Dopo l’allenamento

Dopo l’allenamento

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Ormai erano gia due mesi che mi ero trasferito a padova per lavoro, lontano dalla mia ragazza le giornate erano sempre piu monotone, e la mente iniziava a viaggiare, stando in solitudine la sera quando stavo solo girovagando per siti porno inizia a guardare video gay, li avevo sempre messi da parte perché non erano il mio genere. Ma quella sera scattò un qualcosa che mi fece cambiare idea… e per il momento finì lì.
Nei giorni seguenti come mio solito dopo il la giornata di lavoro mi recavo in palestra per allenarmi e inizia a osservare con occhio curioso gli altri ragazzi mentre si allenavano, in particolare osservavo Francesco. Un ragazzo di mio coetaneo di 25 fisico statuario, di viso carino molto simpatico e che soprattutto ero a conoscenza che gli piacevano gli uomini. Finito l’allenamento come al solito andiamo negli spogliatoi per farci la doccia(doccia che era in comune) e capitai a farla insieme a Francesco. Per la testa passavano mille pensieri nel frattempo mi lavavo ogni tanto cadeva l’occhio sul suo membro, mentre lo insaponava e lo scappellava ed io cercavo di rimanere concentrato per non farmelo venire duro ma fu impossibile, tanto che lui se ne accorse ma fece finta di niente. Dopo esserci asciugati e vestiti uscimmo dalla palestra e ognuno per la sua strada. Quando arrivo a casa mi arriva un messaggio su watsapp di Francesco con su scritto che fai? E iniziammo a parlare lui si annoiava e anche io, poi feci una battuta con dicendo che mi mancava tanto scopare. Non so da dove mi venne questa affermazione forse era quel pensiero che mi passava per la testa. Comunque alla fine mi invitò a casa sua per vedere un film con lui, accettai volentieri.
Era la prima volta che andai a casa sua, ovviamente anche lui viveva da solo. Iniziammo a vedere un film e nel frattempo ci scolammo due birre, quando ad un certo punto lui si alzò per andare in bagno per urinare e mentre si incamminava si girò e mi fece l’occhiolino, io mi alzai di scatto e lo seguii, ormai i miei ormoni erano a mille e tenevo il cazzo che mi pulsava talmente che avevo voglia. Aprii la porta del bagno mi infilai dentro, e mi appoggiai alle sue spalle gli diedi un bacio sul collo e glielo afferrai in mano e gli dissi ti aiuto io a pisciare. Lui è stato al gioco, abbiamo iniziato a pomiciare e a toccarcelo a vicenda, lui aveva un cazzo normale ma aveva una capocchia a forma di fungo, si era sproporzionato rispetto all asta cazzo, mi inginocchiai ai suoi piedi e me lo misi in bocca e iniziai a succhiarlo come una vera troia non l’avevo mai fatto ma mi sentivo gia un professionista, e sentirlo crescere nella mia bocca, era enorme e doppio con delle palle grandi e morbide lo feci venire nella mia bocca quella sborra calda mi faceva eccitare nonostante era la mia prima volta mi sentivo a mio agio. Finito ciò mi ando a prendere una peretta e mi disse fatti una bella lavata che adesso ti voglio tutto. Fatto questa bella peretta andammo in camera da letto prese il lubrificante, avevo un po paura ma avevo voglia di essere posseduto da lui, mi eccitava troppo l’idea e così mi feci coraggio. Iniziò piano piano, faceva male ma allo stesso tempo godevo come un pazzo, mi mise a pecora e mi inculò per almeno 10 minuti fino a quando non mi sborrò in faccia. Poi concludemmo la serata con un bel pompino fatto da lui. Fu una serata indimenticabile che ripetemmo per molte volte fino a quando lui non si fidanzò,ma tutt’ora siamo amici e ci frequentiamo lo stesso.

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

3 thoughts on “Dopo l’allenamento

  1. Corrado

    Una sera mi telefonò il mio amico contadino ha un cazzo di venticinque cm è molto grosso mi disse che ha bisogno di me il mio amico ha trentacinque anni io allora vado da lui suono lui mi aprì la porta era nudo il suo cazzo era già in tiro lui mi abbraccio stringendomi a lui baciandomi in bocca poi mi disse adesso siediti sul divano lui mi viene sopra a cavalcioni mi disse adesso leccami la mia patata anale aveva un bellissimo buco bello rotondo lui cominciò a spingere forte aveva un buco bellissimo voleva cagarmi in bocca ma non ci riusciva poi mi disse adesso girati voglio infilare il mio cazzo nella tua figa mi puntò il suo cazzo e lo spingeva dentro tutto mi bruciava moltissimo poco dopo mi fecondo’

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *