Altre storie di celine95

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Altre storie di celine95

Spread the love

Mi sono accorta che è quasi un anno che non mandiamo più racconti e rileggendo sia i nostri che quelli nuovi pubblicati ci è venuta la voglia di tornare a mandare qualche altra storia.
Un anno avevamo deciso di incontrarci con una coppia amica a Milano per giocare un pò con loro.
Sarebbe stata la seconda volta poiche ci eravamo trovati abbastanza bene con loro.
Siamo partiti per milano ma quando eravamo quasi arrivati ci chiamano poichè avevano avuto un imprevisto.
ovviamente delusione un po di rabbia ma sopratutto tanto sesso che andava sprecato.
Mio marito sopratutto era molto eccitato ed incazzato.
decise che non avremmo perso comunque la serata avremmo giocato alla puttana di città..
Io ero vestita normalmente ma ovviamente avevo portato un bell’abbigliamento da puttanona con cui mi sarei cambiata all’ultimo momento.
Mio marito mi fece cambiare e mi disse che saremmo andati a giocare da soli in uno di quegli alberghetti per puttane di via porpora.
avremmo parcheggiato non proprio vicino e poi saremmo andati a piedi lui dietro di me cosi potevo mostrarmi bene.
Per la cronaca avevo una gonna media con uno spacco laterale che faceva vedere le autoreggenti nere ,camicetta trasparente nera con micro reggiseno a balconcino che faceva mostrare i capezzoli fuori,e sabot trasparenti argento.Giacchetta leggera per eventuali coperture.parcheggiato lateralmente ci siamo avviati verso l’albergo prescelto.
Devo dire che mi eccitava tantissimo vedere come mi guardavano gli uomini che ci incontravano..Mi spogliavano letteralmente con gli occhi e i capezzoli belli visibili e grossi erano le star della serata. e come sembravo veramente una puttana che portava il cliente in albergo.
Siamo entrati in albergo in una piccola hall molto familiare e mia moglie ha chiesto una camer a a una simpatica signora.nella hall erano presenti anche altri uomini alcuni che bevevano altri che parlavano e anche una ragazzotta probabilmente figlia della signora.
Mio marito ha dato un documento e siamo saliti in camera al primo piano sotto gli occhi di tutti.
L’ambiente era squallido ma anche molto eccitante e io veramente colavo perchè certo eravamo stati spesso in motel ,in camporella,nei parcheggi,mi ha fatto scopare da altri uomini ma cosi era la prima volta.
Abbiamo fatto proprio una bella scopata e io ho fatto anche un po di urletti senz’altro sentiti nelle camere vicine dove altre coppie si divertivano.
Alla fine con la mia faccia un po sconvolta siamo scesi sempre come due estranei e il marito Ha pagato.
Si è avviato alla uscita e io un paio di metri dietro.
Era appena uscito che un tipo presente nella piccola hall mi ha chiesto quanto volevo per risalire con lui.
ero cosi infoiata che gli ho detto una cifra ridicola e sono tornata indietro.
Mi sono fatta chiavare come una professionista.gli ho lavato bene il cazzo e già li era diventato duro.
gli ho infilato il guanto e ho aperto le gambe strizzandomi le mammelle.
mi sono offerta bella aperta e con la figa già bella larga dalla chiavata precedente
Una chiavata discreta comunque il tipo ci sapeva fare .mi ha chiesto da quanto ero in zona e ho raccontato un po di
balle.Che avevo problemi economici e a volte a fine mese finivo in strada ma non sempre .
Scesi lui è restato di nuovo nella hall e io ho raggiunto il marito che ovviamente aveva capito benissimo cosa era successo.
Ovviamente si era di nuovo eccitato mentre gli raccontavo nei dettagli del lavoro da vera puttana fatto.
Tornando verso casa continuava a toccarmi e a strizzare mammelle .
Alla fine ad Agrate siamo entrati in un motel proprio all’inizio della autostrada e siamo tornati a scopare.
Insomma una serata non proprio perduta anzi con un bel po di pepe.
Al prossimo racconto

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.