Malik…quel fantastico torello

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Malik…quel fantastico torello

Spread the love

Il mio lavoro mi portava lontano da casa, centro e sud della nostra penisola, sempre da solo.
Il caso vuole che io abbia bisogno di un aiuto per completare il lavoroche stavo svolgendo, dunque in azienda chiedo se c’è un volontario, naturalmente la permanenza fuori era di 30 giorni circa.
Tra tutti i dipendenti, solo uno a fatto un passo avanti, Malik Senegalese, dicendomi che con me sarebbe venuto fino in capo al mondo, ( in passato era venuto a lavorare con me e si e trovato bene)
Dunque il tempo di fare le valige e via per una nuova avventura, centro Italia.
Durante il viaggio discutevamo delle nostre mogli vizi e difetti, senza togliere lo scguardo dalle altre che incontravamo nei diversi distributori, dunque commenti, la scopo cosi la sbatto cosà ormai eravamo in confidenza.
Dopo qualche ora di viaggio ero eccitato troppa figa in testa, il mio compagno era peggio..era in tiro notavo il gonfiore tra le gambe..bel pacco.
Il nostro viaggio proseguiva e schezando mi disse con voce soffusa (sai che ai un bel culetto, scoperei anche te)
Naturalmente sorrisi e lui con me, mentre nella mia mente qualcosa qualche fantasia iniziava ad affiorare.
Il discorso si faceva interessante, le chiesi se aveva mai fatto sesso con un uomo, Malik rispose con la stessa domanda sorridendo: (risposi che io lo avevo fatto)
il suo sguardo si era addolcito, era acora più eccitato il suo pacco… un torello da domare, come lui ero eccitatissimo.
Mi chiese quante volte o fatto sesso con un uomo.

Non risposi a quella domanda durante il viaggio ci siamo fatti delle confidenze, lui ne aveva scopati alcuni, risposi che io non ero un santo.
Arrivati a destinazione sul posto di lavoro, i nostri discorsi cambiano ognuno al suoposto lui era un mio subordinato.

A fine giornata intorno alle ore 20 andiamo in alberogo, sicuri di avere le nostre stanze, sognavamo una doccia, si abbiamo avuto una doccia fredda!!!
di stanze disponibili…una matrimoniale, chiedo spiegazioni e mi viene riferito che e stata prenotata una stanza e al momento non cerano stanze disponibili.
Rassegnati ci guardimo in faccia accettando, prendiamo la chiave e via di corsa sperando in una doccia calda.
Ormai chiusa la porta alle spalle le chiesi se voleva farsi la doccia per primo, rispose di no toccava ame essendo io il capo, ed io risposi che il capo esiste sul posto di lavoro e noi eravamo fuori, in camera solo doccia e relax.
Andai per primo una doccia rilassante, poi lui mentre si lavava canticchiava, una volta uscito con un accappatoio che le copriva le spalle si soffermò sulla porta, nudo col cazzo che penzolava come un battacchio, ed io guardavo i suoi occhi e quella meraviglia che continuava a penzolare, lo stavo….. desiderando.
Mi disse se mi piace risposi che e interessante, mentre lui ribadiva che o un bel culetto pallido.
La serata proseguiva con la cena discutevamo del più e del meno, ormai in confidenze come vecchi amici, argomenti piccanti sesso con maschi e confidenze sulle nostre mogli, mi confessava che la sua mi avrebbe scopato, essendo una porcella, si era fatta dei suoi amici.
Ed io confessavo che la mia lo avrebbe preso volentieri da entrambi tutti e due insieme sia davanti che dietro, naturalmente se era li con noi.
Ormai eccitati, salimo in camera, mi chiese se mia moglie era stata con un altro uomo, risposi di si che o avuto il piacere e la soddisfazione di montarla in compagnia di uno sconosciuto e farla godere come una zoccola, come non aveva mai goduto mentre la riempivamo di sborra ovunque e questo durante un viaggio.
Le raccontai del viaggio in moto, lui più eccitato che mai ed io….rammentavo quello che o preso nel culetto quella notte e cosa o ingoiato mentre gli facevo un pompino.
Inizio a spogliarmi, le dico che io dormo senza pigiama, risponde (anche io con la stagione estiva) stanco rilassato tv accesa cazzo in tiro..entrambi in tiro, inizio a sonnicchiare trascorre circa un’ora, io nel dormiveglia sento le sue mani che mi accarezzava prima la schiena poi con delicatezza il culetto, con molta delicatezza dilata le mie natiche..introduce prima la lingua, lecca affonda la sento rovistare dentro di me…..succhia il mio buco prova un piacere immenso impazzisco dal piacere ormai in estasi lo voglio dentro.
Ormai ero sveglio inmobile lo lasciavo fare e dentro di me una rivoluzione lo stavo desiderando come non avevo mai desiderato un maschio, le sue mani quel cazzo lo sento sempre più vicino, infila due dita nel culo poi tre mi dilata le natiche sputa più volte sul buco, avvicina il cazzo….a troppa fretta di metterlo dentro, quel toro da monta vuole godere, non riesce a fare centro spinge mi provoca dei dolori molto forti…resisto in silenzio, continua ad insiste sempre più e spero che quel toro entra per sentirlo tutto mio, continua a spinge sempre più forte come una pressa…aspetto e decido di darmi da fare, sollevo il culetto per agitarlo con molta calma ora a destra ora a sinistra e faccio centro…. quel cazzo scivola dentro tra lamenti mugugni e piacere, con soddisfazione inizia a scoparmi pompa mi incula non esita a spingere forte più mi lamento dal male più spinge, affonda quel coso con colpi possenti più volte, poi mi ribalta possedendomi con le gambe al celo iniziando a sburrare facendomi piena gravida, sentivo quel liquido caldo nella pangia e godevo godevo a sentirmi gravida, piena di lui.
La notte trascorre serena quel maschio mi a fatto godere un vero torello mentre cercavo di dormire dilata le natiche, il buco era disponibile, quel cazzo entra nuovamente dentro di me, mi stringe contro il suo bacino stretto tra le sue braccia cercando le mie labbra la mia bocca accetto di essere baciata a lungo e mentre la sua lingua ravanava la mia bocca mi sussurrava che ero una puttanella dal culo pallido, dichiarando che mi voleva tutta per se, io la sua Puttana.
Al risveglio mi sentivo pieno appiccicaticcio era il suo sburro, dentro il culo in mezzo alle natiche e le cosce tutte imbrattate.
Mi alzo vado in doccia, Malik mi segue, entra inizia ad accarezzarmi, si mette in ginocchio e mi fa un pompino…fantastico, una volta fuori mentre mi lavo per primo dunque chinato sul lavabo mi dilata le cosce le natiche mi lecca e succhia e poi prova…ero ancora dilatato sentivo ancora dolore, quel toro da monta poggia il cazzo spinge con forza ed entra col minimo sforzo mi incula per circa 15 minuti mi riempie nuovamente.
Quando a finito mi invita a prenderlo in bocca per pulirlo mi rifiuto, dicendo che dovrei amarlo per soddisfarlo con la bocca pulendo e ingoiando, aggiunsi che mi era bastata la prima esperienza. il pompino allo sconosciuto.
Sul posto di lavoro ognuno al suo posto rispettando i nostri ruoli ruoli.
Al rientro in albergo, io davanti e lui dietro che chiude la porta…mi abbraccia stringendomi a lui e sussurrandomi che sarei, che sono la sua puttanella la sua fidanzata, mi gira e mi bacia a lungo, godo con quella lingua in gola.
Dopo la doccia un pò di relax distesi sul letto, prende il telefono telefona alla moglie, le racconta che mi a scopato e sono disteso al suo finco in quel letto, e la invita a sentirmi, cosi conosco quella donna dalla voce piacevole, mi chiede se sento dolore e se mi e venuto dentro…con orgoglio le rispondo di si mentre lei mi confida che mi scoperà.
Tutti e tre felici, io non potevo dire le stesse cose dunque in silenzio faccio la mia telefonata e mentre parlo con mia moglie mi lecca il culo e lo mette dentro, stavo impazzendo, la mia mente elaborava che mia moglie era li e godeva con noi, mentre lo prendevo nel culetto.
Dopo cena rientriamo in camera, distesi nudi sul letto, mi avvicino lo accarezzo inizio a baciarlo a succhiarlo ovunque, ritorno sulla sua bocca e limoniamo, mi sento impazzire lo desidero lo voglio sento che qualcosa di particolare , mi rivolgo sul suo ventre e lo prendo in bocca, lo succhio con classe lo faccio mio sento che sta per venire non mi tolgo ma insisto per ricevere dentro quel nettare, tutto fino all’ultima goccia, soddisfatto
e lui anche , mi chiede perchè o cambiato idea, gli rispondo con un bacio sussurrando che mi stavo innamorando di lui, dunque ero la sua puttana.
Questa storia e durata tre mesi ero la sua puttana, siamo riusciti a coinvolgere anche la mia e scopavamo come matti, lui il toro le nostre mogli ed io le sue zoccole.
E stato molto bello scopare ed essere l’amante di quel moretto, mi era piaciuto molto scopare la sua donna e vedere che scopava la mia, succhiarlo mentre le montava, non ci siamo risparmiati.
Questa storia e stata vissuta intensamente
potessi lo rifarei.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

2 thoughts on “Malik…quel fantastico torello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.