Quella santa donna della Zia Sandra

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Quella santa donna della Zia Sandra

Spread the love
 




3 thoughts on “Quella santa donna della Zia Sandra

  1. number1

    a causa del lock down sicuramente dovrò andare a timbrare l’uccello da mia zia, divorziata e con i figli in USA, certo non mi dispiace se no non lo scriverei, ma ha 53 anni, insomma è matura ma tutto sommato se li porta bene, e in caso di penuria di figa come in questo anno lei va benissimo, la timbro ormai da 4 anni, e la cosa che mi ha sorpreso di più è la sua fisiologia che funziona benissimo, si lubrifica la figa come se avesse 18 anni, pazzesco no? Eppure questa cosa che sembra schifosa mi manda ai pazzi, mi eccita quando mi cola addosso, poi la possibilità di scoparla senza preservativo mi eccita ancora di più, durante i preliminari si bagna a inzuppare le mutande, io impazzisco a quel sentire umido e scivoloso da finirci dentro con facilità incredibile, come dicevo mi manda ai pazzi, non le resisto in certi momenti sono uscito dalla ragione e l’ho baciata e leccata come fosse una ragazzina illibata, ma per tutte le fighe di sto mondo è bona invitante accattivante, la prima volta mi vide fuori di testa e turbato ma contemporaneamente sorpreso titubante e felice, allora mi disse, ehi ehi bello stai tranquillo, ti assicuro che sono perfettamente sana, non ho altre relazioni quindi non devi avere paura, e poi se lo hai fatto di tua spontanea volontà significa che sono buona e ti piaccio o no?
    Effettivamente in questi anni non avuto problemi, avendo sicuramente ingoiato anche qualche pelo non ho avuto il ben che minimo problema, quindi anche a capodanno sarò felicemente condannato a scoparla al meno due volte, con la lingua e poi trapanarla con il mio cannolo alla crema come dice lei.
    W le donne!!! Non capisco quegli uomini che le maltrattano, da loro possono avere tutto, sono il paradiso in terra come si fa a usarle violenza, basta dimostrare vero affetto, quando possibile amarle e ti aprono il loro mondo ti accolgono in mare di gioia piacere e godimento che non ha eguali in questo mondo.
    Le donne andrebbero tutte santificate da vive!!!!!!!!!!!

     
    1. mepres

      condivido, le zie specialmente andrebbero santificate in vita! Lei è stata la mia prima donna, quella che mi ha fatto diventare uomo, avevo 16 anni e lei 38 non potevo immaginare cosa potesse succedermi e accadere di meraviglioso, adesso ne ha 61 e scopiamo ancora, più di rado ma lo facciamo con passione, con gli anni abbiamo raggiunto un intimità perfetta, tranne il suo periodo matrimoniale con la prima figlia, ma dal compimento dei 4 anni di mia cugina i rapporti con mia zia sono diventati sacrosanti, non per esser blasfemo ma abbiamo instaurato un rapporto affettivo che va oltre ogni immaginazione, si trova meglio con me che con suo marito con cui ha rapporti sessuali rari e insoddisfacenti, la completo io, dice che sono perfetto come maschio non devo fare altro che assecondare le sue esigenze e colmare i suoi vuoti psicosessuali, questa relazione viscerale mi ha reso maturo ma anche consapevole e più sensibile verso il mondo femminile, infatti concordo con te number1, non comprendo quegli uomini che provocano dolore fisico e psicologico alle donne, sono esseri speciali, hanno tutte la stessa caratteristica, sanno amare e vogliono amore, lo pretendono giustamente, anche nel solo rapporto affettivo vogliono essere ricambiate con lo stesso affetto, e così è nata la relazione con lei, affetto reciproco indotto naturalmente da lei, baci abbracci confidenze dialoghi intimi e sensuali fino al primo bacio carnale e passionale, non credevo ai miei 5 sensi in quel momento in cui potei, baciare assaggiare il suo sapore,odorare il suo intimo profumo che non smetto di cercare perché anche a 61 anni mi fa eccitare come quando avevo 16 anni.

       
  2. sante donne

    certo che sono sante donne, chi dice il contrario è un frocio! La prima donna in assoluto che mi ha stimolato erotismo e sessualità è stata proprio mia zia, io non sapevo nulla fino al quel momento giocavo con mattoncini lego, non pensavo che le la mia vita potesse cambiare meravigliosamente, successe quando uno dei mattoncini finì sotto il tavolo, io mi abbassai e vidi le cosce appena aperte, il mattoncino era vicino ai sui piedi, mi avvicinai e vidi quel mistero tra le cosce confezionato con delle mutandine bianche che faceva intravedere peluria e le grandi labbra che prima di allora non sapevo nemmeno cosa fossero, mi avvicinai di più fino a sentire l’odore proveniente dai suoi piedi fasciati da saldali legati alla caviglia, emanavano un odore piacevole, non so perchè ma erano belli, chissà cosa sarà successo in me, cosa mi procurò nella mia mente quelle due assolute novità, la figa che sarebbe diventata la mia follia e quell’odore direi profumo che le sue estremità emanavano come fossero richiami erotici e sessuali, e con il passare dei giorni lo erano per davvero richiami sessuali, al solo pensiero mi eccitavano procurandomi erezioni a tutte le ore, e altrettanto naturalmente mi sparavo seghe fini allo svenimento, schizzavo dappertutto poi con la paura di lasciare segni e fare figure da imbecille, quindi passai a farmele in bagno specialmente quando venivo ospitato da mia zia, scoprii nel cesto dei panni da lavare le sue mutandine reggiseni, e li affianco nella scarpiere quei sandali o scarpe col tacco da farmi perdere la ragione, e ci davo dentro con le seghe da ammazzarmi, fu un periodo della mia infanzia fantastico, mettere il naso tra quegli odori incredibilmente piacevoli, spiarla per vederla nuda e sognare ad occhi aperti di poterla baciare e leccare, cosa mi stesse accadendo di così straordinario era irrazionale, fino a pochi giorni prima le femmine mi facevano schifo e ad un tratto la mia vita si trasformò in tutto, volevo le femmine in particolare mia zia! Quale incantesimo mi avesse fatto non capivo, ero rapito dalla sua femminilità la vedevo osservavo non più come zia ma come desiderio erotico e sessuale, se avesse saputo quante seghe mi sono sparato pensando a lei, o annusando la sua biancheria intima, addirittura quando dimenticò a casa le sue belle scarpe con un tacco vertiginoso calzate per una festa, avrò schizzato litri di sperma da mettere incinta 10000 donne, ancora oggi dopo anni ho per lei una debolezza inaudita, me la farei all’istante, non perdo la speranza di poter avere con lei una relazione sessuale e raccontarle nei minim dettagli quel che ho scritto parzialmente qui.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.