I giocattoli per me e Marco

I giocattoli per me e Marco

Spread the love

Le istruzioni di Marco (il mio ragazzo) erano chiare: il prossimo week end ho la casa libera, ti voglio da me ma non da sola, voglio che per l’occasione ti compri un bel giocattolino che ti aiuterò ad usare per riscaldarti per bene!
Sarei dovuta andare in un sexy shop. Nella mia zona ce n’era uno ma era molto vicino al centro e non essendo un paese molto grande avevo paura che qualcuno che conoscevo mi vedesse entrare. Allora optai per fare l’acquisto su internet.
Era da molto che Marco mi chiedeva di comprare qualche giocattolino. Io non ne ho mai sentito il bisogno ma dopo tanta insistenza avevo deciso di comprarlo, pensavo ad un vibratore e così mi sono messa a cercare su internet.
Ho iniziato a cercare ma mi è subito venuto un lampo di genio! Voleva il giocattolo per me? E io volevo il giocattolo per lui! Ho iniziato a cerca i vibratori stimolatori per prostata e mi sono imbattuta sul sito www.baciamishop.net, un sexy shop con vendita online, e devo dire che ce n’erano veramente tanti, non pensavo esistessero così tanti modelli. Così ho aggiunto al carrello uno di quegli affari e poi ho scelto un bel vibratore per clitoride per me, poi un bel gel lubrificante ed ho pagato. Adesso dovevo solo attendere che arrivasse il pacco, sperando che arrivasse prima del week end. Con sorpresa il giorno seguente arrivò subito la consegna, fortunatamente su scatola anonima.
I giorni passarono ed arrivò il week end tanto sospirato. Arrivai a casa su, mi aprì la porta e trovai le tapparelle abbassate quasi del tutto, candele sparse un po’ ovunque ed una dolce musica di sottofondo. Marco iniziò a baciarmi ed in pochi istanti mi tolse tutti i vestiti, iniziò a baciarmi i seni, a mordicchiarmi i capezzoli, mi stavo eccitando molto, quando ad un tratto si interruppe e mi chiese “hai fatto spese?”.
Io avevo voglia di scopare ma poi mi sono detta, che fretta c’è, abbiamo tutto il week end, godiamocelo alla grande!
Gli ho risposto “certo e c’è una sorpresina anche per te!” ed estrassi dal mio zaino il vibratore prostatico. Marco, che fino a quel momento aveva un sorriso malizioso sbiancò e mi chiese “ma cosa dovrei fare? Infilarmi quel coso?”.
Ed io “beh si! Se vuoi che io ti lasci usare questo…” e gli indicai il vibratore per il mio clitoride.
Marco era molto combattuto ma poi per l’eccitazione che gli dava il solo pensiero di passarmi il vibratore sul clitoride disse che avrebbe provato ma se gli faceva male avrebbe rinunciato. Lo feci mettere a pecorina, iniziai a spalmargli il lubrificante sull’ano e ne spalmai anche sul vibratore. Gli dissi di rilassarsi. Poi appoggiai l’estremità del vibratore sull’ano e lo accesi alla vibrazione minima. Sentire la vibrazione sull’ano gli trasmetteva una sensazione eccitante e rilassò la parte. Lo spensi ed inizia ad inserirlo un po’ per volta. Le dimensioni non erano grandi ed entrò abbastanza facilmente grazie al lubrificante.
In quella posizione il suo cazzo era barzotto a pensoloni. Accesi il vibratore e non servì chiedergli com’era, mi bastò vedere il suo cazzo indurirsi con estrema rapidità e sentivo pure che ansimava.
Tenendolo acceso mi misi con la testa tra le sue gambe e gli presi il cazzo in bocca iniziando a fargli un pompino. In quella posizione lui si muoveva e mi stava scopando la bocca.
Era eccitatissimo, il giocattolino funzionava alla grande.
Poi però volevo divertirmi anch’io così lo spensi e mi tirai via dicendogli “adesso voglio anch’io la mia parte ma il tuo giocattolino tienilo dentro che non abbiamo finito”
Mi misi io questa volta a pecorina con le gambe spalancate. Lui prese il vibratore, me lo appoggiò sul clitoride e lo azionò. Era fantastico, qualcosa di sconvolgente. Subito dopo averlo acceso Marco mi disse “cavolo! Sei già bagnatissima!” e dopo quelle parole sentii la sua lingua che iniziava a leccarmi tra le grandi labbra. Stavo una meraviglia, mi piaceva tantissimo e poi dopo venni con un orgasmo devastane.
Appena mi ripresi mi misi stesa con la pancia all’insù e le gambe spalancate e gli chiesi di farmi fare un nuovo giretto sul giocattolo. Lui me lo azionò subito ed io mi eccitai tantissimo. Gli dissi di toglierlo e di penetrarmi, lui aveva il cazzo durissimo e non se lo fece ripetere, iniziò a penetrarmi con colpi possenti. Io gli misi le mani dietro il culo ed azionai il suo vibratore. Lui iniziò ad affondare con ancor più foga mugugnando.
Mi chiese “stai prendendo la pillola vero? Perché voglio venirti dentro!”
Gli risposi di si e dopo un altro paio di affondi venne e mi riversò dentro una quantità allucinante di sperma.
Contrariamente a quello che pensavo, la spesa allo sexy shop online era una spesa fatta bene.
Ci andammo a fare una doccia, cenammo e poi tornammo in camere a giocare con i giocattoli nuovi.