La donna delle pulizie

La donna delle pulizie

Io e la mia signora era da un bel po’ di tempo che cercavamo una signora o una ragazza per fare le pulizie e stirare e visto che tutte quelle giovani che si presentavano erano anche di buona presenza ma pultroppo,erano tutte straniere e alla mia signora non le andava l’idea di affidarle la nostra casa perché non si sa mai primo chi ti porti in casa e poi che non ti ritrovi qualche bella sorpresa e allora io le dissi ai paura parche e più giovane di te e lei mi disse no non è per questo lo sai che per via del sesso non ci sono problemi e allora se è soltanto paura la tua andiamo avanti a cercare e così un giorno mi squillò il telefono ed era un numero che non avevo mai visto così risposi e subito pensai a quelle rotture dei call center, ma invece per mia sorpresa sentii una donna e subito mi chiese avete ancora bisogno per la signora ed io subito le dissi si ma è lei che sta cercando ? E lei subito mi disse si sono io che sto cercando e allora io le chiesi non è straniera per caso e lei mi disse no non lo sono ed allora se vuole venga pure questa sera così ne parliamo anche con la moglie e lei subito ok a questa sera.

Arrivati a casa dal lavoro e messi i relax le dissi a mia moglie che dopocena sarebbe venuta una signora per il lavoro che le dobbiamo dare in casa nostra e lei subito mi disse ma è straniera ed io le dissi no Cara perché allora non valeva la pena che venisse e lei vedo che hai capito e allora stabilita sentiamo suonare il campanello ed è lei le apriamo la porta e si presenta una signora alta mora con tutte le curve al suo posto e poi iniziamo a parlare e scopriamo che è divorziata dal marito perché andava con la sua segretaria e per lo più straniera e che non aveva figli e che in qualche modo doveva vivere e allora mia moglie le disse le vanno bene due tre giorni a settimana e lei ok va benissimo e poi ci salutiamo.

Una mattina restai a casa dal lavoro per motivi di salute e allora lei non sapeva nulla e al mattino quando arrivò e mi trovò in camera mi disse ma non va mica a lavorare oggi ed io le dissi no non sto tanto bene e allora sono rimasto a casa e lei mi disse se ti alzi faccio la camera e poi ritorni a letto e così mi alzai e lei dopo un po mi chiamò ed io le dissi grazie molto gentile , non mi deve ringraziare sono pagata per questo e poi continuò con le sue cose e dopo che aveva finito le pulizie si mise a stirare e poi visto che era quasi ora di andare mi disse le metto su la pasta ed io le dissi va bene grazie e poi lei iniziò a mettere via la roba stirata e come apre il cassetto di mia moglie vede i due bei vibratori ed io li dal letto che la osservo e lei che non sa come comportarsi e allora io vedendola essersi bloccata le dissi qualcosa non va e lei no no tutto bene e allora mi alzo dal letto e mi avvicino a lei e lei subito come imbarazzata chiude il cassetto ed io le dissi ma non ne hai mai visto uno dal vivo e lei no non ne ho mai visto uno e mai provato e allora le dissi ma lo sai come si diverte mia moglie.

Allora lei mi disse ma non ci posso credere che si diverta così tanto ed allora io le dissi li vuoi provare e lei va bene ma io le dissi se dopo mi fai tirare il cazzo mi devi soddisfare anche me e lei ok basta che me li fai provare e allora lei si spogliò e io iniziai a leccare prima figa e poi il culo e poi le infilai il dildo nel culo e le continuai a masturbare la figa e lei iniziò a muoversi come una cagna in calore e godere fino a squirtare e poi ancora e poi la presi e le misi il cazzo in bocca e lei iniziò a spompinarlo e poi glielo infilai prima in figa e li gode ancora e poi glielo misi nel culo e pompai fino a riempirla e alla fine lei mi disse avevi ragione è una cosa da provare .

E allora io le dissi e dovessi vedere mia moglie come lecca la figa e lei allora vorresti dire che con voi per via di sesso posso stare tranquilla ed io le dissi certamente e se vuoi puoi anche prendere la pillola cosi è ancora più bello e lei va bene allora adesso devo andare con tua moglie e poi è fatta si è proprio cosi.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *