora la biancheria. Mi immersi nella vasca e lui, rimasto con i boxer, mi seguì. Mi si avvicinò e mi sussurrò “sto fremendo all’idea di toglierti ciò che ti resta addosso ma se mi darai il permesso sappi che non potrai più tornare indietro. Ti voglio, voglio vedere nuda, voglio entrare dentro di te e farti urlare dal piacere, voglio farti mia. Hai ancora la possibilità di dirmi di no. In fondo capirei: ho sessant’anni, inizio ad avere i capelli grigi e un po’ di pancia”.
Non desideravo altro che lui, che le sue mani sopra di me, dentro di me!
Mi slacciai il reggiseno e lo sfilai, mettendo a nudo il mio seno bello pieno e prorompente. Gli presi le mani e gliele appoggiai sul mio petto. Mi strinse il seno e se lo porto alla bocca, mordicchiando i capezzoli dolenti. Mi guardò con i suoi occhi penetranti, come se aspettasse una risposta.
” Sono tua, ogni centimetro del mio corpo è tuo”
Continua…

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.