A passo di danza 1

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

A passo di danza 1

Spread the love
Ballare, ballare e non smettere mai. Questo era il sogno di Francesco.
Aveva studiato, si era specializzato ma non era mai riuscito a sfondare in quel campo sebbene fosse davvero portato.
Iniziò ad insegnare allora, in una piccola scuola di danza di provincia. A 40 anni suonati si trovava con una moglie, una figlia e un lavoro soddisfacente. Ma nel profondo del suo cuore si sentiva non appagato del tutto. A settembre iniziò il nuovo anno accademico e il martedì sera era pronto ad accogliere di nuovo la classe di adulti.
Salutò i soliti cinquantenni con la voglia di tenersi in forma e poi arrivò anche Marianna. Quella ragazza di 33 anni sí che era un disastro.
Scoordinata e un po’ goffa, spesso fuori tempo….ma con un gran sorriso sulle labbra ed un fisico curvy e tonico ma decisamente non da ballerina classica. Semmai di burlesque!
Francesco notò all’istante che era molto dimagrita ma non aveva perso le sue forme sode.
“Bentornata cara, sono davvero contento di rivederti anche quest’anno! Passata bene l’estate?”
“Si grazie… Ho avuto un po’ di contrattempi sentimentali ma sto bene”
“Mi dispiace molto ma sono certo che morto un papa se ne fa un altro, che dici?”
“Assolutamente si” rispose Marianna ridacchiando allegra.
La lezione prese il via e Francesco come sempre dovette molte volte avvicinarsi a Marianna per correggerle la postura.
“Non cambierò mai mi dispiace” dichiarò Marianna divertita, nonostante la goffaggine.
“Ma no, vedrai che ce la fai anche tu! Senti se vuoi fermarti a fine lezione 15 minuti ti spiego cosa sbagli” rispose candidamente Francesco.
“Va bene, non ho fretta.”
Francesco per il resto della lezione osservò le movenze di Marianna e notò come effettivamente ogni volta che lui le si avvicinava la ragazza iniziasse a sudare e ad irrigidirsi.
“Le faccio uno strano effetto forse? La metto a disagio?” Si chiese.
A fine lezione Francesco decise di prendere in mano la situazione.
“Allora Mary, ho notato che vai facilmente in pallone. Forse ti senti osservata e quindi a disagio. Facciamo un esperimento. Ti benderò gli occhi, l esercizio lo sai. Io ti guiderò solo se necessario.”
“Va…va bene” rispose insicura la ragazza.
Francesco le bendò gli occhi con la sua bandana scura e sentì il suo profumo nell’aria. Fece partire poi la musica e Marianna avviò i primi passi.
Francesco decise di non dirle nulla e di lasciarla fare per un po’. Dopodiché capì di doverle aggiustare la postura. Le si avvicinò, le mise le mani sulla vita e le tenne ferma, cercando di raddrizzarla.
Marianna prese a respirare nervosamente, sollevando il seno pieno con velocità.
Francesco istintivamente le mise una mano sul petto per raddrizzarla mentre l’altra toccava la schiena e nel farlo sfiorò i capezzoli turgidi. Un brivido nel basso ventre lo scosse e sentì il suo membro sollevarsi leggermente.
Per la prima volta nella sua testa balenò un’idea di Marianna diversa da quella che si era sempre fatto: un’idea di una donna sensuale, con la quale ballare una musica diversa.
Afferrò i seni con le mani e iniziò a baciare il collo della ragazza bendata che lei riversò sulla sua spalla. Poi si staccò impulsivamente.
“Marianna perdonami… Io…” Marianna si girò di scatto, cercò il viso di Francesco con le mani e lo attirò a sé, baciandolo avidamente. Francesco sconvolto rispose infilando la sua lingua nella bocca della ragazza. E questo fu solo l’inizio…(continua)
 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.