Mostrarsi al centro benessere

Mostrarsi al centro benessere

Vi racconto della seconda volta che mia moglie Laura si mostro’ a degli sconosciuti, dopo quell’avventura in Corsica, scritta in precedenza.
Essendo questi fatti reali, al contrario del 99% dei racconti di queste pagine, qua non troverete scene da film porno, ma le emozioni di una coppia normale che aggiunge un po’ di sale alla loro vita sessuale.

Mia moglie Laura in corsica aveva confermato coi fatti che la fantasia (spintissima) di mostrarsi nuda agli sconosciuti le piaceva davvero. Ma ovviamente se avessi cercato una scusa per farla spogliare ogni settimana la avrei fatta irrigidire o stufare. Bisognava aspettare il momento giusto.
E cosi’ circa un’anno e mezzo dopo i fatti in spiaggia in Corsica, si presento’ l’occasione per un altro momento erotico. Per Pasqua avevamo infatti deciso di farci un giro in macchina in Germania. E sapevo benissimo che i tedeschi frequentano i centri benessere in nudita’. Cosi’, settimane prima della partenza cercai su internet dei centri benessere che facessero al caso nostro, e poi durante il sesso le proposi di farci un salto. L’idea delle terme le piaceva tantissimo ed il fatto che dovesse stare nuda era una ‘sfida’ che la eccitava molto!
Il posto era, e’, un centro benessere nei dintorni di Monaco.
Prima visitammo la citta’ e dintorni per due lunghissimi giorni, poi complice un certo freddino, proposi che era proprio il caso di fare un salto alle terme per il giorno dopo. Disse che era una buona idea.
Si trattava di un grande locale a forma di elle. Da una parte due vasche idromassaggio al livello del pavimento, ma su una sezione rialzata, una calda ed una fredda, circondate da lettini per il relax, tavoli e bevande a piacimento sui tavoli lungo i muri. Dall’altra docce aperte, sauna, bagno turco, stanza relax con musica soft, e delle strane docce aperte ma occultate, molto strette, con colori e musica. C’era anche una vetrata che dava su un prato e piscina all’aperto, quel giorno chiusa al publico.
Alla reception ci diedero degli accappatoi bianchi ed andammo a cambiarci.
Ci ritrovammo fuori dagli spogliatoi dopo qualche minuto, vicino alle due vasche rialzate. Facemmo un giro (con accappatoio ben chiuso) per abientarci. La maggior parte del pubblico era piu’ anziano di noi ma c’erano anche qualche gruppetto misto (!) di giovani e coppie della nostra eta’. Gia’ durante i primi minuti vedemmo donne e uomini nudi in quantita’. In particolare due ragazze che facevano la doccia che erano proprio belle. Al contratio della spiaggia corsa, qua c’erano pochissime fiche rasate. Erano per lo piu’ col pelo curato o selvaggio.
Passati i primi minuti si trattava di star nudi anche noi. Al contrario della spiaggia ero piu’ nervoso per la vicinanza della gente e per la mia l’eccitazione latente, che aspettava questo momento da tanto. Forse troppo. Fu Laura a proporre di inizare dalle vasche. Deglutii. Si trattava di salire tre gradini, appendere l’accappatoio, voltarsi davanti a tutto l’ambiente e raggiungere le vasche completamente nudi. Nella vasca calda c’erano 3 uomini che ogni tanto scambiavano qualche parola a bassa voce. Nella fredda una coppia di donne. Ma Laura ovviamente voleva stare al caldo. Le dissi ok.
Salimmo i gradini ed ormai non si tornava indietro. Aprimmo gli accappatoi e ci voltammo. Laura mi precedette di un passo, completamente nuda davanti a tutti. Io le vedevo il culo bianco, tondo e paffuto, e poco piu’ in la i 3 uomini a bagno che le diedero un’occhiata! Laura, che come detto in precedenza ha una corporatura minuta e sinuosa, come l’anno prima portava le labbra rasate e un triangolino nero cortissimo e perfetto. Con la coda dell’occhio inoltre vedevo un sacco di gente intorno, nei lettini, che avranno anche loro visto mia moglie completamente nuda. Laura mise un piede dentro la vasca, poi l’altro, poi si inchino’ a sedere tra le bolle. Io seguii. I 3 tipi sembravano non badare a noi ma io mi chiedevo se, da la sotto, le avessero guardato la fica aprirsi un poco mentre faceva il primo passo per entre in vasca. Il mio cazzo era dritto il secondo dopo essere entrato, complice la quantita di bolle che rendeva impossibile vedere sotto. Ero nervosissimo.
Laura sembrava a suo agio e si godeva il bagno caldo. La vicinanza di tre sconosciuti a cazzo fuori non la turbava, anzi. Si vede che anche lei aveva fantasticato a dovere sul viaggio imminente. Ad un certo punto si appoggio’ con la testa alla mia spalla, chiudendo gli occhi e gonfiando il petto. I capezzoli piccoli e dritti vennero fuori dall’acqua per qualche secondo. Il mio cazzo torno’ ancora di marmo in un attimo. La mia pressione era a mille! Relax zero.
Dopo 10 minuti 2 tipi se ne andarono. Avevano la pancia ed i cazzi piccoli e flacidi. E vedemmo i loro coglioni pendere da dietro mentre uscivano dalla vasca. Il terzo non sembrava volerci lasciar soli. Cosi’ Laura propose di cambiare. Le dissi ok, ma per controllare il mio membro, la volevo precedere nell’uscire dalla vasca. E cosi’ mi alzai e andai spedito verso l’accappatoio, cercando di non pensare a quello che stava vedendo invece l’ultimo uomo rimasto nella vasca, mentre mia moglie alzava le gambe per uscire.
Vasca fredda? Chiesi. No, vasca fredda no, casomai doccia.
Doccia davanti a tutti, ovviamente. Ok, dissi. Laura sembrava non aver nessuna inibizione. Aspetto’ qualche secondo che finisse una bella figa tedesca e si denudo’ ancora per rinfrescarsi. Le altre docce erano occupate da una coppia sugli anta ed un ragazzo con un gran cazzo. Laura l’aveva sicuramente notato. Ed io dovevo stare a guardare Laura far la doccia nuda accanto a lui, davanti al via-vai di gente, mentre aspettavo. Guardai per terra. Era l’unica cosa non non mi faceva gonfiare il cazzo. Quando tocco’ a me mi spogliai proprio mentre passavano due giovani ragazze nude dalle tette grosse e dai peli della fica biondi. Mi guardarono il cazzo non proprio flacido come se niente fosse. Al contrario di Laura stavo impazzendo di eccitazione e vergogna.
Dopo la mia doccia Laura propose il bagno turco. Leggemmo le istruzioni. Si entra nudi. Ok? mi fa. Ok, dico. Tutto quello che vuoi. Ormai ero distrutto dalla mia stessa lussuria. Mia moglie e altre decine di donne erano nude tutte accanto a me. Qualsiasi pensiero creava un’erezione. E se qualcuno avesse notato mi avrebbero buttano fuori a calci, o cosi temevo.
Laura apri’ la porta ed entrammo. Dentro era nebbia totale. Meno male, pensai, un attimo di tragua. Ci sedemmo su un gradino ricoperto di mattonelle. Vedevo il corpo di Laura ma degli altri solo i profili. Avrebbe potuto essere erotico se non fosse che avevo gia’ visto tanta figa e tanti altri avevano gia’ visto mia moglie. Riuscii a rilassarmi un poco.
Dopo il turco, doccia in quei cosi strani e stretti che ho menzionato, in cui non c’era niente di vagamente erotico, e fu poi la volta della sauna.
La sauna era relativamente piccola, con due file di panchine su tre lati, a U, con la porta e le pietre calde sul quarto lato. Dentro c’era una coppia sugli anta seduta sulla panchina in alto, davanti alla porta, e su un lato, in basso, le due ragazze dalle tette grosse di prima. Erano tutti nudi, ovviamente. Le due ragazze avevano lasciato cadere l’accappatoio intorno al sedere e potevo agevolmente vedere il pelo biondo. Una delle due aveva le gambe leggermente aperte ma il pelo folto ricopriva il taglietto della vulva che rimaneva nascosta.
Noi ci sedemmo davanti a loro. Aprimmo l’accappatoio e lo lasciammo scendere come loro, solo che lo tenemmo anche sul grembo. Io perche’ ero ormai sconfitto, avevo una fica bionda ad un metro da me e non volevo pensare a niente, neanche a mostrare il mio membro; Laura perche’ (mi disse poi) sul momento non sapeva come denudarsi con naturalezza, dato che ormai si era gia’ seduta.
Dopo qualche minuto le due ragazze andarono via ed entro’ un’altra coppia adulta che si sedette sopra, quasi dietro di noi. Il caldo saliva e Laura decise di sfruttare il movimento e l’assenza di gente dalla panca davanti per scoprirsi. Scosto’ l’accapatoio dal grembo e apri’ un poco le gambe. Tutto naturale e niente di sospetto, se non fosse che io sapevo che quello non era per niente naturale per noi o per lei. Era studiato, voluto.
E vi lascio con quest’ultimo avvenimento.
Entro’ proprio allora una giovane coppia, di sicuro italiana o francese, e si sedette davanti a noi. Ma si tolsero l’accappatoio prima di sedersi stando completamente esposti. Lui si sistemo’ davanti a Laura mostrando un cazzo rasato, moscio ma corposo. Lei poco piu’ in la’, non davanti a me, con delle belle tette sode e la fica rasata, di cui feci in tempo a vederne la fessura prima che si fosse seduta.
Lui invece, col suo cazzo bello in mostra, ebbe tutto il tempo di godersi la fica di Laura, con mia moglie che, entrata in calore, apri’ un altro po’ le gambe per mostrargliela (la troia!), prima che poi saltasse su come risvegliata all’improvviso, uscendo abbastanza di fretta.
Passammo qualche tempo ben coperti a riposare sui lettini, per poi andare via senza aver ripetuto nessuno degli ambienti. Dovevamo andare di corsa a scopare in albergo.
Laura mi disse poi, a letto, che si era eccitata e divertita a mostrarsi, e che in sauna aveva aperto le gambe di proposito e si era bagnata come una troia mentre quel ragazzo gliela fissava cosi’ da vicino. Tanto che poi era scappata perche’ aveva sentito la fica colare e (finalmente) si era vergognata! In un altra occasione, tempo dopo, affermo’ che se fossimo stati soli con quella coppia, se la sarebbe fatta leccare!
Avrete capito che anche questa avventura alimento’ il nostro sesso alla grande.
E anche i presupposti per altre avventure all’insegna dell’erotismo.

Col permesso degli admin, posto qua un link di una foto su google che rappresenta abbastanza bene cio’ che quel tipo in sauna vide di mia moglie:

https://www.google.com/search?q=wellness+centre+nude&client=firefox-b&tbm=isch&tbs=rimg:CVmT2mWx3mnwIjghebYOyUIdATokbxo4tnw_1-J2oTAtRmQ0GC0tgwknqyftGlQR-um9U-q2FnKODJO34aeQ1U4n3uyoSCSF5tg7JQh0BEZfq5RuCvBouKhIJOiRvGji2fD8RHkWi07uFJVgqEgn4nahMC1GZDREedWpho0hZhCoSCQYLS2DCSerJEeUReMj6aWq7KhIJ-0aVBH66b1QRzBv3LFTfd1wqEgn6rYWco4Mk7RGlfvBP1cW6UioSCfhp5DVTife7EV6AF3vm0UXl&tbo=u&sa=X&ved=2ahUKEwi3rdmLqvzfAhWJfX0KHfOZCAoQ9C96BAgBEBs&biw=1707&bih=875&dpr=1.5#imgrc=BgtLYMJJ6slk6M:
FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

One thought on “Mostrarsi al centro benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.