Avventura in ascensore

Avventura in ascensore

Mi ero appena diplomato e dalla gioia stavo andando a trovare un mio parente che aveva sempre creduto in me, quel pomeriggio di fine luglio minacciava un brutto temporale, il cielo era di un nero pece, entrai nel palazzo e andai verso l’ascensore, con me entrò un uomo, forse 50 anni dai tratti somatici sudamericani, pigiai il tasto per far arrivare l’ascensore e dopo due minuti questo arrivò, entrò prima il signore poi entrai io, io dovevo arrivare al 5 piano e il signore al settimo per questo si era messo dietro di me o il motivo era un’altro?…….
L’ascensore partì lentamente, era un vecchio ascensore di un vecchio palazzo ci stavamo appena in due, fatto un piano sentimmo scatenarsi il temporale e fatto un’altro piano ecco, l’ascensore si ferma e rimaniamo allo scuro, silenzio tombale, sentivamo solo i tuoni del temporale e pensando frà me e me mi accorsi che di domenica e fine luglio il tempo per i soccorsi sarebbero stati lunghi, così pensai di telefonare ma non c’era campo.
Silenzio.
Ad un tratto sento abbracciarmi da dietro e sento la lingua del signore sul mio collo
“Ma che fà signore è impazzito?”
“Dai non ti arrabbiare così passeremo meglio il tempo dell’attesa”
Quella lingua sul collo e sulle orecchie stava facendo effetto la mia reazione fù sempre più lieve fino a cedere completamente e prendermi una languidezza senza fine
“Vedi che ti piace adesso? vedrai se ti lasci fare ti divertirai anche tu”
Mentre il signore continuava la sua opera demolitrice con una mano mi aveva slacciato il pantalone e scostato la mutandina, smise di leccarmi collo e orecchie lo sentì inchinarsi dietro di me e quindi risentìì la lingua leccarmi l’entrata del buco del culo, l’effetto che mi fece fù doppio rispetto al collo e cominciai a gemere
“mmmmm sii mmmmmm”
“Ti piace allora ragazzo”
“Ohhhh siii mi piace”
“Vedrai dopo quando ti scoperò”
Il signore smise di leccarmi il culo e puntò il suo uccello al mio culo entrando subito per un pò
“Dai ragazzo lasciati andare è la prima volta?”
“Sissignore”
“Scoprirai un mondo nuovo, un mondo di godimento”
Intanto l’uccello mi era entrato ancora un pò e un pò di dolore mi faceva lamentare
“Non vorrai tirarti indietro solo per un pò di dolore sù dai”
Un’altro colpo e il cazzo mi fù subito tutto dentro, mi sembrò di essere aperto in due per fortuna lui stette un pò fermo poi quando capì che mi ero rilassato e mi ero abituato a sentire dentro di me il suo cazzo cominciò a muoversi lentamente mi penetrava rimaneva fermo e poi usciva ed io sentivo l’aria entrare nel mio culo, poi il ritmo cominciò ad aumentare ed il godimento entrarmi in testa per poi esplodere in tutto il mio corpo
“Ohhhh siiiii siiii mi piace siiiiiiii che belloooo”
“Te l’avevo detto che ti sarebbe piaciuto, vedrai quanto godrai da questa esperienza”
“Siii siii mi scopi siiii mi piace siiii non smetta mi scopiiiiiii”
“Guarda sembri ora una troietta ijn calore”
“Si sono una troietta in calore ma mi scopi la prego continui”
“Certo che continuo anch’io stò godendo cosa credi e dopo sentirai dentro di te il succo del mio godimento vedrai”
“Siiii siii mi scopi mio signore mi scopi”
“Vorresti che questo momento non finisca mai vero?”
“Siiii siii per semprreeee è troppo bello”
“Che cosa è bello”
“Sentireun cazzo nel culo che ti scopa siiii signore mi scopi mi scopi la prego”
“Si si tranquillo che ti scopo ancora ragazzo, ancora un pò poi ti riempio la pancia eccola sborro sborroooo ti riempio dolce troia, ti riempiooooo”
Mi sentii invadere il culo da un liquido denso e bollente, mi piacq.
ue quella sensazione, alla fine però il signore uscì da me ed io volli sentire in bocca quel liquido così gli pulii il cazzo rendendolo come nuovo, il signore invece mi tappò il culo con dei fazzolettini di carta.
La luce si accese e l’ascensore ripartì e giunse al mio piano, prima che io uscissi dall’ascensore il signore mi disse
“ragazzino se ti è veramente piaciuto io abito al settimo piano, questo è il mio biglietto da visita col mio telefono, avvisami e ti renderò una perfetta troia in calore, ti effeminerò e vestirò da puttanella”
“Signore mi è piaciuto veramente, la verrò a trovare di sicuro.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *