18 anni 5 parte

18 anni 5 parte

Arrivò Claudia che subito mi venne incontro ci abbracciammo e ci demmo un bacio poi prese per mano Luisa e si appartarono nella camera da letto, le pareti erano sottili così sentii tutto.
“Luisa ti sei scopato Ivano?”
“Si non ho resistito ha un culo stupendo, è dolce ha un animo femminile, ti sei arrabbiata?”
“No tranquilla sapevo che venendo da te Ivano si sarebbe subito fatto scopare, gli piace tantissimo, si è fatto scopare subito anche da Franco”
“Ivano è un ragazzo da letto, un ragazzo creato per fare sesso, un ragazzo che adora avere un cazzo nel culo”
“Sai Luisa cosa avevo pensato? di chiamare delle mie amiche in modo che con me e te arriviamo a 10 e passare un pomeriggio a scopare Ivano, vediamo quanto resiste”
Quelle parole mi offesero a morte, aprii la porta e andai verso la mia auto e corsi a casa delusissimo, appena entrato in casa mi buttai sul mio letto e scoppiai a piangere, forse mi addormentai e fù il suono del campanello a svegliarmi, alla porta rimasi basito dalla sorpresa, un ragazzo stupendo dai capelli neri lunghi fin dopo le spalle, un viso dolcissimo come pure gli occhi, rimasi letteralmente meravigliato, fù difatti lui per primo a proferire parola
“Ciao io sono Carlos e vendo porta a porta tutto quello che serve per il trucco e anche intimo femminile”
“Mi dispiace Carlos io sono da solo adesso mia madre torna più tardi”
“Ohhh senti mi daresti un bicchiere d’acqua?”
“Ho in frigo una birra ce la beviamo insieme?”
“Ad una birra non si dice mai di no”
Mi alzai e andai verso il frigo, lo aprii ma ad un certo punto mi trovai abbracciato stretto a Carlos che subito si mise a leccarmi collo e orecchie
“Che fai Carlos?”
“Non sò come ti chiami ma mi sono accorto che ti piaccio molto”
Detto questo mi girò il viso e ci scambiammo un lungo bacio, lui mi mise subito la sua lingua in bocca e poi mi slacciò il pantalone e mi scostò la mutandina, mentre mi baciava mi metteva le dita nel culo, prima uno, poi due e quindi tre
“Hai il culo bello largo ne hai presi tanti”
“No è stata una trans con un cazzo favoloso”
“Bene adesso ti scopo io, vieni con me appoggiati al tavolo, ecco così tesoro, adesso ti scopo e ti sborro dentro così dopo sarai mio”
Mi appoggiai al tavolo lui subito mi penetrò completsamente e iniziò subito un lento andirivieni e mentre mi scopava mi baciava poi i ritmo aumentò ed io persi la testa
“Siiii siii Carlos scopami ti prego scopamiiiii”
“Certo che ti scopo tesoro mio, tu sarai la mia femmina, sarai sempre pronta per me”
“Si Carlos sarò tua ma scopami hai un cazzo da dio, scopami mio signore scopa la tua femmina”
“Ti scopo e non conosco neppure il tuo nome”
“Ivano è il mio nome”
“Bellissimo e semplice ma quando sarai con me diventerai Laura la mia femmina”
“Si Carlos sarò la tua femmina scopami sempre”
“Ora ti sborro nel culo, ti tapperò con della carta così rimarrà in te il frutto del mio godimento poi mi pulirai il cazzo come segno di devozione”
“Siii siii voglio sentire il tuo godimento sborrami nel culo e poi ti renderò i cazzo come nuovo”
“Eccolaaaa siiiii sborroooo eccollooooooooooo”
Mi sentii riempire di 8 fiotti di liquido caldo e denso lui stette ancora un pò dentro di me, quando uscì mi tappò il culo e infine gli pulii perfettamente il cazzo rendendolo come nuovo, alla fine ci baciammo e lui mi regalò un perizoma femminile di color rosa
“La prossima volta vorrei vedertelo indossare, io abito vicino e se nel pomeriggio sei sempre solo dopo aver fattoil mio giro verrò da te, dalla mia femmina e godrò ancora dentro di te”
“Ti aspetterò con ansia per ricevere dentro di me ancora il tuo amore mio signore.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *