Mia moglie ed io al centro benessere

Mia moglie ed io al centro benessere

Spread the love

Da quando capitò in qualche occasione di avere la mia ex in topless, mi sono sempre eccitato molto a pensare la mia lei in situazioni di nudità parziale o totale alla vista di altri uomini. Così sentii in una sauna a Como, dove mi trovavo per lavoro con colleghi, che nelle saune del Trentino, Austriache o Svizzere, c’era l’obbligo della sauna nudi. Così ho cominciato con a mia fidanzata Paola (che poi diventò mia moglie) che era molto pudica, a proporle vacanze nei paesi ameni vicini all’Italia. Colsi al volo l’occasione dei mercatini di Natale svizzeri per organizzare un bel giro. Il mio obiettivo era la sauna, naturalmente. Trovai una bellissima offerta presso l’hotel Radisson a Interlaken, hotel con sauna, in cui alcuni clienti italiani si lamentavano del fatto che fosse obbligatoria la sauna nudi. Paola aveva l’abitudine di guardare i commenti prima di prenotare una stanza (se avesse visto che la sauna era solo nudi mi avrebbe rimbalzato la proposta), ragion per cui le dissi che avevo prenotato io a sorpresa. Lei rimase all’oscuro di tutto il giro organizzato. Quando il secondo giorno arrivammo al Radisson, non mi sembrava vero. Più bello di quanto potessi immaginare. La nostra stanza era in alto e faceva da angolo, con 2 pareti interamente in vetro . Uno spettacolo eccezionale. Appena ripresi dallo spettacolo della camera, siamo andati al centro benessere. Questo era piuttosto piccolo, un po’ ero deluso, però aveva tutto. Al nostro arrivo c’eravamo solo noi. C’era una stanza chiusa da una porta col tepidarium con due chaise-longue di fronte ad una vetrata che occupava una intera parete. Poi c’era un bagno turco, una sauna e due docce attaccate. Null’altro. Era chiaramente indicato il divieto di usare il costume. Paola, che è una donna allora di 28 anni alta 1,65, castana con meches bionde, taglia di reggiseno 2 tendente alla 3, capezzoli ben proporzionati leggermente all’insù rosa e tondi. È magra, ha un culo favoloso e splendide gambe. Molto proporzionata. Siamo andati a cambiarci nello spogliatoio e ci siamo tolti tutto, poi siamo entrati con l’asciugamano. Paola continuava a dire “che fortuna, siamo soli! Tutto per noi.” Ero un po’ deluso, ma sarebbe stata una bella esperienza comunque. Andammo in sauna e lei mise l’asciugamano sul legno e si coricò, completamente nuda. Magnifica, le sue curve che man mano acquisivano la lucentezza del sudore. Quelle belle tette e quella magnifica figa depilata che mi mostrava senza pudore e che solo io e il suo ex avevamo visto. Molto eccitante. Poi siamo usciti a metà sauna per la doccia e ci siamo accorti che erano arrivati due uomini. Paola prese l’asciugamano, io no e entrammo nelle docce. Ma come detto le bellissime docce a mosaico erano di fronte alla sauna e completamente aperte, non c’era nemmeno il vetro. Così ci facemmo la doccia, Paola ed io nudi, mentre i due uomini aspettavano per la doccia. Guardavano la mia Paola senza darlo troppo a vedere, erano italiani o così sembrava, con l’asciugamano in vita. Paola Finì la doccia il più veloce possibile, la doccia va fatta fredda ed aveva la pelle d’oca e i capezzoli rosa che sembravano due punte affilate. Si coprì come meglio poteva con l’asciugamano e rientrò in sauna. Anche io cercavo di non farmi vedere perché avevo una mezza erezione per la situazione. I due lasciarono stare la doccia ed entrarono in sauna con Paola mentre io cercavo di raffreddare i bollenti spiriti e far scendere il cazzo. Finalmente entrai in sauna e vidi uno spettacolo che non dimenticherò mai più. Pensavo di trovare Paola con l’asciugamano che la copriva e i due con l’asciugamano in vita, invece i due uomini erano spaparanzati, nudi col pene di fuori bene in vista e Paola a pochi centimetri da loro coricata a pancia in su completamente nuda con la figa rivolta verso di loro e le gambe piegate e leggermente aperte. Era incredibilmente eccitante: lei umida e lucida con le goccioline che colavano dal seno inturgidito non più dalla doccia fredda ma dalla situazione. I due che le parlavano normalmente e lei, che non si era mai concessa alla vista di altri, che sembrava una scafata nudista e gli rivolgeva sorrisi maliziosi. Era una situazione inverosimile. Me la godevo alla grande, trovai posto nella piccola sauna, nello scalino sotto, di fianco a Paola con l’asciugamano in vita per non mostrare la mia eccitazione. Sono stati minuti eccezionali. Anche Paola non aveva mai visto altri peni se non il mio e quello del suo ex. E in quella situazione, non mostrava alcuna reticenza a soffermare il suo sguardo a volte su uno, a volte sull’altro pene dei due sconosciuti. Mancava solo facesse apprezzamenti sui loro cazzi… poi siamo andati in pace nel tepidarium sulle chaise-longue davanti alla sera e davanti ad uno spettacolo maestoso di fiocchi di neve che scendevano. “Ti sei eccitata?” Chiesi” molto” mi disse lei “anzi, se te ne vai, dato che ci sono solo due chaise-longue, magari viene a farmi compagnia uno dei due” disse ridendo “ma non eri infastidita, imbarazzata? Insomma eri per la prima volta nuda davanti ad altre persone…e per di più due uomini” “ma anche loro erano nudi“ mi disse lei “e poi che potevo fare? Non è che potessi mettere il costume, no?” “ ma saresti potuta uscire, o tirare su lasciugamano. Secondo me non ti dispiaceva affatto mostrarti” dissi io. Lei “ uscire no davvero, mi sarei persa quel pòpò di uccelli, sai che “dal vivo” non ne ho mai visti se non il tuo e quello del mio ex. Stasera ho raddoppiato! E riguardo al coprirmi, in sauna fa caldo e, in effetti, mi ha eccitato molto la situazione.””immagino, hai anche messo la tua bella figa verso la loro parte, non pensare che non ci abbia fatto caso”. Rise con quel sorriso complice…Infine salimmo in camera e la presi, nuda, contro il vetro, nella serata nevosa, spiacciacandole le tette contro il vetro il più possibile, sperando che qualcuno da fuori ci vedesse scopare…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.