Il collegio solitario

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Il collegio solitario

Spread the love

L’antico collegio si ergeva grigio sul promontorio prospicente il mare. Struttura imponente e tetra, dove da più di cento anni si svolgevano i corsi e le lezioni di una prestigiosa scuola. Molte le discipline insegnate, molti studenti e studentesse divisi in.sezioni distinte e un ‘impeccabile ferrea regola che reprimeva la carne, il sesso e ogni promiscuità. Il nuovo insegnante di storia era però un uomo troppo libidinoso per poter sottostare a queste regole caste. Era alto e muscoloso, dedito a pensieri sconci e molto apprezzato per la prestanza dalle studentesse sopratutto dalla bella Cinzia, bionda e formosa, studentessa modello ma anche estremamente porca. Il sogno della giovane era subire un.abuso improvviso da un uomo autoritario e sexy. Dopo alcune lezioni di storia, capì che i suoi desideri sconci potevano realizzarsi grazie a quell insegnante che la fulminava con.occhi truci durante le lezioni, indugiando sul suo corpo mozzafiato sempre fasciato in abiti stretti e provocanti. La ventenne Cinzia, all’una di notte di un sabato di tempesta, lasciò la sezione femminile, strisciando lungo i corridoi bui dell’edificio, i gelidi pavimenti erano illuminati a specchio dai fulmini del temporale finché la ragazza, coperta solo da una mantella, giunse al corridoio delle camere degli insegnanti. La porta della camera dell insegnante di storia era aperta, attraverso la fessura, grazie ad una fioca luce vide il corpo nudo dell’uomo intento a masturbarsi in.modo furioso, era bello con gli occhi densi di voglia, il braccio peloso che si muoveva ritmicamente, le gambe aperte tese, Cinzia rimase nuda, la mantella cadeva a terra e la giovane apriva la porta per entrare e richiuderla dietro di sé. Il professore la afferro’ con energia immensa, la girò di spalle e la penetro’ con violenza, mentre Cinzia estasiata perdeva la verginità, il sangue colava tra le gambe e il dolore misto al piacere si facevano strada nel corpo e nel desiderio della ragazza che vedeva nello specchio riflesso il poderoso maschio che stava sfondando il suo corpo senza decenza, il piacere cresceva e l’insegnante con il volto imperlato di sudore estrasse il pene sporco di sangue che inizio a eiaculare fiotti di bianco sperma che imbrattarono il corpo di Cinzia che con occhi stralunati cadeva a terra sudata e soddisfatta. Dopo quest’episodio di intenso sesso, i due iniziarono una relazione passionale e nascosta, vissuta negli anfratti tetri del collegio inquietante

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.