1a volta da etero a trav 8aparte

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

1a volta da etero a trav 8aparte

Spread the love

Il vicino di villetta al lago mi aveva invitato per il suo compleanno ed essendo anche abbastanza amici da condividere qualche giretto in motorino accettai e ci andai.
C’erano altri suoi amichetti ed amichette alcuni dei quali accompagnati dai genitori e quindi si formarono i soliti capannelli ragazzi da una parte ed adulti dall’altra.
Ovviamente non potevo mettermi in versione femminile ma pur essendo estate ed abbastanza caldo non rinunciai al mio intimo femminile che adoravo indossare : reggicalze a 6 elastici e calze color cognac finta abbronzatura e slip pizzo nero a perizoma.
Sopra un bel paio di jeans elasticizzati ed aderentissimi,magliettina anch’essa aderentissima nera a collo rotondo.E le scarpine estive a polacchina per coprire la calza all’altezza delle caviglie.
Serata piacevole e normalissima di compleanno tranquillo per il piacere di stare un po’ insieme al festeggiato…nulla di trascendentale ma pur sempre gradevole.
Dopo la cena buffet,la torta ed il brindisi,verso le 23 il papà del festeggiato mi dice : “mio figlio non è appassionato di moto come te,vieni nel capanno che ti mostro la mia moto da enduro”.
“Va bene,volentieri…”.
E ci avviamo ad un centinaio di metri dalla villetta dove ha una specie di fienile capanno dove ci sono anche attrezzi da giardino oltre al suo enduro.
Apre la porta in legno,accende un neon non intensissimo,e mi mostra il suo enduro ben posteggiato rialzato da terra su due cavalletti da officina ed inizia ad elencarmi tutti i dati tecnici,etc etc etc.
Finchè mi ci fa salire ma essendo altissima più i cavalletti mi aiuta con la classica spinta sul culo ma,per nulla maliziosa.
Prosegue nell’illustrarmi i comandi più accessori da lui aggiunti finchè dal portone mezzo aperto arriva il figlio a chiamarmi per riunirmi con gli amici;non faccio in tempo a rispondere che lo liquida lui con un secco ” almeno lui capisce di moto e mi da soddisfazione…vai che noi arriviamo”.
Richiude il portone in legno ed io son ancora a cavalcioni della sua moto;si avvicina quasi appoggiandosi col basso ventre alla mia coscia sinistra e appoggia la mano destra sulla fine della mia schiena ma tutto in modo molto plausibile con ciò che mi stava illustrando,quindi io son sereno con una sola preoccupazione.
Che la sua mano in quella posizione possa sentire il girovita in pizzo del mio reggicalze e sinceramente non saprei come giustificarmi;in fin dei conti è il papà ignaro di un mio amico e delle mie preferenze sessuali che oltretutto conosco con semplici buongiorno e buonasera.
Ed il tutto mi imbarazzerebbe non poco!
Procediamo nell’argomento ma,le sue spinte contro la mia coscia si fanno pressanti e la mano mi perlustra tutta la schiena;sino a quando mi accorgo benissimo che contro la coscia ho il suo cazzo duro!
E perdipù la sua mano si blocca proprio sul girovita del reggicalze!
“e questo cosa sarebbe?” mi chiede ma non riesco a replicare una scusa plausibile che mi alza la magliettina e “ah…ahhh…ecco cosa sono quei rigonfini tondi a 3/4 coscia…tu indossi un reggicalzeee…avevo visto bene!”.
Son impietrito sulla sua moto e lui insiste a spingermi contro la coscia il suo cazzo duro e la mano si insinua tra jeans,slip e mio culo…
Sessualmente e sinceramente il suo comportamento non mi dispiace ma come predetto mi terrorizza la situazione : se torna il figlio?Se viene qualcun altro a chiamarci?
“dai dai…un ragazzo che indossa il reggicalze come te di certo apprezza il cazzo…e non poco…dai fammi un bel segone e fatti palpare il culo”.
Ed in un amen mi toglie la mano sinistra dal manubrio e mi mette in mano il suo cazzo : è durissimo e bollente!
I miei sensi adorano tutto ciò ma la testa è bloccata;ciò nonostante la mia manina parte in automatico a segarlo lentamente.
” che mano di fata…meglio di mia moglie…si capisce che di cazzi te ne intendi…vai così…vai caro…vai…e fatti togliere i jeans che voglio vederti tutto…”.
Io sego ma nel frattempo guardo fisso il portone e non scendo dalla moto…però la sua mano è ugualmente riuscito ad infilarmela sotto al culo ed nel buco sento già le sue dita…ed anche qui,la testa lo respinge ma il il mio culo,i miei fianchi ed i miei reni si inarcano spontaneamente per agevolare la penetrazione delle sue dita.
“ti piace èh sentirti trastullare il culo èh…lo avevo già capito giorni fa che tu col cazzo ci vai a nozze…non vedevo il momento di beccarti da solo…e adesso scendi da li”.
Praticamente mi fa scendere lui,mi piglia sottobraccio e mi porta dietro ad un montone di fieno…son più muto di un pesce e rigido di un palo : cavoli ma se torna qualcuno a chiamarci!?!
Freneticamente mi slaccia e mi cala i jeans sino alle caviglie : ecco,ora vede tutto,culo,gambe,cosce,calze,girovita reggicalze,slip di pizzo e purtroppo anche il mio pisello che autonomamente aveva iniziato a gonfiarsi.
” che gambe da figa!e cha calze da troia!…mi fai venire l’uccello più duro del muro!”.
Mi volta contro il montone e si abbassa dietro a me : con le mani mi palpa le cosce e col viso contro il mio culo mi lecca natiche e forellino…io tento di resistere con un sommesso
“ma ma ma senta…se viene qualcuno?”.
La sua risposta è : mi ficca tutta la lingua su per il buco del culo…woooww che brividi!
Si alza e mi appoggia e strofina il suo cazzo duro tra le natiche insalivate…alla seconda strusciata di cazzo sono ormai distante dalla paura che giunga qualcuno…mi si rizza il pisello ed inizio ad inarcare il culo…che bello sentire la sua cappella gonfia che mi divarica il canale delle natiche!!!
” e ti tira pure il cazzo a sentire il mio!hai capito…che troietta che sei…ti piace il cazzo èèèhhh…”.
Hai modi frenetici ma non violenti e non sbaglia un movimento,tutto ciò che mi fa è ben articolato ed all’unisono…paura non ne ho più,penso solo al suo cazzo…
” hai un culo che è un mappamondo…l’hai già preso nel culo vero?…”e me lo richiede almeno tre volte intanto che il suo cazzo continua su e giù nella riga delle mie natiche…oramai sono eccitatissimo…prendo fiato e sottovoce rispondo “…ss…i…”.
E’stato come accendere una miccia : le palpate sulle cosce son diventate tenaglie e mi premeva il cazzo contro al culo come volesse perforarmelo
“…che troia…lo immaginavo lo immaginavo…la prima volta che ti ho visto avevo pensato subito : non so perchè ma questo me lo devo inculare…a questo piace il cazzo…eh eh eh…non vedo l’ora di farti godere…chissà come godi col cazzo nel culo!”.
“allora che ne dici se te lo metto dentro?…”.
Ho ancora per suddetti motivi un minimo di ritegno
“ma…m…a se…se…ci vede qualcuno?
E’ rapido come una folgore
“una bella inculata non ha mai fatto male a nessuno…” e sollevandomi prima un piede e poi l’altro,mi toglie jeans,slip e re infila le mie polacchine estive:ora sono rimasto in magliettina rimborsata a metà schiena,reggicalze,calze e polacchine…
“ohhh là…adesso vedo che fica sei…”.
Non resisto più…gli do le spalle ma con la testa ruotata continuo a fissargli il suo cazzone in erezione…
“ti piace il cazzo…èèèhhh…adesso te lo picchio in culo…”
SSSSVVVLLOOOOOAAAAASSSSHHHHH.
Insalivata come ero penetra tutto come in un guanto di seta!
“uuuhhh…”non riesco a trattenere i miei soliti mugolii.
E tengo strette le cosce per sentirlo meglio…che bello lasciarsi inculare!!!
“non ci credooo…l’hai pigliato tutto in un colpo…ce l’ho dentro al tuo culo sino ai coglioni!…e che buco morbido!!!fantastico incularti!”
Fremo tutto,sto godendo tantissimo…stringo con le mani la balla di paglia mentre lui mi stantuffa in culo il suo cazzone…che bello!
E continuo a inarcare e rilasciare il culo per ricevere meglio il suo cazzone…”ma guarda come ti piace esser inculato…spettacoloso!”.
Stantuffa a mille allora e sento i suoi coglioni sbattere di continuo contro le mie natiche…vorrei tanto stringerli in mano…e stacco una mano dall’appoggio al fieno,la passo dietro e li prendo nel palmo;un pochino li stringo e poi li rilascio.
“siii caro….siii…ma che puttanella sei…sei anche sveglia…ma chissà quanti ne hai già presi…tu sei femmina dentro…ti inculo a vita…dimmi se ti piace farti inculare,dimmelo”.
Mentre godo per me parlare è quasi impossibile: non connetto ed è come balbettassi.
“sss…i…ss…ii…mi….piace….assai…mi piace tanto…tanto…sss…empre…s…eem..pre”.
Ci da nel mio culo come un forsennato…gli sento i coglioni sbattermi contro al culo ormai gonfi e pieni come una anguria…ed io sto per sborrare senza nemmeno dovermi sfiorare il pisello.
E difatti dopo ancora pochi colpi nel culo sborro dimenandomi tutto dal piacere.
“ma hai sborrato!!!…incredibile…sborri col cazzo nel culo…”
Anche le sue parole non fanno altro che aumentarmi l’eccitazione;continuo a ruotare lentamente il culo e inarcarlo in fuori…”siii caro siii…muovilo così sto culone…siii…lo stai pigliando tutto…lo senti bene?”
” sissiii…lo sento benisssimo…è bellissimo…è bello duro…è bello…è bello…”.
“adesso sborro anche io…dove la vuoi bello?…”
Ora le mie remore erano sparite
“mi piace tanto ciucciare…
Tutto preso dal riempirmi del suo cazzo nel mio culo non aveva capito
“come dici caro…dove vuoi che sborri?”
“mi piace prenderlo in bocca”
Come un razzo tirò fuori il suo cazzo dal mio culo,mi girò verso di lui,mi spinse in giù
“unisci i piedi,piega le ginocchia e spalancale perchè voglio vederti le gambe mentre mi spompini”
Si mise in piedi in mezzo alle mie cosce spalancate e cominciai a succhiargli l’uccello lentamente,senza usare le mani,solo di labbra…tutto in gola poi quasi tutto fuori dalle labbra…
Una due tre quattro volte e…SBROING…mi torna il pisello duro e dritto
“sei proprio una gran vacca…segati intanto che ciucci,,,voglio vedere…”
Ero in estasi…alla terza menata ho sborrato!
“adesso ti riempio la bocca…vai così che la faccio”
Un fiume!!!Bocca e gola piene!
Ogni ciucciata era un fiume…e come lo riportavo a filo labbra altri schizzoni sul mio viso,i capelli…e poi ancora in bocca…divino!!!
Terminiamo,sono esausto e godutissimo!
Sono come in trance,lui si ricompone riempiendomi di complimenti ed io resto appoggiato alle balle di fieno…
Sbraaammm…si riapre la porta in legno!!!
Voce da uomo che chiama lui”ohh dove sei?dai vieni in giardino…ti cerca tizio”.
Lui era ricomposto e si paventò al di là del fieno rispondendo all’amico,io ero inebetito ma nascosto dal fieno…
Sono tranquillo,liquiderà il suo amico e poi potrò darmi una ripulita nel lavandino vicino all’ingresso e rientrare nella festicciola;in effetti siamo nel capanno da non più di venti minuti.
Senza far rumore piego i jeans e li appoggio alla balla di fieno più bassa e mi ci siedo sopra…sento che se ne vanno e mi rilasso un pochino.
Entusiasmante una sveltina così inattesa con un uomo maturo al quale mai avrei immaginato di piacere!
Intanto che ci ripenso mi accarezzo il pisello e me lo stringo tra le cosce,poi le sfrego una contro l’altra facendolo gonfiare un pochettino e ad occhi socchiusi rivedo il suo cazzone duro e gonfio per me…
Sinceramente e per come sento rispondere i miei sensi a questi pensieri,lo avrei voluto in culo ancora un po’;ma oltre alla situazione mica posso pretendere che tutti siano come il Vanni che mi incula un ora con un cazzo enorme,anzi quasi abnorme!
Ecco… pensa e ripensa m’è tornato il pisello duro ed il buco del culo in dilatazione….
Ma non posso star qua ore…devo tornare di là…
Mi alzo col pisello dritto e cerco gli slip…quello ha anche spento la luce,forse per far credere all’amico che io me ne fossi già andato,dove cavolo saranno finiti?
Giro attorno al fieno,niente…vicino alla moto niente…torno al fieno passando dalla parte opposta
AAARRRGGGHHH…
C’è uno in piedi nell’ombra appoggiato al fieno più alto che si masturba l’uccello e mi osserva!!!!!
Capisco che è l’amico del papà…
Mi balza incontro mi prende in mano il pisello,inizia a segarmelo
“ciao femminiello…resta dieci minuti anche con me…mi ha eccitato sai vederti il cazzo dritto spuntare dalle calze del reggiccalze…dai io sego te e tu sega me…”.
Il tutto in meno di tre secondi…
Stordito da questa sorpresa mi ritrovo in mano il suo cazzo : ooohhh non è lungo come quello del Vanni ma è largo quasi come il suo!!!
Mi piace assaiiii…
Perdo la trebisonda e mentre glielo sego lo dico
“che bello grosso…proprio bello largo”
Sto grassone che uccello che ha!!!
Ansima anhe come un cinghiale : arrfff aaarrg grunf…mentre con una mano mi sega e l’altra mi palpa il culo…
“allora ti va se provo a mettertelo nel culo?…ti va?”
“sisssi…si me lo metta adesso che sto per spruzzare…”
Mi piega a 90 e me lo punta al buco del culo…fantastico!!!
Semto la mega cappella allargarmi il buco del culo…meraviglioso!!!
“spingo?…entro?…ti piace?”
“s….iiii…entri…lo metta den…trooo…sisssi è bellissimooo”
Cavoli che bello!E’ larghissimo il suo cazzone…meraviglioso!!!
SSSSHHHHHVVVVLLLLLLOSSSSSHHHH…
” co…siii…cosss….iii…è larghiss…imo…be…lisssimo”.
“bravo femminiello prendilo tutto che ti faccio godere…vedessi come hai il buco aperto quando entra il mio cazzo…ti divarica le natiche…è incredibile vedere quanto ti si apre il buco del culo”
“mi piace tantissimo quando è largo come il suo…ho il pisello che deve già spruzzare…lei ha un cazzo bello grosso…mi piace tanto!”
“te lo faccio spruzzare io…”
Si toglie da dietro,in men che non si dica è davanti a me con le ginocchia piegate e…me lo ciuccia!!!
Mai successo prima che qualcuno me lo ciucciasse…solo la prima morosina ma,uomini mai!
Intanto che me lo ciuccia infila quasi tutta la mano nel mio buco del culo stradilatato dal suo enorme cazzone…sborro all’istante…nella sua bocca!
Sono irretito e straeccitato da quest’uomo…mi rimette a 90 e riprende ad incularmi…
“godo già solo a notare quanto godi tu col cazzo in culo…!”
“adesso ti riempio di sborra dal culo alla gola…”
“uuuhhhhhhh…”è un rubinetto aperto!
Era durato tutto al massimo 10 minuti…
“io sono Vincenzo…ti voglio a casa mia tutta una sera…”.
Mi lasciò li vicino il suo biglietto da visita…era un medico di qualche paesino di lago a pochi km da me…….

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

3 thoughts on “1a volta da etero a trav 8aparte

  1. Sonia

    Travestito in privato passivo no mercenario amante intimo femminile calze reggicalze tacchi intimamente donna cerco uomo max 70 anni ospito a genova sampierdarena tel Sonia 3460323562

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.