rapporto omosex con fratello

rapporto omosex con fratello

Eccomi qui a raccontare un’esperienza omosex avuta tempo fa con mio fratello più giovane.
Lo so fa un certo effetto e forse anche un po’ di vergogna pensare che possa succedere proprio con il proprio fratello ma è successo senza averlo cercato e sarei un’ipocrita dire che non mi è piaciuto.
Tutto successe un’estate al mare, eravamo andati a trovare nostro padre che essendo vedovo era da solo al mare con una roulotte in un campeggio, visto che la roulotte era piccolina per la notte mio padre decise di dormire in veranda e io e mio fratello nel matrimoniale dentro la roulotte.
saranno passate un paio di ore che stavamo dormendo quando nell’incoscienza del sonno mi resi conto che ero eccitatissimo e non capivo il perché, aprendo gli occhi mi accorsi che mio fratello con fare molto delicato mi stava toccando il cazzo feci finta di niente e allungai la mia mano per toccare il suo cazzo che con grande sorpresa lo sentii oltre che duro anche bello grosso, incomincio a pulsarmi il sangue nella testa non capivo più niente, lui senza scomporsi accelerò la sua mano facendomi godere in un modo osceno però non volevo venire subito era troppo bello per finire cosi. Le fermai la mano allora lui comincio a limonarmi facendomi sentire la sua lingua tutta nella mia bocca e poi si alzo e mi si mise davanti alla mia faccia con il suo cazzo durissimo, non ci pensai un attimo aprii la bocca e cominciai a spompinarlo in modo morboso cercando di prenderlo tutto in bocca anche se era grosso, non ci volle molto che sentii la sua cappella gonfiarsi e mi venne in bocca con tutta la sua sborra accumulata nel godimento del pompino, lascio il suo cazzo nella mia bocca per un bel po’e con la sua mano ricominciò a segarmi fino a farmi venire copiosamente nella sua mano. Ci sdraiammo felicemente sodisfatti accarezzandoci il pene a vicenda, chiaramente non ci volle molto che diventarono di nuovo duri e pronti. Ripensando ad un’esperienza avuta da giovane molto eccitante la volli riprovare con lui cioè farmi inculare profondamente ma oltre le dimensioni del suo cazzo era molto tempo che lo avevo fatto e non sapevo se mi avrebbe fatto male, le dissi che volevo provare e lui mi disse di non preoccuparmi che mi avrebbe preparato bene prima. Incomincio a leccarmi con la lingua il buco e piano piano incominciò a infilarmi prima un dito, e cosi era già fantastico poi ne mise due e molto delicatamente comincio ad allargare il buco, chiaramente godevo cosi tanto che le chiesi di non perdere tempo e mettermi il suo cazzo duro, pensai di dovermi girare alla pecorina invece lui mi allargò le gambe mi mise un cuscino sotto il fondo schiena e comincio a spingere piano piano piano per non farmi male, eccitato come ero lo aiutai ad entrare e dopo un po’di movimenti dolci avevo il suo cazzo dentro di me che si muoveva con una foga proprio come stesse scopando un a donna. Non capivo più niente le presi la bocca e cominciai ad infilarle la mia lingua e succhiarle la sua eravamo al settimo cielo, sentivo il suo grosso cazzo entrare e uscire dal mio culo con facilità quasi da vergogna poi lo sentii che stava per venire allora molto velocemente le dissi di toglierlo e mettermelo in bocca cosi fece e ancora una volta mi riempii del sua sperma copioso, poi si chinò sul mio cazzo e con la sua bocca fece venire anche me. Ritornammo a dormire come se niente fosse successo ma completamente sodisfatti e complici di questa avventura.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *