Una cenetta a base di…eros

Una cenetta a base di…eros

UNA CENETTA A BASE DI…EROS
Le dipendenti di una ditta invitano a cena i maschi per fare festa e trasgredire

Ogni anno, prima delle ferie estive, le dipendenti della ditta presso cui lavoro organizzano una cena in cui si fa un po’ di baldoria…,quest’anno è stato affittato un intero casolare in campagna gestito da un agriturismo…si mangia e si beve molto bene, così dicono… possono partecipare in teoria tutti i colleghi maschi, sia single che sposati, purchè paghino la cena alle colleghe…, di fatto, la cena è l’occasione per qualche trasgressione…. è fissata per questa sera, le colleghe chiedono ai maschi chi verrà, passa una collega, *** e me lo chiede “***che fai stasera? vieni? cerco un accompagnatore… ”è noto che sono sposato, di fronte a questa proposta imprevista rispondo: “si…penso di si…” lei: “allora ci conto…” io però le chiedo sapendo che è sposata: “ma sei sola oppure?” lei fa la finta offesa: “per chi mi hai preso?” io, imperturbabile: “per una donna impegnata” lei: “non ci pensare, ok?” io: “a proposito, mettiti qualcosa come si deve…” lei: “non pensare nemmeno a questo, ok?”, passa la giornata, si fa l’ora di cena, mi dirigo a questo casolare, che effettivamente è immerso nel verde, un posto romantico, di sicuro qui c’è molta tranquillità, io perdo molto tempo perché la segnaletica non c’è, finalmente arrivo…parcheggio e scendo, ci sono già diversi colleghi e colleghe…mi accingo ad entrare del casolare, quando vedo lei, indossa minigonna e camicetta, niente reggiseno, è decisamente sexy…, azzardo l’idea che non porti le mutandine, che sotto sia nuda…, “ciao”, le vado incontro e ci incamminiamo per un breve tratto del cortile, quel tanto che basta per sottrarci alla vista degli altri, a questo punto l’abbraccio, la bacio e le metto una mano sul culo, lei mi ferma la mano e mi sussurra all’orecchio: “non toccarmi il sedere ora, sennò ti ecciti subito, chè non ho nulla sotto… lo farai dopo…”, a queste parole il mio cazzo si drizza immediatamente, glie lo faccio sentire con una mano… lei: “è già duro così?” io: “si, pensa tu come sarà dopo…” le infilo una mano sotto la minigonna e trovo subito la figa… lei: “no, ti ripeto…andiamo con gli altri…prima ceniamo… non ti pare?” mi da un bacio, mi prende per mano e torniamo al casolare dove è tutto pronto, ci sono colleghi maschi già seduti a tavolo, intenti a baciare, amoreggiare e toccare figa, tette e culo…, mentre qualche collega femmina tranquillamente manovra (cercando di non farsi vedere) con il cazzo tra le mani… anche io e *** mangiamo e beviamo uno attaccato all’altra e ogni tanto ci baciamo e tocchiamo… ad un certo punto si fa il brindisi, alziamo i calici e cantiamo in coro: “noi siam fighe e pigliamo il cazzo, pigliamo un bel cazzo!” canta una collega e le altre ripetono in coro…, noi abbiamo il cazzo e lo mettiamo nella figa, lo mettiamo in una bella figa!” canta un maschio e lo seguono gli altri, “ma che bella serata, brindiamo tutti, belle fighe e cazzi dritti, ad una grande scopata… urra!” lo cantano un maschio ed una femmina e tutti ripetono in coro…l’eccitazione è generale, le coppie si baciano e abbracciamo a volontà, poi ci ritiriamo nelle stanze assegnate dell’agriturismo…anche io e*** cerchiamo la nostra, al primo piano…entriamo e chiudiamo a chiave…vogliamo un po’ di privacy… io: “devo mettere il profilattico?” lei: “no, ho già preso la pillola io…”, ci baciamo “come sta?” chiede lei alludendo al mio cazzo, lo tiro fuori, lei lo bacia, lo stringe tra le mani, lo lecca, è decisamente dritto, così duro non l’ho mai sentito, lei, butta là una battuta…siamo un po’ su di giri… “si fa tutto per te…” a questo punto lo indirizza verso la figa…”scopami…” mi sussurra sovraeccitata, in un attimo lo infilo, sento una figa stretta…a questo punto capisco perché la collega mi ha invitato, chissà da quanto tempo non scopa più…, mi assale una vampa di piacere, lei ha un fremito dietro l’altro, “ahhhh…. ancora…fammelo sentire…” io manovro il cazzo, lo muovo, lo tiro fuori e inserisco di nuovo, lei: “dammelo…” io:. “si…mia dolce troietta….pensa solo a godere… lasciati andare… il cazzo è tutto tuo…” lei: “si, sei il mio maialino…”, i sensi sono la massimo, esplodiamo insieme in un orgasmo molto forte, è proprio una cenetta a base di…eros!

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

2 thoughts on “Una cenetta a base di…eros

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *